Martedì , 09 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Arte e dintorni
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Alberto Figliolia. Elogio di Renzo Casali
13 Aprile 2010
 

Renzo Casali non è più fra noi, stroncato il suo corpo da una malattia che non perdona. Ma, se l'involucro terreno diviene già polvere, sarà difficile pensare alla morte del suo spirito.

Renzo Casali, che cosa non era quell'uomo? O, meglio, chi era? Regista, attore, infaticabile organizzatore culturale, drammaturgo, scrittore, poeta, pittore, fondatore della mitica Comuna Baires, inventore di riviste, condannato in contumacia dallo spietato e implacabile regime militare argentino (lui, nativo della Garfagnana, era andato, piccolissimo, in Argentina), migrante di ritorno in quanto esule. Un vulcano. Talora (raramente) aspro, ma di un'asprezza da intellettuale di rango qual era (impossibile non perdonarlo), allegro, ironico, terreno e alato, accentratore dicevano ma in caccia di talenti come pochi e con lui si imparava a conoscere vasti orizzonti, magnetico sempre, curioso senza pari, sperimentatore, interista sentimentale. Una continua scoperta era, infinite sfaccettature di umanità e arte. Un punto di riferimento per generazioni di giovani innamorati del teatro e della cultura. Cultura della libertà e libertà della cultura.

La Comuna Baires, sua invenzione, è da pressoché quarant'anni un faro, una fucina d'idee, un laboratorio di progetti i più disparati, compresa la genialità di Pianeta C (Calcio, Cultura e Comunicazione), con la quale Renzo aveva portato scrittori e calciatori a parlare al più ampio pubblico nella maniera più compiuta e intelligente, colmando ogni artificioso distacco, con ospiti di prestigio mondiale (valga per tutti tale Eduardo Galeano). E ancora il Tango, in tutte le sue molteplici sfumature poetico-coreutico-musicali, stages di pittura, incontri, dibattiti e presentazioni di libri, proiezioni di film, la scuola di scrittura, ma non si riesce ad elencare tutto ciò che alla Comuna si è sempre fatto (e si fa e farà lo speriamo: è la sua eredità ideale).

Renzo è morto, Renzo è vivo. Sabato 10 aprile alla Comuna Baires, come da sue volontà il feretro posato in mezzo al teatro e alla platea, fra fiori, luci, allievi e amici, si è raccontato quest'uomo carismatico: poesie e musica, il tango, i ricordi che si accavallavano con gli aneddoti, Renzo visto e giustamente affabulato da chi l'aveva per amico, maestro, padre. Sul palco si avvicendavano voci e volti, che con lui avevano riso, sofferto, gioito, lavorato, sudato e convissuto; un omaggio sincero, profondo, fra commozione e le più strane sensazioni, anche quella di essere in un momento unico, irripetibile: la sua ultima regia, intessuta di fili d'amore. L'ultimo suo dono a noi tutti.

Ciao, Renzo.

 

Alberto Figliolia

 

 

Di seguito quel che in proposito la Comuna Baires ha scritto:

 

È morto venerdì mattina a Milano, Renzo Casali, fondatore, regista e autore della Comuna Baires. Le sue origini artistiche risalgono all’esperienza del teatro indipendente in Argentina. Quell’esperienza si rifaceva a un teatro senza ruoli, comunitario, politico, etico, tutte caratteristiche che hanno marcato il lavoro della Comuna e di Renzo Casali.

Sabato sera, si è celebrato nel Teatro Comuna Baires il suo funerale. Per volontà di Renzo, la serata è diventata una festa piena di musica (tango, jazz), di amici che hanno brindato alla sua trascendenza.

Ciao, Renzo!

Non riusciamo a crederci, non riusciamo neanche a pensarlo: ma Renzo Casali se ne è andato, stamattina, 9 aprile 2010, in punta di piedi. C’era così tanta vita in Renzo, che non riuscivamo neanche a capire come facesse a starci, come potesse essere tutte quelle cose insieme: drammaturgo, regista, attore, narratore, critico, pittore, cineasta e video-artista, docente, organizzatore di cultura, inventore di un modo di pensare insieme la vita e la cultura. Nel grande progetto della Comuna Baires, e in tutto quello che Renzo ha fatto la cultura si faceva vita, la cultura era vita, fin dal primo momento, senza eccezioni, senza incertezze, senza astrazioni. In questo modo, non dimentichiamolo mai, Renzo ci ha sempre mostrato che la creatività l’etica e l’allegria possono andare d’accordo: anzi, di più devono andare d’accordo, perché non esistono l’una senza l’altra”.

Ma Renzo ci ha lasciato così tanto, ci ha lasciato così tanta vita, che non smetterà mai di accompagnarci, di suggerirci, di insegnarci: la vita che ci ha dato resta sempre qui, vive con noi, vive con i tanti, tanti amici che hanno saputo capire, che hanno saputo vivere insieme e gioire insieme a lui, con i tanti amici che ora si stringono intorno ai suoi cari, a tutti quelli che hanno saputo ricambiare l’amore che Renzo dava, i suoi infiniti regali. Ciao, Renzo! E grazie di tutto. Già ci manchi tanto. Eppure, sarai sempre in mezzo a noi. Davvero, davvero, davvero. Non può essere in un altro modo. (Gianni Turchetta)


Comuna Baires

Via Parenzo, 7

Milano

Tel. 02 89121317

Sito Internet: www.comunabaires.it


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.7%
NO
 35.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy