Domenica , 09 Agosto 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Scuola > Laboratorio
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
I ragazzi del “Donegani” di Sondrio leggono Grytzko Mascioni 
Così Teglio ricorda il suo grande poeta e scrittore
17 Agosto 2007
 

Anche quest’anno, per la quarta volta, Teglio ha celebrato il ricordo dello scrittore e poeta retico Grytzko Mascioni, morto a Nizza nel 2003.

L’attenzione è stata posta sulla presentazione di un libro realizzato dagli alunni di quarta e quinta del Liceo scientifico “Donegani” di Sondrio e a cura dei loro due professori Cristina Pedrana e Gianluca Moiser. Tanto per dire non è stato invano, questo il titolo del volume (a far da eco a un verso dell’ultima poesia di Mascioni, dedicata alla moglie Angela, poco prima della morte), è il risultato dello studio dell’ultima raccolta poetica di Grytzko Mascioni Angstbar (il bar dell’angoscia). Si tratta di un testo di non facile lettura – ripetono gli insegnanti, presenti in sala, e conferma Ernesto Ferrero, noto scrittore e amico di Mascioni – un testo profondo, alto, con diverse tematiche ad intrecciarsi, tutte di grande spessore umano e culturale: la morte, il dolore del distacco dalle persone care e dalle situazioni amate… Il tutto con lo stile tipico di Mascioni: una lingua scintillante – così l’ha definita la curatrice Pedrana – e nel contempo molto colta, con molti classicismi, vocaboli aulici, altri del ‘500, altri ancora attinti da un gergo specifico, ad esempio quello della box (passione frequentata in gioventù dall’autore)… e ancora, abbondanza di figure retoriche, in particolar modo della metafora. Questa vera e propria altalena linguistica è servita da stimolo per i ragazzi, che fortemente hanno voluto approfondire la comprensione dei testi, non accontentandosi del solo potere evocativo e del già profondo impatto emotivo, ma desiderando, appunto, una spiegazione metodica attraverso cui raggiungere in un secondo tempo il puro piacere del verso. Questo, a volte, nonostante la nostra reticenza a voler andare oltre a quel rapporto del tutto personale fra poeta e lettore che, a mio parere, è fondamento stesso per l’apprezzamento della poesia e che solitamente nasce quasi spontaneamente.

I ragazzi sono stati invitati a leggere il poemetto Angstbar attraverso il metodo della “ricerca d’aula”: assegnazione di un testo, accompagnato da alcune, precise linee-guida, esposizione individuale di ciò che si è colto, che più ha colpito ogni lettore, discussione collettiva coi compagni e, infine, elaborazione di un testo esplicativo della poesia letta. Si tratta di una procedura che richiede molte ore e che, per ragioni di disponibilità temporali, è poi stata sostituita dall’assegnazione di una o due poesie a ciascun alunno col compito, altrettanto puntuale, di approfondirle in modo completo, come farebbe un pianista con la partitura del pezzo che deve interpretare, ha suggerito Ferrero, il quale ha rimarcato quanto sia meritorio il lavoro intrapreso da Pedrana e Moiser che, come i bravi maestri di cui tanto s’avverte il bisogno di questi tempi, hanno accettato il compito difficile e magnifico di tentare di accendere quelle lampadine preziose che sono le passioni intellettuali con cui nutrire i futuri cittadini del mondo, in modo retto e creativo.

Ragazzi coraggiosi, gli alunni del “Donegani” di Sondrio che, così facendo - cito dalla prefazione di Ferrero nel libro - hanno affermato una verità che oggi si tende a rimuovere: il futuro può essere ancora giocato e vinto solo se si ha la determinazione di imporsi prove difficili, e per questo formative. Invece di lasciarsi andare alle comode autostrade della facilità, hanno scelto le pareti di roccia dei loro monti. Non so dove Grytzko adesso sia, ma so di certo che è orgoglioso di loro.

 

Annagloria Del Piano

 

 

Cristina Pedrana e Gianluca Moiser (a cura di)

Tanto per dire non è stato invano

I ragazzi del Liceo Donegani di Sondrio leggono Grytzko Mascioni

Associazione “Grytzko Mascioni”, 2007, pagg. 188

 

Per informazioni:

Associazione Grytzko Mascioni

c/o Museo Etnografico Tiranese

Piazza Basilica, 30 – 23037 Madonna di Tirano

 

Riferimenti bibliografici:

Grytzko Mascioni, Angstbar, Nino Aragno Editore, 2002


Articoli correlati

  Liceo “Donegani” Sondrio. Per una lettura di Grytzko Mascioni
  Angstbar. Poesie 1991 – 2003
  Angstbar. EXIT finale
  Angstbar. Teddy di sguincio nello specchio osserva
  Angstbar. La purità dell’acqua o il suo stagnare…
  Giuseppina Rando. La lezione di Gritzko Mascioni
  Angstbar. Di un bevitore tardi ravveduto
  Fondo documentario Mascioni della TSI
  TELLUS 26. Inediti di Grytzko Mascioni
  Consegnato il fondo Mascioni/RTSI
  Gino Songini. Io ti ricordo, caro professore
  Approda a Sondrio la mostra itinerante “per Mascioni”
  Figura d’ombra. Artisti e poeti per Grytzco Mascioni
  Ricordando Grytzko Mascioni
  Iniziative Associazioni/ Dieci anni con Grytzko...
  Emilio Salgari e Grytzko Mascioni. A Teglio e a Bormio con Ernesto Ferrero
  Alla serata in memoria di Grytzko Mascioni la presentazione del libro postumo “Tempi supplementari”
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.2%
NO
 25.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy