Mercoledì , 29 Gennaio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Dialogo Tf
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Nicola Vacca. Il basso impero del berlusconismo
05 Aprile 2011
 

«Veramente la scoperta che c'è un’Italia berlusconiana mi colpisce molto: è la peggiore delle Italie che io ho mai visto, e dire che di Italie brutte nella mia lunga vita ne ho viste moltissime. L'Italia della marcia su Roma, becera e violenta, animata però forse anche da belle speranze. L’Italia del 25 luglio, l’Italia dell’8 settembre, e anche l’Italia di piazzale Loreto, animata dalla voglia di vendetta. Però la volgarità, la bassezza di questa Italia qui non l’avevo vista né sentita mai. Il berlusconismo è veramente la feccia che risale il pozzo». Chi ha pronunciato queste parole non si chiama Marco Travaglio. Non sono affermazioni di Bersani. Queste cose le ha dette Indro Montanelli nel 2001.

Il grande giornalista aveva anticipato di quasi un decennio la fase più cruenta e pericolosa della deriva berlusconiana. Con largo anticipo sui tempi, Montanelli aveva preconizzato il tanfo da basso impero che sta avvelenando le istituzioni. Sinceramente non pensavamo che l’agenda politica del Paese sarebbe stata dettata da mignotte di ogni nazionalità, da scandali e scandaletti e soprattutto dai problemi giudiziari del presidente del Consiglio in carica. A questo punto non ci interessa sapere se in tutto questo ci sia del vero. Lasciamo volentieri queste crociate di moralismo agli antiberlusconiani di maniera. Ma non è più possibile sopportare questa situazione. L’Italia è ingovernabile: da più di due anni si soffoca. I particolarismi narcisistici di Silvio Berlusconi tolgono il respiro. La vita politica di un Paese non può ruotare intorno alla sua figura.

La volgarità e la bassezza regnano sovrane se anche un signor nessuno come Gianfranco Fini può presentarsi agli italiani come l’uomo nuovo del riscatto e della rinascita. «Berlusconi è un uomo che ha risorse inimmaginabili, che ha della verità un concetto del tutto personale, per cui la verità è quello che dice lui. E a questa sicumera, forse a forza di dire bugie, ci crede, forse diventa un bugiardo in buona fede perché questo lo faceva anche prima». Montanelli aveva visto giusto anche in questo. Berlusconi ogni giorno afferma di essere talmente indispensabile al Paese che una sua defezione procurerebbe a tutti danni irreversibili. Montanelli aveva capito ieri che la verità personale del Cavaliere oggi si sarebbe chiamata megalomania.

 

Nicola Vacca


Articoli correlati

  Marco Lombardi. Un progetto per l'Italia: la pre-modernità
  Gordiano Lupi. La morte di Gualtiero Jacopetti
  Lucio De Angelis. Al Vittoria di Roma “Viva la dinamite”, una farsa di Montanelli del 1960
  Gigi Fioravanti / Marco Lombardi. Una ballata e una nenia per questi nostri tristi giorni
  Luigi Fioravanti. Il vero scandalo
  Valter Vecellio. “Il baratto” di Michele De Lucia
  Un appello dei “ragazzi di don Milani”
  Caso Ruby. Uovo di Colombo: Perché non abbassare la maggiore età?
  Maria Lanciotti. Bignamino di una cronaca non ancora storicizzata – 7
  Alessandra Borsetti Venier. Lettera di Elvira Dones a Berlusconi
  Proprio l’8 Marzo?
  Primo Mastrantoni. Berlusconi e la “non sfiducia”
  Claudia Osmetti. Processo Mediaset: Non si vive di solo (anti)berlusconismo
  History of Italy (opinione inglese)
  Renato Pierri. Il senso del ridicolo
  Gigi Fioravanti. Appello elettorale
  Valter Vecellio. Berlusconi al “Foglio”. C’è qualcosa di più grave del “reato di cena privata”...
  Gino Songini. Una gita con Berlusconi
  Paolo Diodati. La solitudine del numero uno
  Gino Songini. Mentre i cardinali tacciono
  Valter Vecellio. Pensieri “spettinati”. Tra indecenza e volgarità
  Rosario Amico Roxas. “Er più” vincente perché sconfitto
  “Noi Siamo Chiesa” sul profondo malessere determinato dal nuovo scandalo
  Martina Simonini. Tre o quattro pillole per il 2013
  Martina Simonini. È tempo che ciascuno ci metta del suo
  Valter Vecellio. Berlusconi, il paese di “merda” e tutti gli altri...
  Lidia Menapace. Mai sopravvalutare Berlusconi...
  Rosario Amico Roxas. Il cavaliere e “La Perdonanza”
  Lidia Menapace. Quel benefattore di Berlusconi
  Veronica Tussi. Le amare considerazioni di Alessio
  Rosario Amico Roxas. La vittoria di Pirro
  Maria G. Di Rienzo. Nel nome del “papi”
  Gino Songini. Ma diamogli un calcio nel sedere (metaforico, s'intende)
  “Papi” sul Gazetin di giugno
  Rosario Amico Roxas. La vera crisi
  Primo Mastrantoni. Tasse e Berlusconi al Parlamento
  Rosario Amico Roxas. Due discorsi per due uomini
  Rosario Amico Roxas. Nel pieno della simonia
  Veronica Tussi. Un sogno 'originato' da recenti scandalose vicende
  Maria G. Di Rienzo. Differenze
  Valter Vecellio. La situazione: calma. È caos
  Renato Pierri. Una cosa mi consola
  Lidia Menapace. Berlusconi (e Formigoni)
  Garrincha. Berluscó
  Valter Vecellio. Berlusconi in pensione? Chissà. Forse
  Enrico Peyretti. Lo statista senza immaginazione. Berlusconi su Obama
  Gianni Somigli. La international pole position di sua poca altezza e quasi santità (santo subito!) con raccolta di firme incorporata
  Valter Vecellio. La risorsa maggiore di Berlusconi è un PD senza proposte e iniziativa politica
  Rosario Amico Roxas. Le forze del male e il cavaliere
  Marco Cipollini: E diamoglielo il Nobel per la pace a Berlusconi!
  Giannelli. Settennato
  Enrico Peyretti. Va cacciato
  Rosario Amico Roxas. Ma non è un purosangue, è solo un brocco in disarmo
  Renato Pierri. Rassegnazione nel Dna
  Marco Lombardi. L'Italia è gossip
  Maria G. Di Rienzo: C'è riscatto nella voce
  Maolori
  Claudio Forleo. Le dame e il Cavaliere
  Gianni Somigli. Contrordine casuale prefestivo
  Marco Lombardi. La maschera di cera
  Annapaola Laldi. Il dito di Bossi, le corna e le carinerie di Berlusconi e il 5 in condotta
  Valter Vecellio. Più che le parole di Berlusconi, quello che “pesa” è il silenzio di tanti alleati
  Rosario Amico Roxas. Quanto costa il Nobel per la Pace?
  Carlo Forin. Il porcile
  Paolo Farinella. Senza la profezia, rimane la complicità
  Rosario Amico Roxas. Avvertimento al PD
  Valter Vecellio. Può essere che Berlusconi invecchi male… ma forse c’è un metodo nella sua “follia”
  Jardim. Il gondoliere ('El Nuevo Herald', Miami 04/02/2011)
  Marco Pannella. La mia lettera a Beppe Grillo
  Elsa Morante. Come ogni mimo, si immagina sempre di essere il personaggio che vuole rappresentare
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy