Venerdì , 12 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Spettacolo > In tutta libertà
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Gianfranco Cercone. “Io e lei” di Maria Sole Tognazzi: la commedia degli ostacoli interiori
16 Ottobre 2015
   

Uno dei temi tradizionali della commedia, fin dalle sue antiche origini teatrali, è un amore ostacolato e alla fine trionfante. Ma se l’ostacolo era un tempo costituito dalle norme sociali o dall’intromissione di un illustre prepotente, oggi, in società meno repressive, esso è a volte “interiorizzato”, risiede cioè nella psiche dei due amanti.

Un esempio è la commedia che Maria Sole Tognazzi ha costruito intorno al legame amoroso tra due donne mature, nel film Io e lei.

La convivenza tra le due protagoniste è armoniosa. Eppure un ostacolo tra loro c’è, dapprima quasi impercettibile. Ma nello sviluppo del racconto si manifesta con sempre maggiore evidenza; si ingigantisce fino a compromettere quasi irreparabilmente quella relazione.

Il problema è che una delle due donne non è stata da sempre omosessuale, e tuttora non ama definirsi tale. È stata sposata con un uomo dal quale ha avuto un figlio; e soltanto da pochi anni ha abbandonato la sua famiglia per unirsi a una donna.

Si intuisce – il film, su questo punto, è reticente o, se preferite, pudico – che la loro unione è anche, e pienamente, carnale. Eppure ecco: quando il riflettore dell’opinione pubblica sembra posarsi sulla coppia (la convivente è un’ex-attrice di successo), la madre di famiglia si irrigidisce, cade in preda al malumore. E i gesti che scandiscono la convivenza sono improntati, da parte sua, a un certo riserbo, perfino a una vaga scontrosità.

L’altra, più a suo agio con se stessa, più sensuale, e dotata di buon senso popolare, la asseconda, non la costringe a una discussione che potrebbe guastare il loro accordo.

Ma quando quella resistenza sfocia in un tradimento con un uomo, quel nodo, tutto psicologico appunto, dovrà essere affrontato e sciolto.

I due personaggi, nei loro caratteri complementari, sono tratteggiati con sottigliezza (merito anche delle due attrici che li interpretano: Margherita Buy e Sabrina Ferilli).

Come avviene in certi classici della commedia americana, l’appartamento in cui le due donne convivono è ampio e confortevole; e lascia intuire di per sé che il quadro di vita che offre il film è almeno in parte idealizzato. (Non a caso la vicenda è coronata da uno smagliante lieto fine). E tuttavia l’ambientazione non obbedisce soltanto a una convenzione di genere cinematografico. Maria Sole Tognazzi riesce a rendere il calore “intimo” di quell’appartamento; un calore sprigionato da una convivenza davvero armoniosa e consolidata dal tempo. Così quando una delle due donne si trasferisce nel suo studio di architetto e poi in casa di un uomo, la si avverte istintivamente fuori posto.

La crisi di un amore è sempre dolorosa. Ma è forse nelle relazioni tra persone omosessuali – per le quali la possibilità di un rapporto stabile, di tipo coniugale, che possa manifestarsi pubblicamente, è una conquista in fondo recente – che quel dolore precipita più facilmente nella disperazione, come se ripiombassero in antichi sconforti. Di questo particolare disorientamento, Sabrina Ferilli, nella fase finale del racconto, riesce a essere un’interprete molto efficace.

 

Gianfranco Cercone

(da Notizie Radicali, 14 ottobre 2015)


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.7%
NO
 35.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy