Martedì , 21 Agosto 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > AgriCultura > Il mortaio
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
I formaggi principi delle Orobie a Cheese 2011 
Folla al maxistand alla fiera internazionale di Bra (Cuneo) con americani, giapponesi e inglesi in prima fila
17 Settembre 2011
 

Oggi si presenta il libro di Michele Corti sulla storia del Bitto “brembano”

 

 

Bra (Cuneo) – Un’inaugurazione col botto per i “Formaggi principi delle Orobie” ieri 16 settembre, alla fiera internazionale di Bra (Cn). A iniziare dalla posizione regale all’interno della rassegna: alleati sotto un unico marchio, i rappresentanti di Branzi Ftb, Formai de Mut, Strachitunt, Agrì di Valtorta, Stracchino all’antica delle Valli Orobiche e Bitto Storico espongono in un’area assolutamente privilegiata: aprono la lunghissima serie di presidi Slow food ma, a differenza di tutti gli altri, limitati a uno stand di dieci metri quadrati, i formaggi orobici dispongono di uno spazio coperto di 350 metri, con grandi pannelli illustrativi. E soprattutto sono ospiti della “Piazza della resistenza casearia”, movimento che Slow food offre solo a prodotti per così dire “controcorrente”, definiti “buoni, puliti e giusti”. Ieri, per tutta la giornata, il maxistand dei formaggi orobici è stato visitato per gli acquisti e soprattutto per le degustazioni, prima del Bitto Storico, quindi di Agrì e Strachitunt e, infine, di Branzi Ftb. Il tutto abbinato con la birra artigianale Zago di Pordenone e piatti originali (gnocchi al paruc orobico, lasagnette alla polmonaria, polenta taragna) preparati dallo chef Fabio Oberti del ristorante “La Baracca” di Camerata Cornello e serviti dalle Donne di montagna di Ornica.

A rappresentare e illustrare i formaggi Francesco Maroni della Latteria sociale di Branzi, Paolo Ciapparelli per il Bitto storico, Ferdy Quarteroni per il Formai de Mut (produttore e titolare dell’omonimo agriturismo di Lenna, presente in fiera con proprio stand), Beppe Stefanelli per l’Agrì di Valtorta, Alvaro Ravasio per lo Strachitunt Valtaleggio e Marco Fustinoni per lo Stracchino all’antica. «Un grande successo fin da subito» dice Francesco Maroni, presidente anche della Fiera zootecnica e casearia San Matteo, in programma da venerdì a domenica a Branzi «che sottolinea ancora di più la validità del nostro progetto e della nostra alleanza».

Alle degustazioni, per gli acquisti o per contratti commerciali, in visita anche americani, giapponesi, tedeschi e inglesi. Tra le curiosità l’allestimento di un calecc, una sorta di grande tenda tipica dimora dei bergamini delle Orobie in alpeggio. Qui trova spazio il Bitto storico, prodotto, oltre che nelle Valli del Bitto (Sondrio), anche sugli alpeggi dell’alta Valle Brembana: con uno spazio commerciale (nonostante i prezzi, il Bitto del 2007 è venduto a 75 euro al chilo) preso d’assalto da intenditori e non solo. E proprio oggi, alle 17, al Caffè letterario e musicale nel cortile di Slow food editore, il docente universitario di sistemi zootecnici e pastorali Michele Corti presenterà il libro I ribelli del Bitto, volume che ripercorre la storia del formaggio più pagato al mondo: le sue origini orobiche, tra Gerola, Albaredo e alta Valle Brembana, l’arrivo della Dop con l’estensione «impropria» della produzione a tutta la Valtellina e, quindi, la secessione dei produttori di Bitto Storico, che hanno riportato la culla del formaggio solo sulle Orobie, compresa l’alta Valle Brembana.

Cheese” proseguirà fino a lunedì 19 settembre.

 

Formaggi Principi delle Orobie

info@fierasanmatteo.it


Foto allegate

Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 76.5%
NO
 23.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy