Mercoledì , 20 Giugno 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > I Care... communication
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Salvatore Sblando: Mio padre, il Terzo Uomo, alle primarie del Partito Democratico
27 Giugno 2009
 

Sono passati alcuni giorni dal video su youtube nel quale Dario Franceschini annuncia la sua candidatura alle primarie per l’elezione del prossimo segretario PD.

Da allora sono rimasto come ammutolito non riuscendo a cogliere alcuni passaggi del discorso di auto investitura dell’attuale segretario ed in particolare quando dice: «non voglio consegnare il Partito a chi c’era prima di me e chi c’era molto prima di me»!

Ho però pensato, ricordando vecchi insegnamenti come fosse una liturgia, che stavo ascoltando il mio segretario, vorrà pur dirmi qualcosa! perché allora non riesco a capirlo?

E poi, fa o non fa il verso al più collaudato Presidente nostro del Consiglio, quando parla con alle spalle una scalcinata libreria. Non riesco, non riesco a capire.

E lo smanicamento delle maniche, sarà lo stesso di Obama? E perché dice di candidarsi per portare il Partito verso il futuro? La sua biografia parla chiaro, pur essendo anagraficamente giovane, il suo nome circola da quando io, ora prossimo ai quaranta, avevo dieci anni.

Insomma voleva essere chiaro, voleva trasmettere qualcosa? Io avuto estreme difficoltà a capire, nonostante mi fossi messo sulla lunghezza d’onda del militante che ascolta il proprio segretario.

Fortunato però è stato il pranzo di ieri dai miei; guardavamo Sky TG24 e mentre il giornalista intervistava Franceschini, mio padre posa la forchetta sul tavolo e, con piglio siculo, esclama: «Ma quanto scimunito è Franceschini?».

Mi volto immediatamente verso di lui pensando a come avesse osato contrastare il segretario, papà, prossimo ai settanta.

Mai frase però, così semplice, così diretta, così di breve durata, fu altrettanto efficace; cominciarono infatti a chiarirsi tutti i dubbi e me ne vennero altri a cui trovai subito risposta.

E quindi: si può dire di non voler consegnare il Partito a chi c’era prima? No non si può o meglio, il PD c’è da due anni e prima c’era uno dei suoi più grandi sostenitori, Veltroni. E molto prima chi c’era? I quadri dirigenti di DS e Margherita, forse, anzi sicuramente.

La parola rinnovamento nel video di Franceschini comincia a rasentare la retorica: cosa s’intende per rinnovamento?

Sono stufo di questo finto coinvolgimento delle giovani classi dirigenti o meglio m’interessa poco. -Tra l’altro oggi nella mia Torino si riuniscono i quarantenni del Partito- .

Voglio idee giovani che sappiano camminare, restare in piedi, guardare e progettare il futuro, che poi siano ispirate anche da una persona giovane o meno a me poco interessa e credo poco interessi alla base e ai simpatizzanti di quello che fu e continua ancora a credere di essere, il centrosinistra.

Voglio idee che tolgano il trattino tra centro e sinistra, voglio una politica che sia “per” e non “contro”.

Io tutto questo, nei setteminutisette del discorso di Franceschini non l’ho sentito e a quanto pare nemmeno mio padre.

 

Tutti però pronti ad andare alle primarie, grande dimostrazione democratica di partecipazione. D’accordissimo, occorre però che ci sia un’organizzazione -appunto- democraticamente seria.

Sono state già decise le regole e per farla breve, potranno votare tutti, iscritti e simpatizzanti; io personalmente, ora come ora, avrei fatto votare solamente i primi.

Non è possibile infatti far votare tutti quando non si ha un registro d’iscrizione quando chiunque può entrare in più circoli e votare per la stessa persona, uno, due, tre, enne volte.

Vanno dette queste cose se vogliamo veramente definirci democratici. Quali sono gli unici registri in possesso del PD? Quello dei propri iscritti appunto.

Oppure prima di iniziare le primarie, chi volesse partecipare va ad iscriversi ad un apposito registro senza obbligatoriamente avere in tasca la tessera PD.

E che non mi si taccia di scarso spirito democratico perché per parlare seriamente di democrazia occorre ci siano regole a partire anche da cose come queste.

Vi lascio amici cari, con i video di Franceschini e Bersani, i due prossimi candidati delle primarie, quello del terzo uomo, mio papà, è undercostruction. (Salvatore Sblando)

 

www.youtube.com/watch?v=Ai953Ncma4M (video franceschini)

www.youtube.com/watch?v=oBd1A1NLH1s (video bersani)


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.0%
NO
 25.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy