Domenica , 09 Agosto 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Annagloria Del Piano. Il caso Travaglio. Fatti e verità
14 Maggio 2008
 

L'assurdità di tutta la bagarre intorno al “caso Travaglio” è che non si contestano tanto i fatti di cui il giornalista ha proposto venissero chiesti lumi a Schifani (le sue amicizie con personaggi, poi condannati per mafia) quanto negato il diritto di Travaglio (di un cronista) di portare a conoscenza del lettore/spettatore tali circostanze.

Oggi su Repubblica D'Avanzo risponde a Travaglio disquisendo su cosa sia la verità e chiedendosi/ci se i fatti indichino sempre una verità oppure no.

Direi che la certezza è un'altra: FATTO è ciò che è accaduto. La verità è quel che si dovrebbe appurare, in questo caso dalla seconda carica istituzionale dello Stato che è Schifani.

Tutto qui. Il resto è - come asseriva Michele Serra, ieri sempre su Repubblica - la scomposta reazione piuttosto paranoica della nostra classe politica.

Di chi fa sempre più fatica ad intendere che giornalismo e politica non devono seguire lo stesso binario e che l’uno non deve essere il portavoce acritico dell’altro.

Ciò di cui ha parlato Travaglio, peraltro velocemente come i tempi, l’argomento spinoso e la reazione del conduttore Fazio imponevano, è questione nota per essere già stata trattata, come più volte si è detto, nel 2002 da altri e nell’ultimo libro da Travaglio stesso e Gomez. La televisione ha un’altra eco, ed altre leggi a quanto pare…

Ma se si contesta ad un giornalista il diritto di far conoscere degli avvenimenti e di proporre delle riflessioni o (e non è questo il caso) di fare degli scoop, se il pericolo è che questi vadano a ledere la rispettabilità di una carica istituzionale, cosa resta del suo mestiere? Ovviamente da esercitare con dovizia, accurata ricerca e professionalità.

E perché il polverone mediatico è stato assolutamente inferiore, se non – ahimè – del tutto assente nei casi, questi sì, gravi in cui cariche istituzionali (non giornalisti) si sono avventurate in invocazioni di fucili, nostalgie fasciste o asserzioni sull’esistenza sempiterna della mafia? (Leggi: Bossi, Ciarrapico, Lunardi)? O di non molto eleganti considerazioni sul Presidente della Repubblica?

D’Avanzo teme che quel che chiama “metodo Travaglio” sia una pratica giornalistica che alimenta il risentimento e il qualunquismo, manipolando cinicamente il lettore/spettatore. Io penso che un giornalismo asservito al potere sia cosa dalla quale rifuggire. E che sempre di più dovrebbero essere i lettori/spettatori critici, desiderosi di approfondimento, ad avere conoscenza dei fatti per poi valutarli da sé. Ci sono lettori di questo tipo, che non sono semplici tifoserie dell’uno o dell’altro giornalista tout-court. Forse, se si ritiene siano pochi, bisognerebbe interrogarsi sulla scarsità di un giornalismo autorevole.

 

Annagloria Del Piano


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.2%
NO
 25.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy