Domenica , 05 Dicembre 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Scritture & Web
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Doriana Goracci: Con "Gracias a la vida" alla manifestazione antirazzista. Roma 17 ottobre
16 Ottobre 2009
 

Mi rivolgo alle donne e agli uomini che hanno riempito piazza del Popolo, 300.000 in un solo giorno, per la Libertà di Espressione, il 3 ottobre.

Mi rivolgo alle donne e agli uomini che hanno camminato in 30.000 a Roma il 10 ottobre, contro l’omofobia.

Mi rivolgo a quelle migliaia di fedeli che riempiono Piazza San Pietro tutte le domeniche, a Roma, e le chiese in Italia.

Mi rivolgo alle donne e agli uomini della Sinistra governativa che hanno dato milioni di voti per la Democrazia.

Mi rivolgo al mondo studentesco tutto, che continua ad essere sfruttato e offeso come il bene più prezioso che è la Cultura.

Mi rivolgo alle donne e agli uomini che chiedono aiuto a braccia straniere per portare avanti la loro esistenza.

Mi rivolgo a chi va ai funerali per piangere i suoi e altrui morti.

Mi rivolgo a chi corre negli stadi, per una partita, un concerto, in migliaia e pagando per lo Spettacolo.

Mi rivolgo a chi ama la Libertà, non quantificabile e non commerciabile.

Mi rivolgo alle persone confinate e senza confine, di tutte le fedi, a quelle che non credono in niente, di venire a Roma, riempire la piazza e le strade per gridare che l’Italia è contro il razzismo il fascismo e la guerra, non ha paura, lotta e difende il diritto di esistenza di chiunque, per una dignità comune che ci siamo fatti strappare, giorno per giorno, identificando chi dissente, chi non è nato nel nostro Paese, chi ci viene ed è respinto, chi è accolto solo nelle carceri, chi è abbandonato qualunque sia il sesso l’età e la provenienza, alla violenza, reale e legale.

 

Dalla Sicilia, «sono partiti in nove lo scorso 30 settembre da Palermo, due di loro sono stati piegati dalla stanchezza e dallo sforzo per il viaggio: una lunga marcia sino a Roma che si concluderà sabato 17 ottobre alla manifestazione in Piazza della Repubblica. In queste settimane, i nove marciatori della giusta speranza, due dei quali in sciopero della fame da alcuni giorni, stanno lentamente risalendo l’Italia per lanciare un grido d’allarme contro i fenomeni di xenofobia e razzismo che covano nel ventre molle delle nostre città. In ciascuna tappa del loro lento incedere, passando per Cosenza, Castelvortuno, Rosarno e Caserta, le associazioni antirazziste hanno organizzato incontri pubblici per dibattere sulla vera emergenza di questo paese, che certo non sono i vari “pacchi e pacchetti sicurezza”, bensì il proliferare di azioni di violenza razzista che hanno colpito le comunità migranti che vivono in Italia.

«La marcia disperata di questi uomini, è la nostra marcia, la marcia di tutti coloro che combattono per vedere pienamente affermati i diritti dei cittadini stranieri, sistematicamente calpestati da istituzioni sorde e, spesso compiacenti nei confronti dei fenomeni d’intolleranza. La marcia disperata della giusta speranza si concluderà a Roma in occasione della manifestazione per i diritti dei lavoratori, in particolare degli immigrati. I marciatori, al termine della loro fatica, incontreranno le migliaia di persone che, ci auguriamo, saranno in piazza, da una parte, per dire un fermo no al razzismo, no ai respingimenti, dall’altra, per chiedere accoglienza e diritti per tutte e tutti».

«Il 7 ottobre del 1989 centinaia di migliaia di persone scendevano in piazza a Roma per la prima grande manifestazione contro il razzismo. Il 24 agosto dello stesso anno a Villa Literno, in provincia di Caserta, era stato ucciso un rifugiato sudafricano, Jerry Essan Masslo».

«Il nostro Paese ha già vissuto la vergogna delle leggi razziali: non possiamo e non dobbiamo dimenticarlo».

Non bastano le firme, i clic sul computer, non basta diffondere i comunicati, gli appelli: è necessario esserci, con il cuore la testa e le gambe. Tante e tanti, come un fiume incontenibile, che non può essere contato e ridotto in cifre.

 

Sveglia Libera Stampa e Media italiani, quando volete, siete capaci di fare Miracoli di Comunicazione.

E sia chiaro, non è una passeggiata da ottobrata romana… Scrive oggi Gino Ancona: «E il Potere trionfa sulla solitudine umana e la sua idiozia»…

 

«E nun sai più s’hai da ride o da tremà. Ma che razza de città?» Roma!

 

Gira se la vuoi girà, canta se la vuoi cantà…

 

Doriana Goracci

 

 

Gracias a La Vida

 

«Aiutaci a cantare questi canti di libertà Che è ciò che ho sempre avuto, canti di redenzione Ho avuto solo canti di redenzione Questi canti di libertà, canti di libertà» da Redemption song Bob Marley

 

17 OTTOBRE Manifestazione Nazionale Antirazzista

PERCORSO CORTEO:

CONCENTRAMENTO ore 14:00 Piazza della Repubblica

proseguirà per: Via Einaudi – Piazza dei Cinquecento – Via Cavour – Piazza Esquilino – Via Liberiana – Piazza Santa Maria Maggiore – Via Merulana – Via dello Statuto – Piazza Vittorio Emanuele – Via Emanuele Filiberto – Viale Manzoni – Via Labicana – Piazza del Colosseo – Via Fori Imperiali – Piazza Venezia – Via del Teatro Marcello – Via Petroselli

CONCLUSIONE Piazza Bocca della Verità

 

www.17ottobreantirazzista.org

Qui per Adesioni

 

Contatti

info@17ottobreantirazzista.org

stampa@17ottobreantirazzista.org


Articoli correlati

  Doriana Goracci: In materia di migrazioni povere e ricche
  Doriana Goracci: Razzismo vecchio e nuovo. Una mappa per il web a febbraio.
  Doriana Goracci: Frammenti di lettere d'amore dal web a Tellusfolio
  Doriana Goracci. Pulitori d'Italia
  Doriana Goracci: Altezza pura e impura e altre vicende papali papali
  In morte di un blogger il Primo Maggio. Ricordo di Giuseppe Gatì. Musica di Fabrizio De Andrè
  Doriana Goracci: Corpi sofferenti scritti - fotografati - cantati. Berlusconi - Mastrogiovanni - Gaber
  Doriana Goracci: Madonna porterà aiuto ai terremotati dell’Abruzzo
  La storia di Barbara insegnante precaria siciliana sulle scale del Ministero
  Doriana Goracci: Verba volant sisma manent. Militarizzazione per il G8 all'Aquila
  Storia e apprensioni di Beritan Gulmez raccolte da Doriana Goracci
  Doriana Goracci: Che il cenone di fine anno porti consiglio ad Obama!
  Doriana Goracci: Sabatino Catapano vivo per Francesco Mastrogiovanni morto
  Doriana Goracci: Perversa proposta del ministro Brunetta sulle donne in pensione a 65 anni
  Doriana Goracci: Piccolo requiem anarchico per Michele
  Doriana Goracci: Barbara Matera e le donne dei fornelli prese per i fondelli
  Doriana Goracci: Capitalismo oggi e “Manifesto per una nuova politica” di Paolo De Gregori
  Doriana Goracci: il bacio e il sangue. Con superlativi video...
  Dorian Goracci: Tracce di letture e di vite per il 25 Aprile. Nuova Resistenza
  Doriana Goracci: Ricordando la strage di soldati italiani a Kabul e della verità sulla guerra.
  Doriana Goracci: Carte Revolver e Taranta Precaria ai vertici legali dell'American Express Italia?
  Doriana Goracci: Javier Lozano Barragan in pillola per il giorno dopo ogni inquisizione
  Doriana Goracci: Assolti chi massacrò a Genova per il G8. Condannati i manifestanti.
  Doriana Goracci: Voci della banda eversiva per l'alimentazione forzata di Eluana Eglaro
  Doriana Goracci: Panegirico sugli assorbenti e altre liquide presenze
  Doriana Goracci: Stando in famiglia. Sul Caso Marrazzo con dintorni sessuali e materiali
  Sul 25 novembre Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne
  Doriana Goracci: Avere e non avere C.A.S.E. all’Aquila
  Tutto ma proprio tutto quello che dovete sapere. Sulla morte di Eluana, su Stasi e il porno…
  Doriana Goracci: Nazifascisti a Milano con Roberto Fiore
  Vittorio Oliva: GPL - Testimonianza raccolta da Doriana Goracci.
  Doriana Goracci: La militarizzazione in Abruzzo contro il G8.
  Doriana Goracci: Giornata della Memoria con Gaza e Lucca nel tempo storico presente
  Doriana Goracci. Intrufolando Badanti e Bavaglioli in disavanzo
  Doriana Goracci. Su eventi di economia e di nornale idiozia politico-televisiva (Gelmini-Miss Italia)
  Doriana Goracci: Anti-Clericale Anti-Giuliano Anti-Ferrara per l’autonomia della donna
  Doriana Goracci: Stragi di uomini, di bambini, della libertà di stampa…
  Doriana Goracci: L'inferno di Viareggio, inferno con GPL e treni ferrovecchio
  Doriana Goracci: Fede e papi come sceneggiatura filmica continua.
  Doriana Goracci / Vincenzo Serra: Appesi. In morte di Francesco Mastrogiovanni
  Doriana Goracci: L’archivio di Dario Bellezza all’asta e dire poesia gay offende e basta…
  Doriana Goracci: Un nipote e due sentenze, Genova Scuola Diaz e Eluana Eglaro
  Doriana Goracci: Terremoto a sorpresa? rilevazioni annunciavano sua presa.
  Doriana Goracci: Congo e vaccini, Congo e mitraglia. Oblò Mondo 10
  Doriana Goracci: Il mio urlo oggi dentro altri urli. Racconto illustrato
  Doriana Goracci. Benedetto XVI a Viterbo il 6 settembre 2009. Impressioni Web
  Doriana Goracci: l’8 marzo di un arcivescovo brasiliano e del Vaticano
  Da una tenda abruzzese. Quello che la Rai non fa vedere, che i giornali non dicono
  Doriana Goracci, Vincenza Perilli: Storia di una donna migrante. Oblò Mondo 9
  Doriana Goracci: Processi che vanno e vengono nella storia nelle biografie.
 
 
Immagini correlate

 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy