Mercoledì , 29 Giugno 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Sondrio. Da che parte sta il Comune? 
Chiesto un incontro con l'Assessore per affrontare il problema a viso aperto
04 Agosto 2009
 

I cittadini di Sondrio sono al corrente che parte delle loro imposte vengono impiegate a sostegno di procedimenti avanti il T.A.R. o addirittura avanti il Consiglio di Stato, sollevando dai relativi ingenti oneri i responsabili di opere sulle quali gravano numerosi, consistenti e concordanti indizi e prove di abuso edilizio?


È quanto i sottoscritti Vanna Mottarelli, dottore commercialista, e Giuliano Ghilotti, agente di polizia locale, hanno toccato con mano per effetto di comuni esperienze le quali, a quanto consta, non rappresentano casi isolati...

Il 15 luglio scorso, essendo intenzionati ad affrontare il problema alla radice, hanno avanzato formale richiesta di incontro con l’Assessore all’Urbanistica per sensibilizzarlo, da un lato, sulla necessità che il Comune di Sondrio esperisca i necessari sopralluoghi nei casi in cui vengono segnalati abusi edilizi e, dall’altro, per evitare di distogliere denaro dei cittadini per difendere coloro che hanno commesso abusi, contro coloro che li hanno subiti.

Ciò nell’ottica che, nei casi di provvedimenti comunali di conformità o di sanatoria dubbi ed equivoci, siano solo le parti interessate a dover affrontare la controversia giudiziale, con il conseguente duplice effetto, di risparmiare denaro dei cittadini e di prevenire il proliferare di abusi o reati edilizi mediante discutibili e iniqui sostegni economici e istituzionali a favore di chi li realizza.

I casi che vedono coinvolti i sottoscritti riguardano l’edificazione di un fabbricato di circa 70 mq in violazione delle norme sulle distanze dai confini e dalle strade (Maioni) e la costruzione di manufatti, anch’essi di circa mq. 70 (parzialmente demoliti in pendenza di ricorso al TAR), di cui il Consulente Tecnico d’Ufficio nominato dalla Procura di Sondrio in sede di indagini penali, ha constatato essere insistenti quasi interamente sul terreno del vicino (Ronchi); oggetti, il primo, di provvedimenti comunali di conformità rilasciati in assenza di sopralluogo e, il secondo, di rilascio permesso di costruire in sanatoria, provvedimenti entrambi per i quali sono in corso procedimenti civili e amministrativi e richieste di riapertura delle indagini penali.

 

Vanna Mottarelli e Giuliano Ghilotti


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.1%
NO
 24.9%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy