Martedì , 16 Gennaio 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Aperitif all'Apeiron
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Qua si campa d’aria 
di Gianfranco Cordì
11 Marzo 2017
 

«È domenica e tu chissà che cosa fai/ ti rivedo sempre lì che mi dici che mi vuoi/ la mia voglia è grande, è scandalosa ormai/ c’è una gatta accanto a me e non rinuncia a lei./ Aria, ti respiro ancora sai/ nell’aria, ti scaccio ma ci sei/ Voglia, tanta voglia dentro me/ una febbre che mi assale, io mi sento così male». La radio dell’Ápeiron suona questo vecchio successo di Marcella Bella. Io ed Anassimene di Mileto siamo seduti a un tavolino, nel bel mezzo di due famigliole che fanno chiasso, del noto locale del centro di questa nostra città.

Anassimene sta gustando il suo aperitivo: anch’io, del resto, ne ho ordinato uno per me.

GIANFRANCO: «Per via di rarefazione e di condensazione nascono tutte le cose?»

ANASSIMENE: «Sì dall’aria che si rarefà alla fine arriva il fuoco; dall’aria che condensa alla fine arriva la terra».

GIANFRANCO: «Dunque noi siamo fatti della stessa sostanza dell’aria?»

ANASSIMENE: «No. Noi siamo aria».

La radio in quel momento cambiò programmazione e scelse, per quella occasione, una vecchia canzone di Sammy Barbot. «Seguir la scia di un aeroplano/ scoprir lo scoglio dove un gabbiano va/ oh va/ che fa la nave lasciato il porto/ perché un viaggio non è finito mai/ oh mai/ e la mente torna/ a sognare un’onda/ un cielo blu/ aria aria di casa mia».

GIANFRANCO: «Sì lo so che l’anima è soffio vitale e probabilmente tu hai preso queste idee anche da questo fatto. Ma l’aria sembra più trascendersi che appartenerci».

ANASSIMENE: «L’aria è dentro di noi. Noi non potremmo vivere senza dell’aria».

La radio dell’Ápeiron propose un altro vecchio successo: «Canto per te che mi vieni a sentire/ suono per te che non mi vuoi capire».

GIANFRANCO: «Che vento oggi! C’è una corrente d’aria…»

ANASSIMENE: «In fondo è semplice. Tutte quante le cose sono fatte d’aria. L’elemento più immateriale. Tutte quante le cose hanno un'origine quasi trascendente».

GIANFRANCO: «E questo aperitivo?»

ANASSIMENE: «Una perdita d’aria».

GIANFRANCO: «E questo paninello?»

ANASSIMENE: «Tutto racchiuso in una bolla d’aria».

GIANFRANCO: «Anassimene, guarda che non è aria! Qui va tutto molto male. C’è qualcosa di immateriale che informa di sé e dirige tutta quanta la materialità. Mi sembra a dir poco arrischiato cercare l’aria dove vi è solamente farina, cereali e acqua. Questo mio panino non vuole dire affatto nessun’altra cosa fuorché se stesso. E se è fatto di aria ed io stesso sono fatto di aria si ha alla fine che occorrerebbe chiedersi: tutto il mondo è fatto di aria. Per quale diavolo di motivo, visto che nessuno potrebbe respirarla?»

ANASSIMENE: «Tu la puoi respirare».

GIANFRANCO: «Ma io sono fatto di aria».

ANASSIMENE: «Insomma c’è aria in più sul Pianeta Terra».

GIANFRANCO: «Abbonda l’aria».

ANASSIMENE: «Questa è aria che nessuno deve respirare».

GIANFRANCO: «Sembra un dogma metafisico».


 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 63.2%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 35.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy