Mercoledì , 17 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Miriam Della Croce. La festa di Halloween e quella del Diavolo
31 Ottobre 2009
 

La festa di Halloween non piace alla Chiesa. Vescovi e cardinali e semplici preti l'hanno definita evento insensato, festa dell'ignoranza e della superstizione, una porta aperta all'occultismo, ecc. Ma il colmo lo raggiunse padre Gabriele Amorth (foto), esorcista della Santa Sede, quando a proposito della festa in Italia, affermò: «Penso che la società italiana stia perdendo il senno e il senso della vita, l’uso della ragione e sia sempre più malata». Il bue chiamava cornuto l'asino! Gli esorcismi, infatti, non si basano certo sulla ragione e sul buon senso, giacché non solo non hanno ragione d’essere, ma sono sempre rivolti ad un diavolo fasullo; una sorta di spiritello dispettoso, che si diverte ad entrare nel corpo di qualche ragazza, magari bella (di solito si tratta di donne, giacché nell’immaginario popolare, e in quello degli esorcisti, il diavolo è maschio e spesso è anche fornito di zampe e di coda), facendola dimenare e strillare; ed alle volte ne esce, ma solo se gli viene ordinato in nome di Cristo, reiteratamente e perentoriamente dal bravo esorcista, munito di medagliette, crocifisso, e dell’indispensabile acqua santa. È accertato, infatti, che il diavolo in mancanza dell’acqua santa non ci pensi proprio a sloggiare.

Eppure, secondo logica, l’occupazione del diavolo, spirito terribilmente cattivo che avrebbe osato ribellarsi a Dio, dovrebbe essere quella di spingere gli uomini a compiere azioni orrende, quali stragi d’innocenti, genocidi, violenze, stupri, sfruttamento dei deboli, ecc., e sarebbe più giusto quindi che gli esorcisti, giacché ritengono che le loro arti funzionino anche a distanza, si adoperassero magari per allontanare l’influsso del maligno da uomini veramente perversi, dai mercanti d’armi, ad esempio, e dagli appassionati della guerra. Ma è anche logico pensare che dell’esorcista si possa fare tranquillamente a meno, giacché per implorare l’intervento di Dio contro Satana, dovrebbero bastare le preghiere di un semplice sacerdote, o di un semplice fedele.

 

Miriam Della Croce


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.8%
NO
 35.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy