Giovedì , 02 Dicembre 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Emma Bonino: «Le mie condizioni per l'alleanza» 
Intervista di Daniela Preziosi per “il manifesto”
07 Gennaio 2010
   

Stasera a “Annozero” non ci va. Ma come: non ci va? «E no, mai invitati finora, adesso che facciamo ascolto Santoro ci invita? Emma mica è una ragazza audience». Stile radicale: un caso se esclusi dalla tv, un caso quando inclusi. Nella sede di Torre Argentina ci si organizza per le regionali. Cappato accoglie, Pannella racconta, Rita Bernardini sta al computer. Alleanze? macché: primum, chiudere le liste. Secondo, raccogliere le firme, «un dramma». Terzo: la campagna elettorale. Per le europee c'erano 350mila euro. 200mila nel salvadanaio, 100mila le ha messe Pannella, 50 mila Bonino. «Certo non ci saranno manifesti per le città. Stavolta non abbiamo una lira». «Emma for governatrice» (come la chiama Pannella) è qui dall'alba, riunioni, incontri, giacca fucsia e piedi per terra: entusiasta della scelta, nessuna illusione. Giorno secondo della campagna elettorale numero dieci, «quella del 79, dell'83, dell'87, 90 e qualcosa...». La novità del pomeriggio è la telefonata di Nicola Zingaretti, «esploratore» del Pd. «Gli ho ribadito che per noi radicali la questione non è solo il Lazio».

– È la vostra condizione?

È una richiesta: da mesi si sa che presenteremo le liste Bonino-Pannella in tutta Italia, in coalizione o soli. Non abbiamo avuto mai nessun confronto. Nel Lazio ho deciso di candidarmi, ma il Lazio sta in Italia, e fra noi e il Pd il discorso è aperto in tutte le regioni. Insomma, il mio interlocutore è Bersani. Zingaretti ha detto: riferirò. Finito.

– Se il Pd decide di aprire un dialogo con la candidata Bonino, metterà delle condizioni. Cosa potete accettare, cosa no?

Noi siamo un'alternativa vera a questo regime. Il nostro vissuto lo dimostra. Dopodiché tatticamente i patti li possiamo fare, se c'è una base comune, nella trasparenza. Siamo stati nell'Unione, sono orgogliosa di essere stata leale con Prodi. Come tutti i radicali faccio fatica a dire un sì, ma quando lo dico lo mantengo. Abbiamo promesso di entrare nei gruppi parlamentari, lo abbiamo fatto. Non facciamo giochi strani, forse siamo considerati alleati difficili per questo. Faccio un esempio: poco fa Casini ha detto che non sta con me. Ma perché? Perché Bresso in Piemonte sì, e noi la votiamo, e io no? Non s'è capito.

– Ha detto che lo scenario delle trattative per i candidati è patetico. Cosa c'è di patetico nella vicenda fra Pd e Udc?

Non viene mai detto qual è il problema. Se Bersani dicesse: per battere Berlusconi nel 2013 voglio un'alleanza con l'Udc, e per questo voglio le riforme e il proporzionale alla tedesca, uno capisce e trangugia. Oppure come noi dice: io no, voglio la riforma all'americana, i collegi uninominali eccetera. Patetico è che siccome questo non è detto, si traduce in veti incomprensibili e variabili, dal Lazio alla Puglia.

– Le alleanza variabili non dovrebbero dispiacervi. Vi siete alleati con Berlusconi.

Non le contesto infatti. Chiedo trasparenza rispetto agli elettori. Nel Lazio e nella Puglia si è tutto impantanato perché i candidati scelti dovevano avere il gradimento dell'Udc. Ma non lo dicono. Sono convinta che non esiste un'alternativa vera senza un'alterità vera, comportamentale, di vita.

– Convinzione che difficilmente si concilia con la ricerca delle alleanze.

Le alleanze si fanno, nella trasparenza e nella chiarezza. Non sono Alice nel paese delle meraviglie. Vorrei ricordare che sono stata ministra.

– A sinistra sono in molti a credere che ci sia D'Alema dietro l'alleanze Pd-Udc.

Penso che D'Alema giochi una parte. Ma che sia un aiuto per Bersani e per il suo nuovo corso non mi pare.

– Dal Pd aspettate risposte. Dalla sinistra, che chiede le primarie? E che vi considera ultraliberisti?

Le primarie sono ormai fuori tempo. Andiamo avanti, parliamo di programmi. Fin qui ho sentito solo Bonelli (verdi, ndr), e i socialisti. Chiuse le liste, avviato l'incubo delle 160mila firme da raccogliere legalmente, sentiremo tutti.

– Che bilancio fa della giunta Marrazzo?

Sanità e bilancio restano le priorità da affrontare. Sulla sanità Marrazzo ha certo ricevuto in eredità una buco grave. Nei prossimi giorni studierò, approfondirò meglio.

– Avrà una stella polare?

Il criterio rivoluzionario di sempre: trasparenza. Nelle gare d'appalto, nei bandi, nelle nomine per rosa e per merito. Pratiche che ho vissuto quando ero commissaria, automatiche in altri paesi. Curriculum su internet accessibili a tutti. Poi uno si assume la responsabilità di scegliere. Ma il procedimento con cui ci arrivi ti inchioda.

– Altro tema: Regione Lazio, poteri forti.

So di non essere amata dai clericali. Ma di essere amata e stimata da molti credenti. E questo vale per me e per i radicali in genere. Divorzio e aborto li hanno votati i cattolici di questo paese. Sul testamento biologico il Pd doveva votare una sua linea. Facendo salva la libertà di coscienza, figuriamoci se potrei pensarla diversamente. Sono non solo laica, ma credente in altro, nella pratica della libertà, della tolleranza e del rispetto. Ma vengo da una famiglia cattolica, mia madre non si stanca di dire che i cattolici si formano nel libero arbitrio.

– Cosa pensa di papa Ratzinger?

Che dovrebbe parlare alle coscienze. E invece sta sempre a esercitare una specie di potere legislativo: questa legge sì, quella no, questo referendum sì e quello tutti al mare. Nel caso della legge 40 per l'astensione fu una furbata: la chiesa, ogni volta che si è schierata per il sì o il no ha perso.

– Storace, fra gli sponsor laziali di Polverini, dice che i radicali sono incompatibili con lo statuto della regione che parla di famiglia e di rispetto della persona.

Il rispetto della persone è innanzitutto rispetto della sua volontà. E la persona senza libertà di scelta non è persona.

– Alemanno dice che dividerà li centrosinistra.

Forse qualche organismo dirigente. Ma nella sostanza Alemanno si sbaglia. Noi abbiamo sempre unito. La passione democratica e della cittadinanza unisce. Le nostre battaglie hanno sempre unito. Il divorzio e l'aborto hanno travolto gli steccati. Penso alla responsabilità civile dei magistrati: Tortora con noi è diventato un caso emblematico per tutti.

– Parla di anni e tempi passati.

No, di oggi. Ci metteremo un po' a farci capire, ma questa nostra battaglia per l'integrazione degli immigrati vincerà nel paese.

– L'ldv le propone un ticket con uno di loro.

In alleanza volentieri, ma niente ticket. Abbiamo anche qualche differenza di troppo sulle riforme della giustizia.

– Che dirà a Bersani se si farà vivo?

Semplicemente che la Lista Bonino-Pannella è una risorsa. I 750mila che ci hanno votato alle europee, secondo un'analisi di fonte Pd, venivano soprattutto da destra. C'è una destra liberale che non si ritrova nel Pdl di Berlusconi.

– Scusi, fin qui abbiamo ragionato sulla possibilità che lei sia leader dei centrosinistra nel Lazio.

Se avvenisse sarebbe una cosa importante per l'intero centrosinistra. Perché in qualche modo significherebbe accettare, per amore o per necessità, un vissuto portatore di punti fermi.

– In altre parole, il Pd dovrebbe ammettere di non avere un candidato nel Lazio, e di non avere la “nuova alleanza” con l'Udc. Una mezza bancarotta, o no?

Io la direi così: questa è un'opportunità per il Pd, un'opportunità che riguarda il Lazio ma anche in generale, per uno sguardo sul mondo.

 

Daniela Preziosi

(da Il manifesto, 7 gennaio 2010)


Articoli correlati

  Elezioni regionali/ Arezzo. La vergogna e l'illegalità nella presentazione delle liste
  Il Commissariamento della Sanità della Regione Lombardia
  Legalità! legalità! legalità! Io sto con Emma
  Francesco Poirè. Manifesti abusivi: un barlume di legalità nelle tenebre di queste elezioni regionali
  Gianni Somigli. Gli estremisti del cavillo
  Marco Cappato: “Formigoni fuorilegge sulla sanità lombarda”
  Luigi Fioravanti. Pecunia non olet
  Radicali. Il Tar Lombardia rinvia al 5 ottobre l’udienza su liste Formigoni
  Torino, davanti al CORECOM. Radicali: subito on line i dati sulle presenze dei partiti in tv
  Marco Cappato. “Presenteremo ricorso ricorso contro candidatura Formigoni”
  Emma Bonino candidata governatrice della Regione Lazio
  Quando una mano lava l'altra: sarebbero stati ineleggibili i consiglieri regionali Pozzi (Pdl) e Costanzo (Pd)
  Sondrio. Miracolo del Pdl: in quattro giorni più di 1.000 firme per le regionali
  Marco Cappato. A Roma la sinistra fa la voce grossa. A Milano ratifica il quarto mandato a Formigoni
  Autocertificazione sottoscrittori liste elettorali
  Elezioni regionali fuori legge. I Radicali non mollano
  PD Sondrio. “Pendolari Km zero”. 15 anni di governo Formigoni per treni disastrosi
  Appello di Pia Locatelli del PSI ai Radicali lombardi
  Milano. Regionali: Tra Azione Cattolica e Comunione e Liberazione c’è la Lista Bonino-Pannella
  Valter Vecellio. La situazione. Ecco a voi Diego Sabatinelli, il violento aggressore…
  240 immigrati in sciopero della fame
  Per la verità sulla guerra in Iraq e per il “cambio” in Lombardia
  Marco Cappato. Essenziale il collegamento fra la Valtellina, la Lombardia e l’Europa
  Mario Staderini e Marco Cappato. “Cari Socialisti, per le regionali facciamo una coalizione autonoma con anche i Verdi”
  Emma Bonino. Poche ore per farcela
  Elezioni regionali in Toscana
  Blitz radicale in Cattolica contro la tv fuorilegge
  Incontro (annullato) con Antonio Di Pietro. A Morbegno Sabato 13 febbraio
  Oggi a Torino PD davanti alla Prefettura, presidio a Sondrio domattina, martedì assemblea dei Radicali a Roma
  Valter Vecellio. La situazione. Arroganza (e debolezza) delle gerarchie vaticane
  Primo Mastrantoni. Berlusconi e le tasse ridotte
  Emma Bonino. La nostra battaglia è solo all'inizio di un'esperienza politica nuova
  Mario Staderini. Le tribune elettorali fanno più paura dei talk show
  Regione Campania. “Agiremo in tutte le sedi legali nazionali e internazionali per l'affermazione della legalità”
  Milano. Nuova sede per l'iniziativa politica dei radicali
  Elezioni, democrazia, riforme. Intervista di Mario Staderini all'Agenzia “Fuoritutto”
  Domenicani in difesa dello Stato democratico e di diritto
  PD. Primo appuntamento per la campagna elettorale di Angelo Costanzo a Morbegno
  Valter Vecellio. È arrivato Mandrake
  Lo scontro
  Sondrio. I candidati della lista “Bonino Pannella” alle regionali di primavera
  Bia Sarasini. Lettera prima del voto
  Elezioni Toscana. Lista Bonino-Pannella ricorre Tar Toscana
  Cappato candidato a governatore della Lombardia in alternativa a Formigoni e Penati
  Maurizio Bolognetti. Elezioni regionali fuori legge
  RadicaliMilano. Presto al via raccolta firma per presentazione lista Bonino-Pannella in Lombardia
  Gaspare Serra. Gli “impresentabili”…
  Vincenzo Donvito. Legalità: diritti dei cittadini e diritti dei politici
  Sondrio. Esclusa la Lista Bonino Pannella per insufficienza di firme. Il PDL nel Guinness dei Primati
  Francesco Pullia. “Questione cattolica” o non piuttosto “questione clericale”?
  Primo Mastrantoni. Nucleare. Il Governo approva i criteri ma non individua i siti
  Radicali. La democrazia italiana interrompa il tentativo sovversivo ed eversivo in atto da parte di Silvio Berlusconi
  Marino Badiale, Massimo Bontempelli. Lettera dal fondo dello sfacelo
  Francesco Poirè. Alcuni elettori sono più cittadini di altri
  Presidente Formigoni e Consiglio regionale ABUSIVI!
  Lista Bonino Pannella: sabato tavolo in piazza a Chiavenna
  Fotoarchivio. REGIONE ABUSIVA!
  Milano. Prossimi appuntamenti Radicali
  Peppe Sini. Una dichiarazione di voto
  Ouattara Gaoussou. Quando gli immigrati chiedono legalità
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy