Giovedì , 13 Agosto 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
ACM: l'Alto Commissario per il Mediterraneo 
La prima scelta strategica che attende la neo lady Pesc Federica Mogherini
01 Settembre 2014
 

Chi la dura la vince. E così il governo Renzi ha portato a casa la nomina di Federica Mogherini, la sua ministra agli Esteri, ad alta rappresentante Ue per la politica internazionale (e viepiù vice presidente della Comissione). “Inesperta”, “troppo filorussa”... a nulla son valse le obiezioni che da più parti minavano la strada per giungere fin lì. Bene. Ora – da novembre, se ben abbiamo inteso la data dell'avvicendamento effettivo – si tratta di mettersi al lavoro. Se, come almeno par di capire dal combinato disposto dell'insieme degli orientamenti governativi, non si tratta di continuare a fare la bella statuina – come un po' si è tradotto fin qui quel ruolo istituzionale – ma... “di fare in modo che l'Europa parli con una sola voce sul piano internazionale” etc. etc.

In più occasioni, tra cui una recente intervista a un quotidiano nazionale, Emma Bonino, a fronte della tragica situazione che è sotto gli occhi di tutti (la guerra che dall'Iraq arriva fino in Libia, passando per Palestina-Israele, per dirne una), ha evidenziato l'urgenza che l'Unione Europea istituisca un Alto commissariato per il Mediterrano. Con compiti e poteri appropriati. Orbene, non penso si debba essere grandi statisti o diplomatici superesperti per comprendere subito l'estrema sensatezza di una simile proposta! ACM, una task force magari irrobustita da un metodo d'azione che potremmo chiamare “diplomazia nonviolenta” (è uscito proprio quest'estate il bel libro di Marco Perduca, Operazione Idigov, che ben fa comprendere cosa qui intenda), che a fronte dell'attuale conclamata inadeguatezza delle Nazioni Unite e più di tante esibizioni muscolari possa efficacemente contrastare e vincere altri acronimi di questi nostri tragici giorni, quale l'ISIS. La stessa gestione dell'immane problema dei profughi, poi, e delle altre dinamiche migratorie connesse, non ha alcun senso resti affidata al ministero italiano degli Interni. E non certamente in relazione a chi pro-tempore ne detenga il dicastero, ma per la natura stessa dei problemi e delle possibili soluzioni (e come nebbia verrebbe anche a dissolversi certo revanscismo, che contribuisce a camplicarli). Si tratta di trasferire qualche pezzo di sovranità, dal singolo Stato all'Unione Europea. Ma credo sia questa la prima scelta strategica che troverà sul tavolo, e farebbe bene a positivamente assumere ed esigere, la nostra Mogherini.

Fatta questa scelta, e sostenutane politicamente l'urgente attuazione con conseguente dotazione di mezzi e strumenti, ben più agevole diverrebbe accudire alle altre molteplici e gravi incombenze di politica estera e di sicurezza. Dagli scottanti “dossier economici” alla sempre più preoccupante “crisi ucraina” o, forse meglio sarebbe dire, “questione russa”. Per evocarne soltanto un paio, ovviamente... Buon lavoro, sopramministra europea Mogherini!

 

Enea Sansi

(per 'l Gazetin, settembre 2014)


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.2%
NO
 25.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy