Sabato , 25 Giugno 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Transazione 'class action' Parmalat: un piccolo risultato è meglio di niente 
ADUC assisterà gli investitori per le formalità
02 Maggio 2008
 

La nuova Parmalat fa sapere in una nota di aver raggiunto un accordo di transazione con la class action americana che pende nel Tribunale Federale di New York. Parmalat si è impegnata a fare trasferire alla “classe” (i risparmiatori che sono coinvolti) 10,5 milioni di sue azioni in onnicomprensiva soddisfazione di qualsiasi pretesa fatta valere contro di essa dalla “classe”, in qualunque parte del mondo.

10,5 milioni di azioni sono circa 25 milioni di euro (al valore delle azioni di oggi, valore che chiaramente oscilla) che andranno agli investitori truffati. Si tratta, di tutta evidenza, di un piccolo risultato,(1) ma anche della sola speranza che avevano gli azionisti della vecchia Parmalat.

Questo risultato si somma alla transazione di circa 50 milioni di dollari (di BNL e Credit Swiss) approvato dal tribunale di New York il 17 Luglio 2007.

Non si conoscono ancora i dettagli, ma la transazione comunicata oggi dovrà ancora essere approvata dal tribunale. I tempi per gli effettivi risarcimenti, quindi, sono ancora molto lunghi.

Non appena saranno disponibili i moduli per partecipare alla richiesta di risarcimento, l'Aduc assisteràtutti i risparmiatori coinvolti per espletare tutte le formalità necessarie attraverso il settore specifico del nostro sito: http://investire.aduc.it.

Ricordiamo che l'Aduc è stata la prima associazione di consumatori a proporre la strada della class action americana come unica soluzione per alcuni risparmiatori truffati da questa vicenda (gli azionisti, infatti, diversamente dagli obbligazionisti, hanno solo la class action come strada praticabile).

Nel Parlamento italiano abbiamo proposto un modello di azione collettiva che mette a frutto l'esperienza americana eliminando gli aspetti negativi e fornendo tutti gli strumenti per integrare quell'esperienza nel modello giuridico italiano. Nella precedente legislatura, purtroppo, ha prevalso il modello di “class action all'amatriciana” contro il quale ci siamo battuti. Il 29 Aprile scorso, la sen. Donatella Poretti ha presentato un nuovo disegno di legge che mira a riformare radicalmente questo obbrobrio giuridico.

Qui il testo completo della relazione e del disegno di legge.

 

Alessandro Pedone

responsabile Aduc per la tutela del risparmio

 

 

(1) Ci sono in giro circa due miliardi di azioni Parmalt. 10,5 milioni di azioni sono, evidentemente, poca roba. Si può dire, quindi, che la nuova Parmalat se la sia cavata con relativamente pochi spiccioli. La perdita stimata dagli investitori della ex-Parmalat è pari a circa 8 miliardi di dollari. Al momento, quindi, i risarcimenti di cui si parla sono ancora minimi rispetto al danno.


Articoli correlati

  Class action. Presentato disegno di legge per una profonda modifica
  Vincenzo Donvito. Pompieri al Senato per leggi già annacquate
  Class Action. Non ha torto il ministro Claudio Scajola...
  Class action. Cosa teme la razza padrona
  Englaro RU486 Biobanche Class action... La commistione dei poteri
  Class Action. Ancora rinvio? Il terrore della giustizia nel mercato
  Class action. I diritti fondamentali che la legge voluta dal Governo non tutelerà mai
  Class action. Verso il ritiro dell'emendamento?
  Bertucci e Donvito: Class action. Nuovo testo va meglio, ma preoccupa l'ostracismo di Confindustria
  Liberalizzazioni. Le urgenze e il metodo. Invito al ministro Bersani
  Class action. Da bandiera di ricatto politico a strumento concreto?
  Class action. No all'emendamento Manzione in finanziaria
  Class Action. A che gioco sta giocando il Governo?
  Class action. Verso il regime autoritario e sfascista con l'appoggio dei media?
  Class action. Confindustria allo sbaraglio
  Class action: continueremo a vederla nei film americani
  Vincenzo Donvito. Class action, class action delle mie brame.... Così comincia il 2009
  Emmanuela Bertucci. Ma quale class action mondiale...
  Class Action. Bene l'emendamento del Governo
  Class Action. Dovunque vai, privato o pubblico, cenci in faccia ai cittadini
  Vincenzo Donvito. Class Action: non ci sarà mai in Italia!
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.0%
NO
 25.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy