Martedì , 26 Ottobre 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Milano. Angelo Costanzo decade dal Consiglio regionale lombardo per la denuncia radicale 
Rigettato il ricorso dalla Corte d'Appello che conferma la sentenza emessa il 12 gennaio dal Tribunale Civile
12 Luglio 2012
 

Questa mattina, la Corte d'Appello di Milano ha rigettato, dopo mezz'ora di camera di consiglio, il ricorso di Angelo Costanzo (Pd, Sondrio) che così decade dalla carica di Consigliere regionale.

Il caso era stato aperto dalla denuncia del radicale sondriese Gianfranco Camero (foto), che aveva rilevato la tardività delle dimissioni di Costanzo da una società controllata dalla Regione in occasione delle elezioni regionali del 2010. La sentenza è immediatamente esecutiva e al decaduto subentrerà il primo dei 'non eletti' nella lista regionale Pd.

Gianfranco Camero ha dichiarato: «Dopo la sentenza di Cassazione che ha fatto decadere il Pdl Giorgio Pozzi (il mese scorso, ndr) per gli stessi motivi di incandidabilità, la sentenza di oggi rappresenta un piccolo passo avanti in direzione del rispetto dello Stato di diritto».

«L'elezione di Pozzi e Costanzo» ha aggiunto Lorenzo Lipparini, rappresentante della Lista Bonino - Pannella «era stata ratificata all'unanimità da tutti i partiti del Consiglio regionale lombardo; la sentenza di oggi va a colpire dunque non soltanto un singolo episodio, ma le gravi e trasversali responsabilità politiche da parte di un Consiglio regionale totalmente abusivo».

«Dalle firme false apposte in nome di Roberto Formigoni al tentativo bipartisan di salvataggio di candidati incandidabili, il Consiglio regionale della Lombardia è divenuto ormai luogo simbolo di un'opera sistematica di distruzione della democrazia» ha concluso Marco Cappato.

 

Anche Angelo Costanzo, non presente all'udienza, ha diffuso una dichiarazione nel primo pomeriggio. «Spiace che i radicali», conclude la nota «con la loro azione, facciano venire meno la rappresentanza di un esponente del territorio in Regione. Continuerò con la stessa passione il mio impegno politico e sarò sempre a disposizione del Partito Democratico».

 

Singolare lo scarico di responsabilità 'politica'... come se non fossero state la superficialità e la malafede con le quali è stata gestita la fase elettorale a produrre l'odierno risultato.

Vanno ora, se mai, scoperchiate le responsabilità della Giunta per le Elezioni, e così forse anche Roberto Formigoni la smetterà di andare in televisione a dichiarare che nessun provvedimento della Regione da lui amministrata è mai stato nemmeno censurato, e, in provincia di Sondrio, di chi, ricoprendo ruoli gestionali, ha tentato di falsificare le carte in tavola. (Red.)


Articoli correlati

  Lombardia: Caso Costanzo, Caso Pozzi... Firmigoni sempre più... nervoso
  Caso Costanzo. “Sentenza rispettosa dei fatti. Ora vogliamo la verità sul pdl Pozzi”
  Sondrio-Milano. I Radicali presentano ricorso contro l'elezione di Angelo Costanzo (Pd) a consigliere regionale
  Marco Cappato. Penati: invece di espellerlo, il PD pensi a mutare la sua politica formigoniana
  Marco Cappato. Regione Lombardia: Pozzi decade a seguito di un'esemplare battaglia per la legalità
  Quando una mano lava l'altra: sarebbero stati ineleggibili i consiglieri regionali Pozzi (Pdl) e Costanzo (Pd)
  Appartamenti abusivi al posto dei sottotetti. Nei guai Giorgio Pozzi
  Gianfranco Camero. “Costanzo, Pd, Lega: niente da dichiarare?”
  Sondrio. Legalità e 'questione morale': i Radicali chiedono un pronunciamento di Partito Democratico e Lega Nord
  “Legalizzare Sondrio, legalizzare la Lombardia”
  Ancora in piazza, a battere sul chiodo della legalità
  Mauro Del Barba, Roberta Songini, Angelo Costanzo, Francesca Zucchetti
  Nuovo capitolo del “vizietto” di aggiustare le cose a posteriori
  Gianfranco Camero. A volte ritornano...
  PD. Primo appuntamento per la campagna elettorale di Angelo Costanzo a Morbegno
  XX Settembre a Milano: per una breccia nel muro Firmigoni-Penati
  Marco Cappato. Essenziale il collegamento fra la Valtellina, la Lombardia e l’Europa
  Anche Sondrio fra le visite del secondo ferragosto in carcere
  Secondo ferragosto in carcere. I dati e la situazione della casa circondariale di Sondrio
  Sondrio. I candidati della lista “Bonino Pannella” alle regionali di primavera
  Cappato candidato a governatore della Lombardia in alternativa a Formigoni e Penati
  Gianfranco Camero. “Ma siete proprio sicuri?”
  Sondrio. Miracolo del Pdl: in quattro giorni più di 1.000 firme per le regionali
  Appello a firmare per consentire la presentazione delle liste radicali
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy