Venerdì , 06 Dicembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Mario Staderini. Ici e Chiesa: miracolo o bluff?
Mario Staderini, segretario
Mario Staderini, segretario 'Radicali italiani' 
29 Febbraio 2012
 

Pagheranno davvero le attività commerciali gestite da enti ecclesiastici e no profit? La norma scritta da Monti servirà a impedire le solite furberie oppure è una mossa gattopardesca affinché nulla cambi? Facciamo il punto della situazione.

La Chiesa già paga l’Ici”, ci hanno raccontato per anni Bagnasco e Avvenire. “I Radicali sono dei bugiardi che vogliono affamare parrocchie e mense della Caritas” la loro versione, cui si sono accodati oltre ai soliti politici clericali anche degli insospettabili intellettuali della Rete.

Ora sappiamo che non è così: se sono costretti a cambiare la legge allora significa che avevamo ragione noi. Sia chiaro, la devono cambiare non perché la politica italiana sia diventata improvvisamente laica, ma perché c’è una condanna dell’Unione europea da evitare (procedura aperta grazie alla tenacia dei miei compagni Maurizio Turco e Carlo Pontesilli).

L’opinione pubblica, italiana e internazionale, per la prima volta ha esercitato la sua pressione: come è possibile chiedere sacrifici a chiunque ma non tagliare i privilegi del Vaticano? Lo scandalo è esploso sui media di tutto il mondo, al punto che la credibilità del governo rispetto alla capacità di controllare l’enorme debito pubblico passa anche dalla dimostrazione di non fare sconti a nessuno.

Il Presidente Monti presenta un emendamento che dovrebbe fare chiarezza (anche se il pagamento della tassa partirà solo dal 2013 e per gli arretrati varrà il principio “passata la festa gabbato lo santo”): gli ecclesiastici e i no profit che svolgono con modalità commerciali attività ricettive, didattiche, ricreative, sanitarie dovranno pagare l’Ici sugli immobili utilizzati a quei fini. In pratica, se in un palazzo tre piani sono usati per ospitare le suore e tre per accogliere turisti a pagamento, l’esenzione varrà solo per i primi tre piani.

Tutto bene, salvo un fatto: la distinzione tra la porzione dell’immobile usato a fini commerciali e quella no, sarà fatta in base ad un’autodichiarazione del proprietario dell’immobile. Solo un accertamento in loco fatto dal Comune potrà smentirla, cosa praticamente impossibile trovandoci di fronte a decine di migliaia di immobili da controllare metro dopo metro.

Inoltre, oggi chi si ritiene esente non ha l’obbligo di dichiararlo, basta non pagare e non fare nessuna dichiarazione per essere considerati di default “esenti”, rendendo ancor più difficili i controlli. Per limitare le furberie servirebbe quel censimento delle proprietà immobiliari “vaticane” che difatti viene da sempre rifiutato.

C’è poi la questione delle migliaia di scuole e ospedali gestiti dagli enti ecclesiastici, un vero impero. Sono ricompresi anche loro nel pagamento dell’Ici? Oggi, grazie alla esenzione introdotta nel 2005 da Berlusconi e confermata da Prodi l’anno dopo, le scuole private gestite da enti ecclesiastici che sono parificate non pagano l’Ici e lo stesso dicasi per le cliniche accreditate alla Regione.

Se la legge cambia, in teoria dovrebbero pagare anch’esse. Da qui nasce la levata di scudi che vede protagonisti i referenti politici delle lobby imprenditoriali cattoliche come Giovanardi, Lupi e Gasparri (PDL), e Merlo (PD). I Salesiani, con le loro 140 scuole, minacciano di dover chiudere.

Lor signori si dimenticano che dal 2000, grazie al governo D’Alema, le scuole private sono destinatarie, nonostante la Costituzione lo vieti, di centinaia di milioni di euro di finanziamenti statali ogni anno, a cui si aggiungo i buoni scuola erogati dalla Lombardia formigoniana e ciellina. Se alla fine pagheranno –sempre che la norma Monti venga approvata dal Parlamento– dipenderà dal decreto di attuazione che il Ministero dell’Economia dovrà emanare nei prossimi due mesi. Il sottosegretario Polillo ha detto che pagherà chi iscrive un utile in bilancio. Nel caso di una scuola, non si paga se la retta serve a sostenere i costi di gestione. Se fosse così, basterà essere in passivo – anche grazie a qualche “anticipazione” di spesa – e arriva l’esenzione.

Insomma, la questione dell’utile e del profitto rischia di essere, insieme al principio dell’autodichiarazione, il nuovo tana libera tutti. Non resta quindi che vigilare (Turco e Pontesilli hanno già annunciato nuove azioni), anche perché tutti quelli che oggi plaudono alla fine dell’esenzione sono gli stessi che votarono in Parlamento a favore del privilegio: non solo il PD di Bersani, ma persino IDV e Rifondazione comunista!

Una cosa è però certa: l’affaire Ici non è altro che la punta di un iceberg che si chiama revisione del sistema di finanziamento pubblico delle confessioni religiose. È oramai tempo che le chiese, al pari dei partiti, si finanzino esclusivamente con le donazioni dei privati anziché tramite la fiscalità generale. In ogni caso, non è pensabile mantenere inalterato un meccanismo, quello dell’otto per mille, che si è rivelato assolutamente illiberale, iniquo ed eccessivamente costoso per i contribuenti: oltre 1 miliardo di euro l’anno! Ho scritto a Monti perché proceda almeno per dimezzarlo.

Subito dopo supereremo le altre prerogative e i privilegi che fanno del Concordato e del Trattato gli strumenti ideali per impedire l’affermazione in Italia di una vera libertà religiosa.

 

Mario Staderini

(Notizie Radicali, 29 febbraio 2012)


Articoli correlati

  Lidia Menapace. Scuole paritarie e tasse dalla Chiesa
  Primarosa Pia. Nome per nome, ecco chi sono e cosa hanno fatto i nuovi ministri
  «Troppi veti e pizzini sui sottosegretari. PD e PDL la smettano»
  Lidia Menapace. Supplenti
  Vincenzo Donvito. Farmacie verso la chiusura a causa della liberalizzazione?
  Liberalizzazioni. 30 milioni in più con l'abolizione del limite di 6 anni per i praticanti procuratori
  Cerri, Seveso, Calabria: “salvaItalia” / “salvaArte”
  Comitato Referendario pro acqua pubblica chiede incontro urgente al neo Premier Monti
  Donatella Poretti. Liberalizzazioni
  Alessandro Pedone. La Repubblica Italiana ha perso 31 miliardi di dollari in derivati?
  La finanziaria ha abrogato le norme sui prezzi minimi. Gli sconti sui libri sono ora liberi?
  Rosario Amico Roxas. Il governo delle ombre
  Lidia Menapace. Governo Monti: non c'è nulla da esultare
  Mario Staderini. Lettera aperta al presidente Monti: «Domani, al Vaticano, chieda il taglio dell'8x mille»
  “Bene le riforme annunciate, si passi presto alla fase attuativa”
  Antonella Beccaria. In Italia spendiamo ogni ora 3 milioni per armi
  Andrea Ermano. Prova d’orchestra con happy end, si spera
  Piero Cappelli. Il Presidentissimo e il fallimento della sinistra italiana
  Rifondazione Comunista contro l'IMU
  G.C. Vallocchia. Anche i preti paghino l'ICI!!!
  Alberto Figliolia. La chiamano manovra
  Mario Staderini. Prime valutazioni sui provvedimenti del Governo
  Primo Mastrantoni. Chiesa e Ici. Ci voleva Monti per scoprire l'acqua calda
  Liberalizzazioni. Rammarico per occasione persa
  Pensioni? Va bene, ma...
  Francesco Zappia. Tassazione obbligatoria: tra inevitabile piacere e comprensibile avversione
  Alessandro Pedone. I banchieri protestano perché vogliono il “diritto” d'ingannare i clienti!
  Primo Mastrantoni. Liberalizzazioni: Farle, non annunciarle
  Maria Antonietta Farina Coscioni. Auguri informali al neoministro della Salute Balduzzi
  Il caccia F-35 è uno spreco da abolire, perché non se ne discute seriamente?
  Emma Bonino. No ai governi tecnici: i politici ci mettano la faccia!
  Gino Songini. Le crisi come le ciliegie: una tira l'altra
  Vincenzo Donvito. Contributi di Stato. La beffa del 5 e dell'8 per mille
  Vincenzo Donvito. Otto per mille alle confessioni religiose
  Mario Staderini. Una scossa serve: la dia per prima la Chiesa
  Marco Perduca. Terremoto: non c'è bisogno di ulteriori tasse, basta l'8x1000. Che aspetta Berlusconi a chiederlo?
  Otto per mille. Il Governo non risponde su spot Giovanardi pro Chiesa cattolica
  Terremoto. Tremonti Vs No profit
  Otto per mille (Joshua Held, www.aduc.it)
  Valter Vecellio. Tre notizie da titolo TG!?...
  20 Settembre... 2009: Modifichiamo la disciplina dell'8x1.000!
  Asti. Domani i Radicali iniziano raccolta firme su Pista ciclabile e 8x1000
  Giulia Crivellini. Chiesa e Ici: chi ne è (davvero) esente?
  Vincenzo Donvito. Due pesi e due misure?
  Iniziativa Otto per Mille “Ma forse non tutti sanno che…”
  Comunità cristiane di base. ICI e Chiesa cattolica
  Michele Dubini. ICI Vaticano: benefici costosi e distorsivi
  La grande truffa dell'otto per mille
  Vincenzo Donvito. Terremoto e soldi: Tremonti senza ritegno, conferma la sudditanza al Vaticano
  Un miliardo per il terremoto, no, meglio per la Chiesa Cattolica. Cittadini italiani o vaticani?
  Rivedere il meccanismo dell'8 per mille alle confessioni religiose
  Otto per mille. Funziona bene o no? Interrogazione
  L’Otto per Mille per ospedali, asili nido, scuole, biblioteche, università in Abruzzo
  In libero stato! Al Teatro Vittoria di Roma lunedì sera
  Giovanardi sottosegratario del Vaticano? Da cosa dice sull'otto per mille sembrerebbe di sì
  Mille! Otto per mille! (di Giannino - www.aduc.it)
  Otto per mille e pedofilia. I soldi di tutti i contribuenti italiani per i danni civili in Usa?
  Terremoto. 8 o 5 per mille: la disinformazione degli zuavi delle gerarchie vaticane
  Otto per mille. Rivedere il diabolico meccanismo
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy