Mercoledì , 21 Agosto 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Mario Staderini. Prime valutazioni sui provvedimenti del Governo
05 Dicembre 2011
 

Aspettando di valutare le norme di dettaglio, alcune prime valutazioni a caldo e con beneficio di inventario sul pacchetto di provvedimenti presentato dal Governo Monti. Complessivamente, possiamo subito dire che il più resta ancora da fare ed alcune correzioni sono di già necessarie. Occorre dare atto al governo di aver affrontato il nodo centrale, le pensioni, con soluzioni che hanno il pregio di essere immediatamente operative a fronte di un passivo accumulato in decenni senza riforme. Bene il passaggio al contributivo per tutti, da verificare l’impatto del blocco degli aggiornamenti che in pochi anni abbasserà notevolmente il valore reale anche delle pensioni medie. Mancano risposte sui contributi silenti e sulle pensioni da fame che attendono milioni di precari, parasubordinati e professionisti non iscritti agli ordini.

Sostanzialmente deludente il ridimensionamento della spesa pubblica, che avrebbe dovuto essere la parte centrale dell’intervento di emergenza in cui invece ancora prevalgono le nuove tassazioni. Si poteva - e si doveva - tagliare tutta quella serie di sprechi di cui si giovano le tante corporazioni italiane, da quelle partitiche e confindustriali a quelle clericali e militari. Aver preferito, ad esempio, fare cassa con l’Ici sulla prima casa anziché con l’abolizione del finanziamento pubblico dei partiti, il dimezzamento dell’otto per mille e la riduzione delle spese per armamenti è un errore da correggere in tempo. Aver lasciato l’esenzione dell’Ici alle attività commerciali degli enti ecclesiastici e similari, poi, è un’ingiustizia intollerabile, al pari della rivalutazione degli estimi catastali del 60% in assenza del superamento delle sperequazioni esistenti tra centri storici e nuova edilizia.

La manovra, inoltre, sistema il deficit attuale ma non aggredisce il debito pubblico e la spesa per gli interessi, senza prevedere un programma di privatizzazioni né misure che taglino le gambe all’evasione fiscale. Con l’aumento dell’addizionale regionale addirittura di un terzo di punto si rischia di far rientrare dalla finestra, peggiorandolo, il mancato aumento dell’Irpef. L’addizionale, infatti, nella gran parte delle Regioni colpisce in modo lineare, e senza una riduzione dell’aliquota nazionale non è certo una misura di devolution.

Rispetto alle liberalizzazioni, se davvero ci si limiterà a farmacie, negozi e trasporti, il bilancio sarà insoddisfacente. Solo aprendo il mercato in settori strategici come quello postale, bancario, assicurativo si possono restituire ai consumatori servizi più efficienti ed economici. Aspettiamo di leggere le misure perché è su questo fronte che si gioca la vera partita della ripresa economica, così come sugli investimenti in banda larga di cui al momento non v’è traccia.

Ancora nulla, infine, rispetto al piano di rientro dal debito ecologico accumulato. Si aumenta l'IVA, anche quella dei prodotti di base, anziché introdurre imposte con effetti virtuosi (come la carbon tax) e non si ferma il circolo vizioso che vede i comuni interessati al consumo di territorio a causa della crescente importanza delle imposte comunali sugli immobili. Proprio perché il momento è grave, occorre osare la rottura di schemi ancora troppo presenti.

Da Radicali, non faremo certo mancare in questi giorni quel contributo di proposte che abbiamo garantito al Paese da trent’anni e che abbiamo saputo organizzare in tante lotte referendarie sabotate dalla antidemocrazia partitocratica.

 

Mario Staderini

Segretario di Radicali Italiani

 

Fonte: Radicali.it


Articoli correlati

  Emma Bonino e Marco De Andreis. Non serve minacciare tagli. L’unica via sono gli eurobond
  Manovra economica tappabuchi. E la prossima volta? ...Gli Stati Uniti d'Europa?
  Carmelo Lentino. Tutto va a rotoli, ci vuole uno scatto d’orgoglio
  Lidia Menapace. Governo Monti: non c'è nulla da esultare
  Nicola Vacca. Un marziano a Palazzo Chigi
  Giovanni Maiolo. La LORO crisi NOI non la paghiamo!
  Patrizia Garofalo. Anche noi grondavamo sangue…
  Piero Cappelli. Coalizione per l’emergenza
  Radicali Italiani. I tagli possibili alla casta di cui nessuno parla
  “Critichiamo la politica perché non è politica”. I Draghi Ribelli di via Nazionale
  Cesare Maffi. Si può mettere a dieta la casta
  Martina Simonini. La manovra di Tremonti ci porterà a sbattere
  Vincenzo Donvito. Crisi economica. Fare emergere il 'nero' legalizzandolo. Per un'Italia più europea
  Manovra: Privilegi vaticani? È ora di darci un taglio!
  Comunità cristiane di base. ICI e Chiesa cattolica
  Vincenzo Donvito. Iva 21%? Una mazzata su consumatori ed economia
  Marco Lombardi. La banda degli onesti, cornuti e mazziati
  Privilegi Vaticano. Ecco le prove di attività commerciali che non pagano l'ICI
  Marco Lombardi. AAA-doremus
  Flavio Lotti. Manovra economica: tagliate la spesa militare!
  Alessandro Barchiesi. Tagliare!
  Primo Mastrantoni. Manovra economica. Restituire agli italiani 1 miliardo e 685 milioni di euro
  Sviluppo. 30 milioni (a costo 0) in più
  Emma Bonino, Marco De Andreis. Il realismo dell’utopia federalista
  Il Movimento Nonviolento alla CGIL su sciopero, spese militari, guerra
  Vincenzo Donvito. Crisi economica. È il sistema che è marcio
  Valter Vecellio. Crisi. Cronache di un formicaio impazzito
  Manovra. L'intervento di Emma Bonino al Senato
  Donatella Poretti. A ciascuno il proprio ordine
  Manovra anticrisi: la riforma della controriforma forense? Un cambio di rotta Radicale!
  Walter Castaldo. W l'Italia!!!
  G.C. Vallocchia. Anche i preti paghino l'ICI!!!
  Massimo Bonfatti. Quando i coglioni versano
  Vincenzo Donvito. Crisi economica. Legalizzare droghe leggere
  Marco Lombardi. La crisi economica e le onerose scelte di responsabilità
  Peppe Sini. Dallo sciopero generale all'alternativa nonviolenta
  Antonella Beccaria. In Italia spendiamo ogni ora 3 milioni per armi
  Vincenzo Donvito. Con le liberalizzazioni si fa bene all'economia e alla salute dei cittadini
  Mario Staderini. Gli occhi dell’Europa puntati sull’Italia (e sul Vaticano)
  FAND e FISH. Manovre. No al taglio dell’assistenza! Fermiamoli con una firma!
  Marco Lombardi. La maschera di cera
  Piero Cappelli. Nuove misure economiche: il Governo è nel caos più assoluto! Che vergogna!
  Abolire i privilegi fiscali degli enti ecclesiastici
  Cerri, Seveso, Calabria: “salvaItalia” / “salvaArte”
  Pensioni? Va bene, ma...
  Donatella Poretti. Liberalizzazioni
  Primarosa Pia. Nome per nome, ecco chi sono e cosa hanno fatto i nuovi ministri
  Alessandro Pedone. I banchieri protestano perché vogliono il “diritto” d'ingannare i clienti!
  Mario Staderini. Ici e Chiesa: miracolo o bluff?
  Primo Mastrantoni. Chiesa e Ici. Ci voleva Monti per scoprire l'acqua calda
  Primo Mastrantoni. Liberalizzazioni: Farle, non annunciarle
  Alberto Figliolia. La chiamano manovra
  Andrea Ermano. Prova d’orchestra con happy end, si spera
  Piero Cappelli. Il Presidentissimo e il fallimento della sinistra italiana
  Lidia Menapace. Scuole paritarie e tasse dalla Chiesa
  “Bene le riforme annunciate, si passi presto alla fase attuativa”
  «Troppi veti e pizzini sui sottosegretari. PD e PDL la smettano»
  Gino Songini. Le crisi come le ciliegie: una tira l'altra
  Rifondazione Comunista contro l'IMU
  Liberalizzazioni. 30 milioni in più con l'abolizione del limite di 6 anni per i praticanti procuratori
  Comitato Referendario pro acqua pubblica chiede incontro urgente al neo Premier Monti
  Lidia Menapace. Supplenti
  Liberalizzazioni. Rammarico per occasione persa
  Emma Bonino. No ai governi tecnici: i politici ci mettano la faccia!
  Mario Staderini. Lettera aperta al presidente Monti: «Domani, al Vaticano, chieda il taglio dell'8x mille»
  La finanziaria ha abrogato le norme sui prezzi minimi. Gli sconti sui libri sono ora liberi?
  Vincenzo Donvito. Farmacie verso la chiusura a causa della liberalizzazione?
  Alessandro Pedone. La Repubblica Italiana ha perso 31 miliardi di dollari in derivati?
  Rosario Amico Roxas. Il governo delle ombre
  Francesco Zappia. Tassazione obbligatoria: tra inevitabile piacere e comprensibile avversione
  Maria Antonietta Farina Coscioni. Auguri informali al neoministro della Salute Balduzzi
  Il caccia F-35 è uno spreco da abolire, perché non se ne discute seriamente?
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.5%
NO
 24.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy