Giovedì , 16 Luglio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Arte e dintorni
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Patrizia Garofalo incontra Giuliano Grittini: Alda Merini, Marilyn Monroe e le altre...
18 Settembre 2010
 

P. – Ti sono grata a nome di tanti di aver penetrato con la tua fotografia e pittura il mito della bellezza in donne straordinarie come Alda Merini e Marilyn Monroe. Sopravviveranno in un unicum immortale?

G. – Parlando di Marilyn Monroe, immagino una donna straordinaria, che ebbe dalla vita tutto tranne l’amore vero, diventata un mito per la bellezza sconvolgente che nell’immaginario collettivo ancora oggi suscita una grande e intrigante magia. Quando nel 2003 parlai di Marylin con la Merini, Alda mi guardò e disse: “Sai, Giuliano, che sua madre fu rinchiusa in un manicomio? Credo che Marylin sia stata una donna molto sola, proprio come me, molte volte anch’io mi sono sentita così, sola con la mia poesia”. Nel libro, edito da Rizzoli, colpe d’immagini che contiene mie fotografie e molti aforismi, sul retro di copertina la Merini ha scritto “la pistola che ho puntata alla tempia si chiama poesia”. Fu così anche per Marilyn, la sua pistola era il suo successo… la sua bellezza.

 

P. – Le fotografie che tu scattasti ad Alda Merini, nuda e con un filo di perle disvelavano quanto era ancora presente dalla coercizione fisica subita in manicomio ed erano intensissime; quelle di Marilynn tendono anch’esse a sottolineare la fragilità del corpo?

G. – La fotografia, alla quale ti riferisci fu scattata nel 1999. Per molti fu uno scandalo e un inutile ostentazione, ma a molti comunicò una grande pace interiore. Era stesa sul letto a seno nudo, con un filo di perle al collo e l’immancabile sigaretta. Era bella, intensa, sembrava una regina.

La foto fu poi esposta nel 2001 alla Biennale di Venezia nel Bunker Poetico.

La Merini parlò poi all’amico Angiolillo della sua “performance” nel testo a proposito del nudo edito da Acquaviva. Capace di cogliere la realtà nella sua molteplicità nel tempo ne diede parecchie versioni. Si, anche le fotografie di Marylin tendono a restituirle quanto le fu preso.

 

P. – La fotografia quindi non è lo scatto di un attimo per Giuliano Grittini?

Essa tende ad un’eternità ripercorribile?

G. – Nel mio libro Immagini e fotografia la Merini scrisse appunto di come la fotografia rivaluti la figura e la trasferisca a mondi diversi, diversamente attraversabili ma mai momentanei.

 

P. – Le tue fotografie-quadro insieme a silenzi che diventano parola-immagine, quali sentimenti provocano nel loro comporsi?

G. – Un intenso contrasto tra vita e morte, tanto intenso da credere che veramente per amore si possa anche uccidere.

 

P. – Cosa mi dici, Giuliano, delle tue mostre di oggi?

G. – I miei lavori fino ad inizio autunno, quelli che riguardano Alda e Marilyn sono esposti a Porto Cervo e ad Arona. È in programma una mostra a Milano al castello Pozzi, il luogo però non è in grado di ricevere molta gente. Si terrà invece un’altra esposizione allo spazio Oberdan, proposto dalla provincia di Milano. Insieme ai quadri sarà preziosa e necessaria cornice un libro di testimonianze d’affetto, appunti e racconti di vita di persone che hanno avuto la fortuna di conoscere Alda.

Ricordo che quando la aiutavo a salire sul palcoscenico, le dicevo “Alda, sei il Vasco Rossi della poesia!”, oggi le direi che è invece il Dante della poesia.

 

P. – L’ultimo scritto edito della Merini è le madri non cercano il paradiso e sono poesie raccolte da te. Qualcosa in merito a questi scritti?

G. – È un libretto nato dopo tre anni di “gestazione”. Sarebbero lunghi da raccontare i retroscena del testo, interessanti, curiosi ma anche molto faticosi. Voglio dire però che la realizzazione di questa silloge e la sua distribuzione le ho avvertite come una sorta di magìa.

 

P. – Tu sai, Giuliano, che tanta gente ti sente vicino e amato non solo per la tua arte ma per tutto quello che ci hai sempre dato e offerto senza mai supponenza anzi con un amore indicibile e sempre più forte nei confronti della grande poetessa…

G. – Mi sono sempre lasciato alle spalle invidie e gelosie che spesso hanno accompagnato il mio starle accanto e il rifiuto di fotografare altri poeti.

È vero che Alda era un’esclusivista, “Se scrivi e fotografi per altri, con me hai chiuso!”, ma io non avrei mai potuto sentire per nessuno l’empatia che provavo e ancora sento per lei.

Ho amato questa poetessa con l’intensità di chi crede in qualcosa di magico, trascinante e arricchente.

 

P. – Grazie Giuliano e a presto con il tuo nuovo lavoro su Maria Teresa di Calcutta e le foto delle tue mostre delle quali parleremo.

 

Patrizia Garofalo


Foto allegate

Articoli correlati

  Giuliano Grittini. 15 Agosto un anno fa...
  Vetrina/ Alberto Figliolia. Ad Alda Merini
  Pillole di Alda Merini in blister di Giuliano Grittini
  Alda Merini, Marilyn Monroe, Mimmo Rotella e Giuliano Grittini. Ultimo atto d'amore
  Milano. Premiazione del 6° Concorso Nazionale Poetico dedicato ad Alda Merini
  Alberto Figliolia. Nuovi incontri/ Sui Navigli con Alda Merini
  Poesia d’autore/ Alda Merini. La semplicità
  La passione per... un poetico risveglio
  21 marzo, primo giorno di primavera. Giornata mondiale della poesia e 'compleanno' della poetessa Alda Merini
  Tutta la forza della poesia 2007
  Vincenzo Mastropirro: In ricordo di Alda Merini
  Milano non ha dedicato monumenti alle sue grandi donne
  Paola Mara De Maestri. Alda Merini ha lasciato questo mondo
  Morbegno. In Biblioteca con Giacomo Romano Davare, Alda Merini interpretata da Manuela Tadini, i ragazzi della “Damiani”, Janù...
  La poesia che non muore. Ricordando Alda Merini
  “Le madri non cercano il paradiso”, poesie postume di Alda Merini edite da Albatros
  Èspero/ Marilyn Monroe. Le mie poesie
  Bellezza e finzione di Marilyn Monroe
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.3%
NO
 25.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy