Giovedì , 11 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Luigi Fioravanti. Domande sulla democrazia nostrana
(foto Luca Vitali, dal blog www.lucavitali.altervista.org)
(foto Luca Vitali, dal blog www.lucavitali.altervista.org) 
13 Settembre 2010
 

A giorni il nuovo ponte sul torrente Lesina, a Delebio, sarà finalmente ultimato, e sarà la seconda “grande opera” in quel di Torrazza, dopo quella mirabile dei muraglioni e delle briglie sul medesimo torrente, che appare ora letteralmente incarcerato con tanto di cancellate e lucchetti.

Abito in Torrazza in prossimità di queste opere; non ho mai sentito alcuno che non le biasimasse con parole severe: chi ne deplora la bruttezza e la sconcezza, chi l’offesa e la villania fatta al paesaggio e all’ambiente, chi la dissennatezza nella progettazione e nella esecuzione, chi la mancanza di dibattito pubblico sul come e perché della loro realizzazione, chi lo sciupio del denaro pubblico. Credo di affermare una verità di fatto: la stragrande maggioranza dei delebiesi queste opere o non le avrebbe volute o le avrebbe volute diversamente concepite e realizzate. Sorge dunque un problema di grande rilievo: che tipo di democrazia è la nostra in cui le cose si fanno non per volere del popolo ma contro o ignorando il volere del popolo? E sollevando lo sguardo oltre la valle, a me pare di vedere che la maggioranza degli italiani non vuole la guerra, e la guerra si fa; vorrebbe poter scegliere i candidati alle elezioni e non gli viene permesso da questa legge elettorale; vorrebbe una informazione onesta e libera e gliene viene offerta una manipolata e asservita; vorrebbe dei governanti onesti e leali e la corruzione dilaga; vorrebbe il testamento biologico e questo non viene concesso; vorrebbe che premiati fossero i meritevoli e invece avanzano i raccomandati; vorrebbe le leggi uguali per tutti e non leggi ad personam e ad 'aziendam' e queste invece si fanno, ecc. ecc. Dunque, per dire brevemente, la democrazia è il potere del popolo, come vuole la sua etimologia greca (kratos, forza, potere, comando), o il potere sul popolo (come ragiona Luciano Canfora nel suo libro La democrazia edito da Laterza)? E lo stesso voto è un dato del popolo o un prodotto sul popolo, come ci invita a riflettere Habermas? Voto e consenso sono la stessa cosa? Può la sovranità popolare ridursi a una cerimonia quinquennale e autorizzare gli eletti a fare nel frattempo tutto quello che si vuole? Nel qual caso – e di questo si tratta – in che senso siamo un paese democratico?

Su questi interrogativi dovremmo, e con urgenza, riflettere collettivamente, a cominciare dai nostri paesi, in pubbliche assemblee. A meno che non abbiamo rinunciato a dare alle cose il loro vero nome: nomina vera rerum amisimus, come scriveva Sallustio. A meno che non abbia ragione (ancora) il nostro Leopardi: «Qualunque società, e massime le più civili, tendono continuamente a cadere nella monarchia… (e questa) tende sempre e cade quasi subito irreparabilmente nel despotismo» (Zibaldone, 2 luglio 1823).

 

Luigi Fioravanti


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.7%
NO
 35.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy