Domenica , 05 Luglio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Lisistrata
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Ancora sulle frecce tricolori 
(In risposta a Corrado Augias)
25 Febbraio 2008
 

Per non rischiare di passare alla storia per una frase sulla quale già fu imbastita una campagna che ebbe il risultato di non farmi avere la presidenza della Commissione Difesa, per la quale ero candidata dell'Unione, ripeto ciò che dissi ed è una mia opinione. La si può discutere naturalmente, ma non serve se storpiata e incompleta. Sono antimilitarista e so la differenza tra il militarismo (che a mio parere è incostituzionale) e i militari per la cui salute e rappresentanza sindacale piena mi sono impegnata, per quanto ho potuto.

A mio parere non è giusto che uno stato finanzi cose “acrobatiche” cioè propagandi il rischio per il rischio. Mi si dice che le Frecce non esercitano il rischio in quanto tale, ma perché così possono girare il mondo per vendere i Macchi su cui volano e si addestrano, naturalmente quelli in vendita sono armati e i piloti che noi addestriamo si addestrano per bombardamenti anche su villaggi e gruppi di persone, insomma su obbiettivi molto precisi e da colpire da vicino. Sono contraria alla vendita di armi, specialmente se camuffata. Certamente abbiamo bisogno di piloti addestrati e mi sarebbe più gradito che avessimo costruito più Canadair e addestrato piloti per spegnere incendi, piuttosto che per cadere ahimè talora sulle persone o infilarsi nelle finestre di un liceo.

Inoltre in altri paesi le Frecce, che sono per lo più gestite da Aeroclub privati, non possono addestrarsi sulla terraferma, ma sul mare, perché nel caso di una qualsiasi avaria, il pilota che viene espulso dal suo seggiolino con paracadute, può benissimo ammarare e l'aereo, se cade in mare fa meno danni. Inoltre c'è un vigneto vicino alla base che espone il cartello “Vino al cherosene” ed è un vigneto abbandonato, perché addestrandosi molto bassi, il cherosene che lasciano cadere è inquinante e il rumore che fanno provoca crisi di panico presso i bambini e le bambine piccolissime.

Insomma sono una istituzione della quale si può discutere e a quelli e quelle che in gran numero mi hanno investito con insulti tremendi (il più gentile era puttana, brutta vecchia bavosa ecc.) se anonimi ho cestinato, se firmati ho risposto argomentatamente; alle minacce anche di morte ho detto che mi è già capitato di essere minacciata di morte durante la Resistenza e finora ce l'ho fatta a restare viva.

La mia resta una opinione nemmeno molto originale e so che le Frecce piacciono anche ad alcuni compagni, che le trovano bellissime. Ho già risposto che ho un altro concetto di bellezza e a chi mi ha chiesto se non parevano anche a me più belle delle piramidi, ho risposto che persino quando vedo le Piramidi penso a quanti schiavi sono morti per costruirle, mi spiace che ricordare i lavoratori che muoiono sul lavoro non sia “moderno”.

 

Lidia Menapace


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.7%
NO
 25.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy