Martedì , 22 Ottobre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Valter Vecellio. Biotestamento: “Famiglia Cristiana” settimanale radicale?
12 Gennaio 2011
 

Biotestamento e situazione delle carceri e della giustizia in Italia. All’apparenza può sembrare come voler mescolare pomodori e mandarini. Ma qualcosa in comune c’è. La maggioranza di centro destra, il governo Berlusconi appaiono intenzionati a varare in tempi brevi la legge, già approvata dal Senato, che non tiene in alcun conto la volontà del paziente, del malato; e in sostanza gli nega il diritto di stabilire quando una vita non è più degna di essere vissuta.

Clericali in servizio permanente attivo sono mobilitati in queste ore, dal ministro Maurizio Sacconi che in quanto titolare del Lavoro dovrebbe forse occuparsi più di cose che sono attinenti al suo ministero – ieri due lavoratori sono morti, la media è appunto di due incidenti mortali al giorno sul lavoro, una vera e propria strage – alle Eugenie Roccelle, che hanno trovato sponde e derive nelle Paole Binetti e nei Silvano Moffa. Ieri questi militanti del partito della sofferenza sempre e comunque, hanno compiuto un ulteriore passo nel processo di imposizione di una legge irrazionale e autoritaria, imponendo la sua calendarizzazione a febbraio. È evidente che la maggioranza non vuole una buona legge, né tantomeno dei temi cosiddetti etici, ma sono interessati solo al loro uso strumentale. L’unica cosa che interessa loro è mostrarsi ossequiosi ai diktat vaticani.

A denunciare il cinismo e la strumentalità, la violenza di questa maggioranza, non sono solo i radicali. Anche nella comunità dei credenti si levano voci critiche, di dissenso. Per esempio oggi leggiamo una severissima analisi di quel che accade: «Il quoziente familiare, il testamento biologico e il fine vita sono provvedimenti usati in modo strumentale dalla politica, per scompaginare le fila avversarie» o come merce di scambio, per ottenere qualche voto in più e riagganciare forze politiche. Non lo dice un irriducibile anticlericale, ma è quanto si può leggere nell’editoriale che apre l’ultimo numero del settimanale Famiglia cristiana.

«Oggi» afferma il settimanale dei paolini «conta di più affermare i principi, magari con la forza, piuttosto che trovare vere soluzioni ai problemi. Qualunque sia il tema. È la politica degli annunci e dei rimandi». E c'è di peggio. «Importanti provvedimenti come testamento biologico e fine vita, si fanno solo per scompaginare le file avverse. Per mettere in difficoltà, evidenziare contraddizioni e divisioni. Merce di scambio per riagganciare forze politiche. Per qualche voto in più. Per galleggiare, comunque».

Presa di posizione pesante, ma che appare – come certificano tutti i sondaggi demoscopici – tutt’altro che isolata. Tuttavia da Silvio Berlusconi a Umberto Bossi, da Pierferdinando Casini a Gianfranco Fini, tutti si preoccupano soprattutto di compiacere le gerarchie vaticane.

Veniamo ora alla situazione carceri e giustizia. La UIL Penitenziaria, attraverso il suo segretario Eugenio Sarno ha denunciato che con i pochi fondi che il governo ha messo a disposizione c’è il serio rischio della paralisi completa. «Stimando una presenza di 68mila detenuti, occorrerebbero circa 106 milioni di euro. Al DAP invece ne sono stati assegnati 85,3; e sono stati ridotti anche gli stanziamenti per manutenzione, mezzi e indennità». Non solo. Le carceri italiane sono affollate prevalentemente di persone giovani e, sempre più spesso, sono i giovani a morirvi: nei primi 10 giorni dell’anno 4 detenuti di età compresa tra i 28 e i 35 anni sono deceduti per cause naturali e 1 internato di 32 anni si è impiccato nell’Opg di Aversa.

Lo scorso anno per “cause naturali” sono morti 107 detenuti, la loro età media era di 39 anni: 73 casi sono stati archiviati senza alcuna ulteriore indagine, dopo che dalle ispezioni cadaveriche non erano risultati segni di violenza sui corpi, e classificati come “decessi causati da malattia”. Nei restanti 34 casi è stata avviata un’inchiesta giudiziaria, con ipotesi di reato di varia gravità (dalla omissione di atti d’ufficio, fino all’omicidio colposo) a carico di operatori sanitari e penitenziari, ma finora soltanto 7 procedimenti si sono conclusi e tutti con un “non luogo a procedere”. Qualunque sia l’esito delle indagini ancora in corso è inconfutabile il fatto che per un detenuto la probabilità di morire per “cause naturali” sia molto più elevata che non per un coetaneo libero. Carceri, giustizia, ma si potrebbe dire anche immigrazione, diritti di tutti e di ciascuno: il sentire del credente, è più vicino a quello che dicono, fanno, vogliono le gerarchie vaticane, con i loro mille divieti e proibizioni; o con quello che dicono, fanno, cercano di fare i radicali, una politica di diritti che significa facoltà, possibilità, non obblighi e imposizioni?

Risposta scontata, si dirà; tutti i sondaggi demoscopici certificano che su testamento biologico e fine vita, ma anche su eutanasia, la maggioranza degli italiani è più in sintonia con Marco Pannella, Emma Bonino, i radicali, che con Binetti, Sacconi, Roccella.

Lo sappiamo, e lo sanno anche dalle parti del Partito Democratico. Resta dunque un mistero il perché su questi temi non esprimano una posizione netta, chiara, comprensibile. Nel farlo si perderà magari un Beppe Fioroni, che è cosa di cui ci si può fare una ragione. In compenso si recupererà fiducia e credito di tanti che si sono allontanati dalla politica perché stomacati dai mille giochetti e manfrine che dovevano (e devono) vedere e subire.

 

Valter Vecellio

(da Notizie Radicali, 12 gennaio 2011)

 

 

Altri commenti all'editoriale,

e sull'ultimo numero, di Famiglia Cristiana

> Libero-news.it

> la Repubblica.it

> il Giornale.it


Articoli correlati

  Testamento biologico: dell’eutanasia si può parlare solo per vietarla!
  Testamento biologico. Anche senza legge è possibile farlo
  Milano. Approvato il registro del biotestamento
  Benedetto Della Vedova. Caso Englaro e testamento biologico
  Valter Vecellio. La situazione: il TAR sul testamento biologico
  Valter Vecellio. Se il Vaticano vuole aiutare il paese autoriduca prebende e finanziamenti
  Ora si firma su cannabis terapeutica e testamento biologico in Lombardia
  Milano. Socialisti in piazza contro Formigoni per il caso Englaro
  Testamento biologico. La fretta della maggioranza di portare a casa una legge promessa al Vaticano
  Ass. Coscioni. Biotestamento: grande folla ieri in Piazza ma in Senato lo terranno presente?
  Comunità Isolotto. “Liberi di decidere”
  Testamento biologico. Cronaca di una settimana parlamentare
  Valter Vecellio.Testamento biologico: il baratto scellerato tra governo e Vaticano è chiaro, evidente a tutti
  Comunità dell'Isolotto. Testamento biologico e amore per la vita
  Valter Vecellio. La situazione: il presidente della CEI detta le condizioni del Vaticano
  Luca Kocci. Sul fine-vita non si fiata
  Miriam Della Croce. Bagnasco si contraddice
  Noi Siamo Chiesa. Lettera aperta alle associazioni dell’area cattolico-democratica
  «Lascio il mio testamento agli atti. Perché questa legge è mostruosa»
  Radicali Sondrio in piazza a favore dei Rom e per il testamento biologico
  Diritto alla vita e vita dello Stato di diritto
  Testamento biologico. Uno spaccato storico, politico, culturale e scientifico
  Osmetti e Cappato. Abbiamo fatto un passo avanti verso il testamento biologico a Sondrio!
  Tutti a Roma in Piazza Farnese, oggi ore 15
  Testamento biologico: Anche a Sondrio si può
  Testamento biologico. Discussione e votazioni al Senato
  “Il testamento biologico: problemi aperti e prospettive”
  Sondrio. La maggioranza dei Consiglieri a favore del testamento biologico
  Associazione Coscioni. “Il Testamento biologico nel tuo Comune”
  Testamento biologico. Discussione Senato. Appello alla ragionevolezza: evitiamo una legge ideologica
  Testamento biologico/Eutanasia. Presentato disegno di legge
  Englaro. Finalmente si pone fine a trattamento indegno. Subito legge sul testamento biologico
  Marco Cappato. Caso Binetti
  Testamento biologico: accordo sui principi o spartizione dei principi?
  Testamento biologico-Vaticano. Quale elemento di novità?
  Maria Antonietta Farina Coscioni. Biotestamento: otto convinti e decisi NO
  Rocco Berardo, Associazione Coscioni. Per Eluana, 17 anni dopo
  Testamento biologico. La volontà del paziente deve valere anche per l'idratazione e l'alimentazione
  Registro del testamento biologico a Morbegno
  La morte di mia madre. E quella di Seneca
  Comunità cristiane di base. Sulla proposta di legge sul testamento biologico all'esame del Parlamento
  “Ecumenici”. Cultura teologica e presenza pastorale femminile
  M.A. Farina Coscioni. Sia coerente il sottosegretario Roccella, e proponga la modifica della Costituzione
  Valter Vecellio. Englaro e Pannella. Scandalo fasullo e scandalo vero
  Maria Antonietta Farina Coscioni. Biotestamento, il Pd cosa fa?
  Mario Staderini, Marco Cappato. Biotestamento: ora grande manifestazione per bloccare dl Calabrò
  Radicali Sondrio riprende la raccolta firme
  M. A. Farina Coscioni. Berlusconi sbaglia: per Eluana non c'è stata alcuna interferenza dei magistrati
  “Una legge clericale”. Noi Siamo Chiesa sul testamento biologico
  Testamento biologico: una legge mostruosa che occuperà le aule dei tribunali
  Vittorio Bellavite / Enzo Marzo. Sul paragrafo 2278 del Catechismo
  Alessandra Pioggia. I registri comunali delle dichiarazioni anticipate di trattamento
  Elisa Merlo. La libertà della Barbie
  Francesco Pullia. Accanimento terapeutico. Nella Chiesa non c’è un pensiero unico
  Testamento biologico. Non parte la discussione, segnale positivo!
  Anniversario di Eluana Englaro: presidio a Milano, martedì 9 febbraio
  Associazione Coscioni: oggi Consiglio generale con Bonino e Marino
  Diritti: “Il parlamento si riscatti con la legalizzazione dell'eutanasia”
  Testamento biologico. L'Aduc aderisce all'iniziativa “Senatore per due ore” con 200 emendamenti
  Giornata nazionale sugli stati vegetativi: Governo di cattivo gusto e strumentale!
  Lidia Menapace. Sul conflitto Governo-Famiglia Cristiana
  Ecumenici. Solidarietà a Famiglia Cristiana
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.7%
NO
 24.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy