Sabato , 02 Luglio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Lo scaffale di Tellus
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Giovanni Maiolo. Vado via - Now I walk 
La prefazione di Margherita Catanzariti
14 Maggio 2015
   

Giovanni Maiolo

Vado via - Now I walk

EIF, 2015, pp. 160, € 12,00

 

 

Il viaggio di Giovanni

 

Dopo Elisewin e Geografia dell’anima, arriva questo terzo lavoro di Giovanni Maiolo che poi è inizio, continuazione e conclusione degli altri due. Tema assoluto, il viaggio.

Il viaggio come necessità urgente, come fuga, come ricerca e scoperta.

Ma il viaggio anche semplicemente come vagabondare, da un punto all’altro, senza tante domande, solo per quella ineguagliabile sensazione di sentirsi “non fermo”, in continuo movimento. Cosi come lo sono le parole di Giovanni: inarrestabili, vivaci, inopportune, incazzate, innamorate, confuse, geniali, scomode, allergiche a qualsiasi forma di punteggiatura (perché rappresenterebbero comunque una pausa, no?).

E di pause l’Autore non se ne vuole prendere: lui scrive, sempre e comunque. Ovunque si trovi, che sia America Latina, che sia Calabria, che sia la Polonia, imbiancata dalla neve.

Che sia una panchina di una stazione nel bel mezzo del nulla sudamericano, che sia un ostello della vecchia Europa, o un tavolo degli amati/odiati fast food onnipresenti e che sanno di vomito (il suo per lo più), il mondo fatto di parole di Giovanni ci travolge e ci stordisce, ci fa sorridere e ci commuove.

Perché il viaggio per l’autore è soprattutto cura e rimedio. Cura contro un mondo che si ostina ad essere sbagliato, nonostante sia innegabilmente splendido. Se solo l’umanità intera se ne accorgesse.

Rimedio contro l’odore di una pelle bianca e morbida, difficile da dimenticare. Contro il ricordo di un paio di occhi verdi ancora riflessi, senza pietà, nell’anima dell’autore e che sono capaci di togliergli il sonno.

E allora si parte di nuovo.

Ci si immerge nelle lenzuola umide di altri occhi incontrati per caso, ci si ubriaca per riscaldare l’anima dal freddo di quella solitudine indispensabile per i viaggiatori veri. Ci si stordisce di note jazzate dentro cantine sperdute e fumose e si trascorrono ore, in attese senza fine.

Attese di una risposta, di una carezza, di un cielo nuovo da scoprire. Di qualcosa che riempia il cuore, gli occhi e le mille pagine bianche ancora da scrivere. Qualcosa per cui fermarsi, ancora un po’.

Ma solo un po’.

Perché, finita l’ultima pagina, è già tempo di ripartire.

 

Margherita Catanzariti

 

 

 

Presentazione alla Calliope Mondadori

Siderno, Sabato 16 maggio 2015 h 18

(vedi locandina in alllegato)


Foto allegate

Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.1%
NO
 24.9%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy