Martedì , 17 Settembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Pensioni? Va bene, ma... 
Postilla sul “decreto salva Italia”
(foto Alfredo Mazzoni)
(foto Alfredo Mazzoni) 
10 Dicembre 2011
 

Fermare l'indicizzazione delle pensioni. Più precisamente bloccare (temporaneamente, per due anni) l'adeguamento (parziale, perché il recupero è come noto pari al 75% dell'aumento -Istat, ché quello reale è spesso altra cosa- del 'costo della vita'). Fatto salvo il limite di salvaguardia per le pensioni più basse, è quanto contenuto nel “decreto salva Italia” in discussione al Parlamento, nel momento in cui scriviamo, per la conversione in legge. Si tratta di un “messaggio lanciato al Paese”: rincorrere l'inflazione significa anche alimentarla, in una spirale perversa che già abbiamo conosciuto, e non per caso altrove la crescita dei redditi è strettamente connessa alla crescita effettiva dell'economia. Giusto.

La misura “di rigore” fa il paio con la decisione, questa più “strutturale”, del passaggio al contributivo per tutti dal 1° gennaio 2012. E allora il “messaggio”, per risultare immediatamente comprensibile e più efficace, doveva/dovrebbe essere completato con un ribasso, anche simbolico (1 punto, mezzo punto...), dell'aliquota IRPEF sulle pensioni. Ribasso da ulteriormente, e proporzionalmente, incrementare in caso di proroga (che ci sarà, dopo i due anni, date retta a me) della misura temporanea. I contributi previdenziali, che a questo punto divengono veri e propri accantonamenti, risultano infatti già tassati al momento della percezione del reddito da lavoro (e così nel momento in cui producessero rendite finanziarie), e non per caso altrove le pensioni non vengono tassate. Non sarebbe giusto? (Enea Sansi, p. 'l Gazetin, dicembre 2011)


Articoli correlati

  Alessandro Pedone. La Repubblica Italiana ha perso 31 miliardi di dollari in derivati?
  Comitato Referendario pro acqua pubblica chiede incontro urgente al neo Premier Monti
  La finanziaria ha abrogato le norme sui prezzi minimi. Gli sconti sui libri sono ora liberi?
  Cerri, Seveso, Calabria: “salvaItalia” / “salvaArte”
  Lidia Menapace. Governo Monti: non c'è nulla da esultare
  Primo Mastrantoni. Liberalizzazioni: Farle, non annunciarle
  Primarosa Pia. Nome per nome, ecco chi sono e cosa hanno fatto i nuovi ministri
  Primo Mastrantoni. Chiesa e Ici. Ci voleva Monti per scoprire l'acqua calda
  Mario Staderini. Ici e Chiesa: miracolo o bluff?
  Alberto Figliolia. La chiamano manovra
  Andrea Ermano. Prova d’orchestra con happy end, si spera
  Piero Cappelli. Il Presidentissimo e il fallimento della sinistra italiana
  Lidia Menapace. Scuole paritarie e tasse dalla Chiesa
  “Bene le riforme annunciate, si passi presto alla fase attuativa”
  Rosario Amico Roxas. Il governo delle ombre
  «Troppi veti e pizzini sui sottosegretari. PD e PDL la smettano»
  Gino Songini. Le crisi come le ciliegie: una tira l'altra
  Rifondazione Comunista contro l'IMU
  Liberalizzazioni. 30 milioni in più con l'abolizione del limite di 6 anni per i praticanti procuratori
  G.C. Vallocchia. Anche i preti paghino l'ICI!!!
  Mario Staderini. Prime valutazioni sui provvedimenti del Governo
  Lidia Menapace. Supplenti
  Emma Bonino. No ai governi tecnici: i politici ci mettano la faccia!
  Mario Staderini. Lettera aperta al presidente Monti: «Domani, al Vaticano, chieda il taglio dell'8x mille»
  Liberalizzazioni. Rammarico per occasione persa
  Antonella Beccaria. In Italia spendiamo ogni ora 3 milioni per armi
  Francesco Zappia. Tassazione obbligatoria: tra inevitabile piacere e comprensibile avversione
  Donatella Poretti. Liberalizzazioni
  Vincenzo Donvito. Farmacie verso la chiusura a causa della liberalizzazione?
  Alessandro Pedone. I banchieri protestano perché vogliono il “diritto” d'ingannare i clienti!
  Maria Antonietta Farina Coscioni. Auguri informali al neoministro della Salute Balduzzi
  Il caccia F-35 è uno spreco da abolire, perché non se ne discute seriamente?
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.7%
NO
 24.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy