Mercoledì , 27 Maggio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Bottega letteraria > Prodotti e confezioni
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Iniziative/ A Firenze c’è la piazza dei libri per la poesia
21 Luglio 2013
 

Piazza della Repubblica a Firenze

diventerà la “Piazza dei libri”

martedì 23 luglio dalle 19:00

con la manifestazione “La Poesia
come spinta per una Rinascita armoniosa”
a cura di Matteo Rimi.

Parteciperanno come relatori: Simone Siliani e Aldo Frangioni redattori della rivista CulturaCommestibile.com e Alessandra Borsetti Venier artista-editore nonché fondatrice dell’Archivio della Voce dei Poeti.

 

Scrive Matteo Rimi nel n. 39 di CULTURA COMMESTIBILE di sabato 20 luglio 2013 a pag. 8:

«Vivono tra noi, amano come noi, si arrabbiano, pensano, deducono, campano come ognuno di noi. Li puoi incontrare a far la spesa, in coda in automobile, al mare (forse di più la mattina presto) o, meglio, in montagna, dal dottore, in eventi pubblici. Si sposano, si lasciano, hanno figli e si impegnano per sbarcare il lunario, pensano agli altri ed alla loro famiglia proprio come noi. Leggono, si informano e si documentano come tutti, scrivono (probabilmente) un po’ più della media. Quindi cos’è che li differenzia? Niente, sono persone né migliori né peggiori delle altre se non quando hanno l’occasione di trasmettere come solo la loro penna può fare, di essere filtro tra ciò che hanno dentro e ciò che è fuori ma anche tra ciò che loro vedono ed altri magari no.

Eppure i Poeti ci sono e non solo nelle accademie, sui libri, nei caffè letterari o nei concorsi a tema ed un motivo, come per le zanzare o per gli economisti, un motivo ci dovrà pur essere! A chiederselo tra sé e sé o tra loro lo troveranno senz’altro, come troveranno una vecchia zia od un giovane appassionato idealista che comprerà copie di edizioni stampate e strappate al proprio stipendio o ad un editore recalcitrante. Ma io non lo chiedo ad uno di loro. Lo chiedo agli altri, a chi relega la Poesia a serie troppo spesso sciocca di rime o la lega all’espressione di sentimenti propri del culmine di un’infatuazione. Lo chiedo a tutti quelli che non hanno mai sfogliato una silloge, a coloro che dopo la scuola hanno usato i libri di poesia per aggiustare gambe di tavoli traballanti o per scacciare le già citate zanzare (allora forse queste due categorie si motivano a vicenda? Ma gli economisti?), a chi ritiene il linguaggio e la comunicazione solo come un mezzo per raggiungere spesso fini non troppo simpatici, chi lo ha sfilato, sfinito, svilito perché l’importante è dare voce alla pancia e pronunciare parole forti che scuotono le orecchie di chi ne sente già troppe ogni giorno. Mi rivolgo a loro e contemporaneamente ai miei simili, i Poeti, che non riterrebbero chiusa una giornata se non incidendo una pagina dei propri sentimenti, i lirici che rendono epica la nostra Umanità, i critici che si ribellano all’impoverimento linguistico, riconoscendo in questo (come altri illustri prima di loro) le minacciose basi per l’appiattimento morale e civile.

Nello scrivere come in altre poche funzioni nobili dell’uomo escono fuori le recondite motivazioni, come proprio in questo caso: la Poesia ed i Poeti servono perché tutto il resto abbia un senso! Perché il ferro possa carezzare, il freddo emanare calore, il cattivo compiere del bene.

Andiamo, fratelli, consideriamo lo Stato della Poesia come unico futuro possibile e ritroviamoci in piazza della Repubblica a Firenze presso La piazza dei libri il prossimo martedì 23 luglio alle 19 dove presenteremo questo progetto insieme ad alcuni ospiti, per veder infine volare, nel cielo più limpido, palloncini colorati, partoriti direttamente dai nostri più fertili pensieri».


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.3%
NO
 25.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy