Giovedì , 29 Settembre 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Scuola > Notizie e commenti
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Psichiatria e scuola 
Il “Comitato dei cittadini per i diritti umani” lancia un allarme
12 Aprile 2006
 

Nelle scuole sta entrando sempre di più la psichiatria. In diverse scuole si effettuano screening e test psicologici, convincendo presidi ed insegnanti con motivazioni di “tutela del benessere” del bambino per “presunti” disturbi dell’apprendimento, che devono essere rilevati precocemente e tempestivamente, per poi predisporre adeguate strategie di prevenzione, tutto questo al punto che la scuola sembra diventare una clinica ospedaliera.

Su tutto il territorio ci sono corsi di formazione per insegnanti e seminari per i genitori, per fornire “strumenti di conoscenza” relativi ai cosiddetti “disturbi di apprendimento” e sul disturbo da “Deficit di Attenzione e Iperattività” (Adhd), sindrome alquanto controversa.

L’idea propagandata è che la peggiorata condizione dei nostri giovani giustifica l’adozione di misure quali “uno screening per disturbi mentali o comportamentali”. Si utilizzano questionari, dalla scuola materna fino alle superiori, per esaminare bambini e adolescenti perché la psichiatria sostiene di poter identificare i bambini “a rischio” di instabilità, i bambini antisociali e persino quelli violenti.

La totalità dei programmi psicologici o psichiatrici per bambini si fondano sul tacito assunto che “esperti” di salute mentale conoscano tutto sulla mente e sui fenomeni mentali, che conoscano un miglior stile di vita, un miglior sistema di valori e che sappiano come migliorare la vita dei bambini; una conoscenza che andrebbe oltre la comprensione e le facoltà non solo dei genitori ma di chiunque altro nella società.

La pedagogista Beverly Eakman, autrice di Cloning of the American Mind afferma: «Il termine ‘screening’ assume un nuovo significato dal momento che i bambini, e di conseguenza, i loro famigliari, sono esaminati alla ricerca di ipotetici ‘segnali’ di disturbo mentale… col risultato che tali analisi vengono poi conservate in sistemi a trasferimento elettronico pieni di rimandi incrociati…».

In Italia, nonostante si proclami il rispetto della privacy, in alcuni questionari, al posto del nome del bambino viene utilizzato un codice che può identificare il bambino. In altre parole il bambino, una volta “esaminato”, potrà contare sul fatto che queste informazioni saranno permanentemente registrate nella sua scheda di valutazione scolastica.

Ma quanto sono informati i genitori di questo? È diritto di ogni cittadino essere completamente informato su interventi che riguardano la sua persona e un genitore, di qualsiasi intervento che riguarda suo figlio.

Se tuo figlio è stato sottoposto a questionari psicologici o psichiatrici, test, valutazioni o programmi psicologici senza il tuo consenso, o conosci qualcuno che ha subito danni in seguito a diagnosi e/o trattamenti psichiatrici contatta il:


Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani Onlus

e-mail: ccdu.milano@tiscali.it

tel.: 02 36510685


Articoli correlati

  Prozac a “Unomattina estate”
  “Psichiatria: un viaggio senza ritorno”. La mostra CCDU arriva a Padova
  Screening psicopatologici bambini. Proposta di legge bipartisan in Senato e iniziative legislative di Piemonte e Veneto
  CCDU. No psicofarmaci ai bambini
  Stop ai test ADHD nelle scuole
  Ritalin e altre pillole
  ADHD, LA MALATTIA INVENTATA
  CCDU. Da oggi a Milano. Congresso internazionale per la malattia che non esiste
  L'illusione chiamata psichiatria
  “Giù le mani dai bambini®”
  Droghe da strada o psicofarmaci: quali sono più pericolosi?
  In mille a Verona. Manifestazione per dire ''NO agli psicofarmaci ai bambini''
  Psichiatria: le incongruenze di una pseudoscienza
  Il comportamento non è una malattia. Ancora sull’invadenza “psichiatrica” nella scuola
  ADHD. Malattia o invenzione?
  Contro gli screening psicopatologici dei bambini
  La difficoltà non è una malattia
  CCDU Milano. No alle scuole come bacini per rilevare disturbi mentali nei bambini
  La vera malattia è la psichiatria
  Amore, non pillole!
  E se i cattivi o mancati risultati fossero dovuti a carenze dei metodi didattici?
  DA RÜDIN AI NOSTRI GIORNI
  “No agli psicofarmaci ai bambini”
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 65.4%
NO
 34.6%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy