Sabato , 20 Aprile 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Lisistrata
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Lidia Menapace. La cancelliera federale germanica
09 Settembre 2015
 

Angela Merkel si è guadagnata in un sol colpo la meravigliata attenzione del mondo e ha diviso le opinioni universali con la sua decisione di aprire ai profughi in misura molto ampia, se si pensa che promette di accogliere in Germania tre milioni e mezzo di persone in 7 anni.

Dal punto di vista del contenuto questa decisione è tutta e solo da approvare a gran voce; dal punto di vista della forma politica avrei alcune osservazioni che subito dirò; dal punto di vista argomentativo pone alcune domande di fondo inquietanti, da non sottovalutare.

Che sia un grande e coraggioso colpo è vero e la corona leader (così si dice) di grande statura, e qui ho molte perplessità: leader -come si sa- significa Fuehrer, duce, caudillo, insomma indica una gestione personale del potere. È pericoloso, in un periodo di crisi e/o rivolgimenti da brivido. Perciò adesso bisogna sempre chiedere e pretendere che consulti il parlamento tedesco, che si attivino le istituzioni politico-parlamentari europee, per correggere l'andazzo verso l'autoritarismo senza garanzie – come sarebbe tendenza spontanea dei leaders.

Stimolare Salvini a stare zitto va sempre bene, congratulandosi magari per la sua conversione al cristianesimo (dice santamadonna e prega per quelli che vanno a picco, avendo abiurato alla religione celtica che celebrava non molto tempo fa). Stimolare Renzi a copiare la Merkel è pericolosissimo, raddoppia il rischio di autoritarismo senza garanzia nè controllo popolare e/o parlamentare.

Dal punto di vista analitico il gesto della Merkel poggia -credo- oltre che su esempi e fatti di buona organizzazione e disciplina propri della cultura politica del suo paese, anche su una considerazione che abbozzerei come segue. Visto nel complesso e con l'appoggio di tutti gli istituti di ricerca demoscopici, l'Europa è un continente di vecchi che continua ad invecchiare, e per questo attira popolazioni da paesi che oltre a guerra e fame hanno anche una popolazione crescente. Questa è la molla che spinge per necessità "evoluzionista" masse infinite a lasciare con inenarrabili fatiche e rischi viaggi lunghissimi per venire a colmare il rarefatto continente europeo.

Una cosa così non si può fermare, se la si governa con saggezza e polso fermo e un grande consenso e aiuto e azione popolare può anche darsi che sia sopportabile, non senza ricordare che una operazione di questa portata difficoltà e rischi può anche far passare un secolo gloriosamente alla storia. Non può essere gestita che collettivamente, dal punto di vista culturale civile politico sociale economico. Proviamo!

 

Lidia Menapace


Articoli correlati

  Carlo Forin. Che cosa è urgente per l’Europa?
  Valter Vecellio. Che male ha fatto questo paese per avere simili (s)governanti?
  Lidia Menapace. Proviamo
  Lidia Menapace. Invasioni barbariche? Migrazioni di popoli? Migrazioni di massa?
  Lidia Menapace. Le migrazioni di popoli
  Lidia Menapace. Integrazione?
  Enrico Bernardini. La migrazione giapponese in Brasile
  Lidia Menapace. Evoluzione. Evoluzione?
  Lidia Menapace. Migrazioni: il nome e la cosa
  Lidia Menapace. Valore delle proposte
  Enrico Bernardini. Migrazioni e religioni: importante meeting ad Abu Dhabi
  Il Gruppo EveryOne sul programma Eurosur
  Lidia Menapace. Invasioni barbariche o migrazioni di popoli?
  Lidia Menapace. Alternativa o barbarie II
  Vetrina/ Barbarah Guglielmana. Qualche volta ho pregato il Cielo...
  Roberto Malini. In viaggio con Alex verso un mondo giusto e accogliente
  Morbegno. “Migranti e accoglienza”
  Gordiano Lupi. Generazione 'tipo'
  Anche a Gioiosa i migranti puliscono il paese
  Vetrina/ Alberto Figliolia. La canzone dei migranti che furono
  Anna Lanzetta. Di fronte alla morte di Aylan, bimbo siriano
  Carlotta Caldonazzo. Abbattere un muro per costruirne cento?
  La marcia delle donne e degli uomini scalzi
  L’11 settembre marceremo scalzi a Gioiosa in solidarietà coi migranti
  Vetrina/ Pino Dell'Ago. Se qualcuno al bar o in grigi
  Gino Songini. Zibaldone estivo
  Luigi Fioravanti. Migranti, tanto peggio tanto meglio per Salvini & Co.
  Marco Lombardi. La CEI e gli esami di coscienza
  Padova. Libdem: La libertà è ancora di moda?
  Lidia Menapace. Una modesta proposta
  Salvatore Ambrosi, PD Sondrio: L'estiva lezione di turismo di Salvini
  Vetrina/ Patrizia Garofalo. Lenzuola di nuvole...
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 5 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy