Lunedì , 18 Dicembre 2017
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Telluserra
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Marco Furia: L'onirico canto di Silvia Comoglio. Otto poesie inedite.
Silvia Comoglio
Silvia Comoglio 
29 Ottobre 2007
 

Con grande piacere, presento ai lettori-navigatori le calibrate scansioni poetiche di Silvia Comoglio, autrice dell’articolata raccolta Ervinca (LietoColle, 2005), nonché di pregevoli inediti.

Si tratta di un’attenta versificazione, tale da coniugare ben controllate cadenze e spontanee offerte integre, disponibili, rese sulla pagina con l’intensità propria della poesia migliore, quella che non si abbandona a impulsi emergenti, ma nemmeno li tradisce.

In siffatto àmbito si svolgono le affascinanti opzioni di una poetessa capace di proporre, vigile, mondi onirici e fiabeschi, vividi e magmatici, la cui consistenza, per nulla labile, trae indubbiamente origine da tenace fiducia, da (conscio) credito concesso al peculiare mezzo espressivo.

Un gesto poetico, insomma, che richiama vivifici enigmi senza risultarne vittima, padroneggiando una materia non facile, nella consapevolezza di quanto sia necessario (e arduo) affinare uno specifico idioma per offrire, nitide, sensazioni e immagini interiori che la normale etichetta linguistica riesce a indicare soltanto in maniera superficiale.

Suggestivi versi, davvero.

   

Marco Furia

 

 

 

ONIRICO CANTO I

 

fu acqua - in vólo rovesciata

l’álbero che crebbe enorme come arco,

da un polo - estremo - all’altro ---
---

 

óra sono io, l’álbero del cardo,

quésto solo bacio

sénza - mia coscienza, che cresce

crésce - e ancora abbonda

déntro - il suo silenzio,

l’álbero che tace

soffiandosi di tempo, e debordando

sémpre - in questo tempo

 

[  ]

 

 

ONIRICO CANTO III

 

fu vásto términe di voce

il réfolo che tuona

déntro - la sua eco ---
---
 

come dire - che tutto

è già vicino, in ómbra solo fatta

a dónna - sulla porta? come dire:

sono corvi! - le nótti

senza sogno, óffe - dove fosti

quésta sola alba, il fúmmo

del témpo - di una stanza

 

come dire: non il sogno

ma la luna è lábile nel canto,

la lúna - che è tónda,

e tónda e tónda

 

 

ONIRICO CANTO IV

 

vegliarvi

è farvi ancora un giorno

- nel nulla - sémpre

sempre amato ---

---

 

enórme - è questo

solo tempo - di álbero più alto

quésto solo lungo - sórgere del fuoco

da órchi - e nómi - e córsi

condivisi

 

enórme

l’ángelo dell’alba,

la líte - dell’ómbra che già disfa

máschere e terrazze, térre solo erette

nel lámpo di caduta

 

 

In do maggiore XX.I

 

L’élmo - è quésto solo elmo

al buio - già sognato. Quésto

strídulo ridire il niénte che risveglia

foláte sempre scosse - da últimi segreti,

in cui chiedi e mi richiedo

se già è narrata quésta sola ferma

érba sulla terra, e la pianta

tutta già discussa, e il témpo,

quel témpo del non-dire, che divenne

nuovo e - mirabondo!

in nótti - già turchine…

...

 

             

 

Canto

 

ébbro fu cercare

ó-ttimi consigli

 

tútto fu allora - differente,

il péso - e il tuo dormire, e quánto qui già tarla

il bordo della carta. fu rónda

dal témpo contenuta

in fiévole tua eco, il vágo

sogno a risalire

págine di sghembi - fásci -

della luce: → l’álbero di sera

appena accantucciato déntro la montagna,

nel fondo - duro - della pietra

---

 

 

 

Piccola fiaba in do minore

 

l’ángelo disperso è saldo,

sáldo - sopra al mare…

 

amare voi, mio píccolo signore,

è un rívolo di voci a néve trascinato

è scégliersi di sera  un’altra sola storia

álta - sulla luna, per éssere del grido

l’último sorriso: núda - térra -

a meraviglia

__________

 


 

 

Re diesis VII. 9

 

il mio sempre - sapete -

è ombra di soggetto, básso

sogno basso in cui solo

io cospiro, scendéndomi stanotte

a lénto - amore aperto,

guádo - perfétto - di respiro

---

 

 

 

INFINITO TEMPO

 

Verrebbe ancóra, per sémpre silenzioso,

sotterráto  - sémpre -  nella luna, sémpre solo a dirci

come il bósco  - appénda sulla terra

crépide di soffio

 

[  ]

 

Silvia Comoglio


Articoli correlati

  Marco Furia: Dinamiche staticità e Sassei linguaggi di Shin Tanabe
  Marco Furia: Una statica danza? Dedicato a Shin Tanabe
  Marco Furia: Cruciverba notturno. Visual poem
  Marco Furia: Petrarcheschi barbagli. Su Alessandro Giorgi.
  Marco Furia: Insonnia. Visual-poem
  Marco Furia: Cruciverba. Visual poem
  Marco Furia: Poetica filosofia
  Marco Furia: Concentrata voce. Su Marie-Thèrése Kerschbaumer
  Flavio Ermini. L’esperienza poetica del pensiero
  Marco Furia: Pagina d'erbario
  Genova 16 giugno: Una giornata al 22° Festival internazionale di Poesia
  Marco Furia: Strane parole. Recensione di “Anime strane” con tre brevi storie antologizzate.
  In libreria/ Silvia Comoglio. “Tratteggi” di Marco Furia
  Marco Furia: Silente meraviglia. Pensiero visivo di Bruno Conte
  In libreria, Eventi/ Marco Furia. Commento a tre strofe di “scacciamosche (nugae)” di Silvia Comoglio
  Tiziano Salari, la ricerca poetica di Marco Furia
  Marco Furia: i “Nitidi tratti” di Shigeru Matsui
  Marco Furia: Amorose parole. Su “Il Bene” di Mario Fresa.
  Poesia d'autore/ Iosif Brodskij. Da “Natura morta”
  Silvia Comoglio: "Canti Onirici". Prefazione di Marco Furia
  Gian Paolo Guerini: THE SMALL OUTSIDE con PICCOLE VARIAZIONI di Silvia Comoglio
  Poeti “in gran segreto” con il Festival 'Internazionale' a Ferrara
  Poesia d'autore/ Anna Achmatova. Il re dagli occhi grigi
  Premi e concorsi/ Poesia e prosa: i vincitori del “Lorenzo Montano” XXXI edizione
  Vetrina/ Silvia Comoglio. In re minore
  In libreria/ Silvia Comoglio. Il Vogatore
  In libreria/ Silvia Comoglio. “Le intermittenze della pioggia” di Mirko Cremasco
  Iniziative/ “In gran segreto” Ferrara invasa dai versi
 
Opere correlate

 
Immagini correlate

 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 4 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 62.9%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 36.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy