Giovedì , 18 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Vincenzo Donvito. A cosa serve l'Ordine giornalisti? A censurare la libertà d'espressione e di lavoro...
11 Maggio 2010
 

L'Ordine dei giornalisti del Lazio ha deciso di aprire un procedimento disciplinare contro un proprio iscritto, l'on. Massimo D'Alema, «per le frasi offensive» pronunciate contro il co-direttore de Il Giornale, Alessandro Sallusti, nel corso della puntata della trasmissione Rai “Ballarò” dello scorso 4 maggio.

Senza entrare nel merito, ché al massimo ci potrebbe interessare per i risvolti giudiziari e penali degli argomenti che hanno suscitato l'alterco tra i due giornalisti, dopo addirittura una settimana l'ordine di questa professione si fa sentire. Eppure, non ci sembrava che non avesse possibilità di intervenire più tempestivamente... avrà preso tempo per fare le proprie valutazioni politiche...

Per chi ancora non ha ben inquadrato la funzione degli ordini professionali nel nostro sistema di libertà e lavoro, l'occasione è ghiotta: un giornalista manda a farsi fottere un proprio collega, oltre agli scontati commenti di apprezzamento o meno (dipende dalla parte politica da cui ci si esprime), ci si aspetterebbe, se parte lesa si senta tale, che quest'ultima si rivolga ai giudici per ottenere soddisfazione. Ma non è così. Come nel mondo dei cavalieri a cavallo di un tempo: se un cavaliere manda a farsi fottere uno stalliere, finisce lì, ma se a farsi fottere è stato mandato un altro cavaliere... apriti cielo: la corporazione dei cavalieri interviene a tutela del buon nome dei propri affiliati. Corporazione di cavalieri che se qualcuno vuole fare il cavaliere, decide chi sì e chi no. Non solo, ma se qualcuno fa il cavaliere per un principe e non è iscritto alla corporazione, al principe gli levano le guarentigie e il cavaliere illegale viene marchiato a fuoco sì che tutti lo possano evitare.

Quanto sopra è quanto accade con l'Ordine dei giornalisti: decide -in nome della propria legge (quindi non quella uguale per tutti)- cosa sia libertà d'espressione e cosa sia libertà di lavoro.

E questo è quello dei giornalisti. Poi c'è quello degli ingegneri, dei medici, degli avvocati, etc. Grossomodo tutte le cosiddette libere professioni che, di libero, hanno conservato solo il nome.

Proprio come l'abbonamento o canone alla Rai (che è un'imposta obbligatoria): le parole vengono usate indipendentemente dal fatto che abbiano un'accezione contraria al loro significato. Va da sé che il potere politico non nasce dal Parlamento (dove si dovrebbe parlare) ma dalla tv, dove le fiction diventano realtà... Ops!... reality.

 

Vincenzo Donvito, presidente Aduc


Articoli correlati

  Censura. Ordine giornalisti, sospensione Sallusti. Referendum per abrogare l'Ordine?
  Mancata istituzione di nuovi ordini professionali. Una buona notizia per il mercato!
  Primo Mastrantoni. Liberalizzazioni: Farle, non annunciarle
  Riforma Forense. Voto contro norma corporativa e illiberale
  Liberalizzazione mercato farmaci. Le corporazioni all'attacco... BASTA!!!
  Donatella Poretti. A ciascuno il proprio ordine
  L'irriverente. Scandalo latte artificiale. Aboliamo l'Ordine dei medici
  Decreto liberalizzazioni. Emendamenti per il riconoscimento dei patrocinatori legali
  Rita Bernardini e Marco Cappato. V-Day: benvenuto a Grillo sui referendum. Ci saremo...
  Vincenzo Donvito. Ordine dei giornalisti. La maggioranza di Governo vuole abolirlo? Procedano
  Sanità. Audizione Sacconi in Senato
  Appello dei medici: abolire l'Ordine professionale
  Farmacie. Liberalizzazioni, ampliamento pianta organica e parafarmacie
  Donatella Poretti. La mia legislatura in tre episodi
  Medioevo alle porte: riforma della professione forense in arrivo
  Il Governo contro l'Antitrust: il suo parere sulle professioni sanitarie non interessa!
  Donatella Poretti. Liberalizzazioni
  Liberalizzazioni. 30 milioni in più con l'abolizione del limite di 6 anni per i praticanti procuratori
  Stefano Bardi. Jesi in rima: omaggio a Marco Bordini
  Liberalizzare il mercato dei farmaci
  Vincenzo Donvito. Ordini professionali. Per l'Antitrust frenano sulle liberalizzazioni...
  Poretti e Perduca. Riforma forense: 12 fantasmi fanno adottare legge
  Manovra anticrisi: la riforma della controriforma forense? Un cambio di rotta Radicale!
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.8%
NO
 35.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy