Martedì , 11 Agosto 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Niccolò Bulanti. Morbegno, Comunali 2009: “Evviva la sobrietà”
21 Giugno 2009
 

Sono contento che Marra (Salvatore, nella foto col ministro della Giustizia, Angelino Alfano, ndr) non sia divenuto sindaco di Morbegno. Non necessariamente perché vi abito pure io, né per una questione di destra o di sinistra come il solito ragazzino viziato tende a semplificare vittimizzandosi. È una questione di sensazioni derivate dalla sua campagna elettorale che mi ha fatto riflettere. Una questione di etica, di principi.

Mi ha disturbato parecchio vedere il suo camper colorato per le nostre vie: anche qui, nella diffidente Valtellina, si è riusciti a far mettere radici allo show. In questa occasione la proverbiale diffidenza, almeno una volta, è tornata utile diffidando del diffidabile.

Credo che tanta pubblicità sia un insulto all'intelligenza (di chi non l'ha in coma, chiaramente). È come se il candidato, inondandoci col suo viso, fosse sicuro che alle pecore sarebbe restato in mente e quindi le stesse avrebbero seguito l'immagine visiva che più hanno sorbito. Il gregge è stato indisciplinato. Oramai, in questo che è vero stato di “caos calmo”, ciò che conta è il vendersi come prodotto il più possibile nelle pubblicità della sit-com di ogni giorno. E chi ha più soldi avrà gli spazi pubblicitari migliori. È così che funziona, anche se così non dovrebbe funzionare. Per queste elezioni cittadine è inutile specificare chi tra i due candidati avesse più mangime: una lista indipendente senza appoggio di partito o una lista rappresentante il partito guidato da uno degli uomini “più ricchissimi” d'Italia che guida un'Italia rasente il fondo della classifica Europea per lo spessore dei suoi salari?! Scusate la divagazione ma io a molte cose non resisto, una su tutte: l'incoerenza, perché mette in risalto la stupidità e danneggia il prossimo.

L'arroganza e la prepotenza sono il motore della pubblicità: oltre al camper colorato, nel quale la benzina sono certo sia stata pagata da Marra, ma che ha comunque contribuito ad appestare l'aria, qualcuno mi ha raccontato pure del ridicolo trenino ad uso turistico, in voga per le nostre vie specialmente nel mese di ottobre in concomitanza con la “Fiera del Bitto” e delle “Cantine”, addobbato dei suoi colori; i volantini sparsi per terra: tanto poi si passa a pulire e se, su cento, nei sacchi della spazzatura ne ritornano forse la metà, be' gli altri vengono buoni da concime; i manifesti affissi ovunque e mi risulta per alcuni in modo scorretto vedendo poi che questi sono stati coperti da quel foglio verdognolo che recita all'incirca: “questo manifesto copre un'affissione abusiva”, sì insomma di quelli che hanno coperto anche alcuni manifesti della Lega Nord e qualche altro di personaggi attigui. Questi sono i partiti che parlano di legalità: sono quelli che abbiamo visto giurare a Roma, circa un anno fa, mano su di un insignificante volumetto. Ma del resto che importanza ha fare qualcosa senza diritto di poterla fare?! Iniziamo a farla poi si vedrà, certo è che in quel lasso di tempo ne riceviamo tornaconto, in questo caso visibilità. Abbiamo esempi giornalieri di questo, nemmeno si ricevono scuse o frasi di rammarico. Si tratta di malintesi.

Sono contento che il semplice morbegnese abbia tappato le orecchie infastidito da simile rumore e chiuso gli occhi davanti a troppi colori mischiati che non danno arcobaleno.

Arroganza e prepotenza, stanno dalla parte dei forti quando essi mai hanno provato ad essere deboli o per lo meno a capirne le ragioni. Ma i forti non sono i deboli (pare un paradosso ma non lo è) e nemmeno coloro che comprendono e cercano soluzioni. I forti sono sempre stati quelli che cercano rimedi basati sulla presunzione ed il tornaconto personale e quindi, in poche parole, i più ricchi. Oggi abbiamo un po' rivoluzionato questa verità che, presi uno per uno, condanniamo quasi nella nostra totalità, ma che altrove è spesso assecondata.

Per ultimo, mi fa sorridere nel dispiacere la presenza di Alfano agli incontri di Marra con il pubblico: la interpreto come una mossa studiata sullo scacchiere della conquista dell'Italia da parte di quel determinato agglomerato di persone. Morbegno ha avuto il suo frangente di immortalità!

Ho visto gareggiare una corsa ansiosa, col fiatone e di quelle che seccano la gola, una corsa che non può permettersi di mancare nessun punto di ristoro perché là vi è un'acqua speciale che serve a placare la sete di potere. Una corsa che, solitamente, premia l'atleta solo in funzione delle scarpe migliori che indossa. È stata forse la vittoria più bella in una maratona olimpica quella di Abebe Bikila a Roma 1960: vinse scalzo.

Se una persona non è necessariamente ciò che fa (ma secondo me non è così), allora potrei essere dispiaciuto che non abbia vinto Marra come individuo, ma certo sollevato nel sapere che il corso che rappresenta, che non ritengo dignitoso, sia stato ridimensionato proprio nel cuore del Nord leghista e a scapito di una campagna elettorale che con il suo ingombro, ripeto, mi è parsa offensiva.

Buon lavoro alla nuova sindaco, alla sua giunta ed ai cittadini: ricordiamoci di partecipare, il cittadino è il datore di lavoro di ogni carica pubblica.


Niccolò Bulanti

(per 'l Gazetin, luglio 2009)


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.2%
NO
 25.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy