Martedì , 11 Agosto 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
PD Sondrio sul servizio 118 
AREU: È urgente una valutazione critica dei dati di attività
(foto
(foto 'La Provincia di Sondrio') 
04 Ottobre 2013
 

Le risposte fornite in Consiglio provinciale alla nostra interpellanza sul Servizio di Urgenza Emergenza – 118 dall’Assessore alle Politiche Sanitarie Dr. Giuliano Pradella impongono una seria riflessione, in considerazione anche di quanto accaduto e continua ad accadere nel nostro territorio provinciale.

Il dato oggettivo iniziale è che è stato smantellato un impianto storico di avanguardia, sviluppato e mantenuto grazie ad una solida base costituita da anni di esperienza quale rete di emergenza ed urgenza, coordinata e gestita dalla Centrale Operativa di Sondrio. Questa dismissione è avvenuta nell’ambito di un complesso progetto di AREU basato sull’accorpamento in macro aree che, ad oggi, secondo quanto dichiarato dallo stesso Assessore, non ha ancora raggiunto standard qualitativi adeguati alle necessità di un territorio montano come il nostro.

Ancora una volta la nostra tipicità territoriale non è stata adeguatamente riconosciuta a livello regionale, ma ancor peggio, si è proceduto all’attuazione di un progetto complesso senza una preventiva verifica del completamento e posizionamento di tutte le sue componenti essenziali.

Non possiamo accettare supinamente che la prima fase del soccorso, determinata dalla geolocalizzazione del chiamante da parte della Centrale Operativa di Varese, necessiti ancora di almeno tre mesi per poter essere pienamente operativa, avendo inoltre la consapevolezza che nelle aree prive di copertura della rete di telefonia mobile, non potrà comunque mai esserlo.

È impensabile che gli esiti di quella che noi temiamo possa essere una guerra in corso tra differenti gestori telefonici possa produrre ricadute negative sulla popolazione Valtellinese e Valchiavennasca; ma ancor peggio è che la possibilità di una tale mancanza di operatività non sia stata tenuta in debito conto dai decisori nella fase di approntamento del servizio.

Abbiamo chiesto di conoscere i dati numerici relativi agli interventi, distinti per tipologia di mezzo di soccorso impiegato, per cercare di confrontarci in modo oggettivo con chi ha ritenuto di poter trasferire in ambiente montano protocolli di soccorso specifici delle aree metropolitane, quando il nostro territorio, persino nel fondovalle, presenta dinamiche ed infrastrutture non ripetibili altrove.

Riteniamo che si debba procedere a queste valutazioni il più rapidamente possibile, in modo da poter oggettivare eventuali mancanze che potrebbero avere condotto ad un inevitabile impoverimento dell’offerta.

Confortati anche dall’esperienza di questi anni, chiediamo attenzione verso quei cittadini che, in momenti di profonda criticità quali quelli della richiesta di soccorso, hanno diritto a risposte e supporti che solo una centrale operativa pienamente inserita sul territorio può dare. Non vogliamo creare allarmismi, né ragionare, come altri spesso fanno, con facili proclami o slogan ad effetto, chiediamo invece tempi certi, concreti impegni finanziari, di personale e mezzi affinché le anomalie segnalate dagli utenti e dagli operatori cessino nel più breve tempo possibile.

Il nostro obiettivo è quello di difendere le strutture di Pronto Soccorso presenti, riconoscendo la necessità di una copertura territoriale adeguata sia alle richieste dirette dei cittadini, sia quale rete di supporto ai mezzi AREU impegnati nei soccorsi.

Auspichiamo l’apertura di un confronto, il più ampio e trasparente possibile, finalizzato alla presa in carico, alla valutazione critica ed alla soluzione delle anomalie registrate.

 

Gruppo consiliare I Democratici Sondrio


 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.2%
NO
 25.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy