Giovedì , 12 Dicembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Bottega letteraria > Prodotti e confezioni
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
In libreria/ Sandra Evangelisti. Intanto tutto procede 
Prefazione di Paolo Ruffilli
23 Marzo 2012
 

Apre la nuova raccolta di Sandra Evangelisti un’epigrafe di De Saint Exupéry da Il piccolo principe tanto significativa in se stessa quanto capace di fornire subito una direttrice secondo cui attraversare il libro: «Ecco il mio segreto. È molto semplice: non si vede bene che con il cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi». Ed è proprio con il cuore che, dal retroterra della sua fragilità, il poeta dichiara la sua intenzione profonda: «Solo vorrei / nominare / le cose della vita. // Dare loro il nome umano / che il mondo delle cose / ha loro tolto. // Perché qualcuno / sia chiamato / - anche per poco - / uomo». Dichiarazione che rimanda a quella poetica della Parola che rende universale il particolare e lo innalza a una dimensione superiore destinata a durare più a lungo nello spazio e nel tempo.

L’attenzione è dunque alla parola capace di parlare alla nostra parte migliore e più nobile, secondo una convinzione che è ben esplicitata in corso d’opera, perché «Muta resta / senza respiro / se non è voce / all'anima» e «Non parola / non vita / se non viene / dal profondo». E, d’altra parte, perseverando nella considerazione comunque di una obiettività del valore primario dell’esistenza rispetto alla sua verbalizzazione anche poetica: «Non la parola / ma la vita / è canto. / Canto di tutti. / Canto di ogni uomo». Dentro, insomma, un radicamento etico che ha una sua sacralità laica di perfetta corrispondenza di Bene, Vita e Letteratura.

Si attesta addirittura nelle poesie di questo libro uno sviluppo autonomo e originale dell’idea del pensiero poetante di leopardiana memoria nel segno di una nominazione creatrice, quando l’autrice dice con grazia ferma e incisiva: «La parola / cuore / della vita. / Un respiro / che pensa / e nomina / la sua stessa / natura. // Io pensante / che pensando / nomina / il mondo» e, poco più avanti: «L'io ricurvo / su se stesso / nomina la vita. / E forma / le cose». E, in questa creazione di seconda istanza, la parola non è soltanto fedele alla vita o semplice specchio della vita, ma diventa rivelazione di quello che altrimenti resterebbe congelato e inerte dentro le cose e perfino dentro le persone, restituendo palpitazione ed impulso al sentire: «Emozione / forma del respiro. / Sentimento. / Vita stessa. / Non oggetto / fermo / che non muta».

È la parola che rende eterne e immutabili le emozioni dell'uomo e le assume alla sfera più alta. La realtà interiore che si contrappone e completa quella esteriore, facendo dell’esperienza stessa della vita qualcosa di grande e durevole al di là della caducità che è propria di ogni cosa materiale. Lo “spirito nella lingua” di cui parlava Mario Luzi: ciò che, appunto, rende universale il particolare e lo innalza ad una dimensione sovrannaturale e durevole. Insomma, «Non la parola. / La sua vita», cioè lo stadio vivente della parola, addirittura nel senso stesso totalizzante che apre il vangelo di Giovanni: “In principio era il Verbo.”

A partire da questa base di poetica, che lungi dall’essere meramente propositiva o teorica si condensa come intensa sostanza esistenziale del verso, Intanto tutto procede rivela il suo campo privilegiato, l’amore, e trascina il lettore nel cuore della sua materia incandescente. Del resto, il processo appare conseguente e inevitabile per il poeta: «Trema / all'improvviso / - la mente -. / Si fa vuota / assente. // Si oscura il cuore / dimentica il presente. // Non è troppo dolore. / Più spesso amore. / Fulminante».

All’amore si addice la parola di fuoco per eccellenza. E la parola di fuoco, che è una di quelle più difficilmente maneggiabili, domina con misura espressivamente matura tutto il libro: non solo, nella seconda parte, l’intensissimo poemetto per quadri e scene di passione “Estasi”, ma anche le molte poesie d’amore della prima sezione. Ovunque, nell’intera raccolta, la grande avventura dell’amore si riconsegna alle sue interne autofondanti ragioni assolute. Le ragioni, appunto, che la poesia sa testimoniare non in un modo generico, ma sempre estremamente puntuale. Ogni poesia si richiama a quel giorno preciso, a quell’ora e a quel luogo determinati: nella continuità e nella ripetizione, comunque irripetibili. Infatti, come scriveva Anna Achmatova, «l’amore è bello e terribile proprio perché è una cosa di tutti i giorni, la più dolce delle nostre abitudini per il suo eterno presente dentro l’attimo fuggente».

Ogni stimolo esterno si fa sentimento e quel sentimento “ditta dentro” la poesia che, con accesa emotività, intreccia l’amore ai problemi esistenziali proiettando tutto nel mondo esterno, dove però i sentimenti si fanno intimi e sacri come in un santuario privato. Si stabilisce ogni volta una relazione tra la complessità dello stato sentimentale interiore e la costruzione del testo secondo un ricco impiego di mezzi stilistici. A dominare è l’immaginazione piena di colori, di metafore e di simboli, di armonie. Con uno stile personalissimo e un linguaggio vivido di grande libertà espressiva e metrica, Sandra Evangelisti tiene sotto controllo le diverse intonazioni del suo canto di passione, di tenerezza e di sincerità, priva di inibizioni e di intellettualismo, nutrita di esperienza più che di saggezza come deve essere appunto nell’amore.

 

Paolo Ruffilli

 

 

Sandra Evangelisti, Intanto tutto procede

Edizioni del Leone, 2010, pagg. 64, € 8,00


Articoli correlati

  In libreria/ Patrizia Garofalo. “Diario minimo” di Sandra Evangelisti
  In libreria/ Sandra Evangelisti. Cuore contrappunto
  Vetrina/ Paolo Ruffilli. Dalle pareti aperte
  Vetrina/ Natale è tellus. 3
  Paolo Ruffilli. Tutto il possibile
  Premi e concorsi/ A Macerata e Caldarola le giornate conclusive del Premio Rabelais 2011
  Patrizia Garofalo: "Forse anch'io scriverò..." Foto della Domenica 1
  Paolo Ruffilli. Un’altra vita
  Annalisa Miani. Paolo Ruffilli in Un'altra vita
  Paolo Ruffilli: Diario di Normandia. Recensione di Patrizia Garofalo
  Patrizia Garofalo. Conversazione con Paolo Ruffilli su “natura morta”
  Firenze. “5 Grandi Incontri con la Letteratura”
  Natale Tf2014/ “Rinascita” di Paolo Ruffilli
  Sulla raccolta: Le stanze del cielo. Domande a Paolo Ruffilli di Patrizia Garofalo
  “La quinta essenza” di Gellu Naum. Recensione di Patrizia Garofalo
  In libreria/ “Affari di cuore” di Paolo Ruffilli. Presentazione a Ferrara il 7 novembre
  Vetrina/ Paolo Ruffilli. Come gli ospedali
  Patrizia Garofalo. “L'isola e il sogno” di Paolo Ruffilli
  Patrizia Garofalo. Ruffilli nelle pagine dedicate ad Emily Dickinson
  Poesia: La Scuola di Spresiano
  In libreria/ Patrizia Garofalo. “Natura morta” di Paolo Ruffilli
  Paolo Ruffilli: Le stanze del cielo. Recensione di Ottavio Rossani
  Paolo Ruffilli. Passione e morte di Cristo
  Vetrina/ 1. Centinaia
  Patrizia Garofalo: Macerata e Paolo Ruffilli di "Camera oscura"
  Vetrina/ Paolo Ruffilli. Natale disteso nel mistero
  Che sia un poeta a parlar di storia… Patrizia Garofalo intervista Paolo Ruffilli
  I fantasmi della gipsoteca
  Patrizia Garofalo. Vi propongo un Ruffilli d'annata
  In libreria/ Costantino Kavafis. Il sole del pomeriggio
  Patrizia Garofalo: La trilogia di Paolo Ruffilli
  Patrizia Garofalo: Mare D’anime (1)
  In libreria/ Paolo Ruffilli. Variazioni sul tema
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy