Mercoledì , 12 Dicembre 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Sì, viaggiare
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Carlo Forin, Semerano. Archeologia linguistica.
Giovanni Semerano
Giovanni Semerano 
15 Maggio 2006
 

- Canto per me solo? - è stata la sua ultima domanda, fatta a circa novantaquattr’anni.

L’ha dettata a Maria Felicia Iarossi chiudendo la sua La favola dell’indoeuropeo(1). Non riusciva più a scrivere. A me ha chiesto, per favore, di smettere (alla mia quarantesima lettera) perché il figlio, al quale doveva dettare, lo rimproverava per la sua volontà di rispondere sempre, scomodandolo ogni volta.

Un maestro.

Il suo capolavoro di linguistica storica era stato pubblicato nel 1984 dalla casa Olschki di Firenze: Le origini della cultura europea. Un immenso manuale di onomasiologia, cioè di confronto dei nomi di luogo, di popoli, di dèi in tutte le lingue dell’Europa fatto con l’accadico per comprovare quest’unica origine. Nel 1994 ha completato l’opera con due dizionari greco-accadico e latino-accadico (1.500 pagg. in tutto). Considerava il sumero una lingua di sostrato. Il tutto mi è costato mezzo milione, nel 1999: troppo per diventar popolare. Se aggiungete che si dichiarava ‘accademico di nulla accademia’ e che gli accademici ne parlano agli allievi come di un superato dalla storia, allora capirete il suo isolamento.

Un maestro di linguistica storica che ha speso la vita per comprovare l’origine orientale degli Etruschi. Un Toscanaccio irriducibile, capace di rifiutare incarichi accademici per non distogliersi dal suo obiettivo.

 

Noi vogliamo cominciare il nostro Viaggio nell’archeologia linguistica in memoria di Semerano, scomparso nel luglio 2005.

Scriveva che l’esplorazione dell’antichità ha capofila la linguistica storica che precede ogni altro tipo di studi. Le altre discipline possono seguire grazie all’emersione di significati perduti dalle parole che abbiamo in uso. A questo scopo ha pubblicato, nel 2001, L’infinito: un equivoco millenario. Per chiarire, anche ai non eletti, che apeiron (apeiron), fu fonte di equivoci tradotto dal pensiero filosofico greco con ‘infinito’ anziché con ‘polvere’, come intendeva Anassimandro («Anassimandro […] disse principio […] degli esseri l’apeiron e in quegli elementi dai quali gli esseri hanno origine essi hanno la dissoluzione, per legge fatale. Perché essi pagano gli uni agli altri la giusta pena della loro iniquità nell’ordine del tempo»(2)).

 

Al nostro capofila rispondiamo: non canti per te solo!

Ma, visto il tuo isolamento attuale, prendiamo atto che il campo non è ancora condiviso. La sociologia può seguirti partendo da un’osservazione: la società attuale, isolandoti, ti allontana nella protostoria; e la società antica si lascia leggere, nella sua religiosità, attraverso i nomi degli dèi dando sostegno al tuo orientamento in una esplorazione fatta però a lampi nel buio. Alla tua onomasiologia –studio comparato dei nomi- aggiungiamo la teonomasiologia –studio comparato dei nomi degli dèi-.

I nomi degli dèi sono dei microcosmi sociali (in quanto sintesi di culti e di nomi) e reperti linguistici ‘invarianti’ rispetto alle lingue che cambiano. Il baobab e l’insalata durano nel tempo come il nome di un dio (millenni) e come una lingua, (l’insalata, una stagione). La durata temporale diversa consente di evidenziare nella stessa scrittura un linguaggio ed un metalinguaggio attraverso l’accumulo di significati.

La parola rivela di essere una carota temporale a vari strati: come la carota geologica svela le diverse età della terra (tellus) così la carota verbale mostra le diverse età della civiltà dell’uomo (< sumero: TE EL SUL ‘incontro l’aria ed il sole’).

Enigma indica un rovello del pensiero. E NIG MAH indica in sumero ‘casa delle troppe cose’.

L’archeologia linguistica arricchisce di significati la nostra parola.

 

Ci proponiamo di esplorare la prossima volta la parola amore, nel suo significato storico ed archeologico.



(1) Cento paginette pubblicate da Bruno Mondadori, nel 2005, con la prima edizione esaurita.

(2) Giovanni SEMERANO, L’infinito: un equivoco millenario, Milano, Bruno Mondadori, 2001, p. 34.


Foto allegate

Articoli correlati

  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario della malattia (2)
  Carlo Forin: Diario del 24 e 25 dicembre 2008
  Carlo Forin: A cena con Dio
  Carlo Forin: Confesso oggi la mia fedeltà alla tradizione cristiana
  Carlo Forin: Storia del ME con lettera a Claudio Di Scalzo detto Accio
  Carlo Forin, Sei forse sorella di Febo?
  Carlo Forin. Ordine di farfalla
  Carlo Forin: Sessanta: un numero che falsifica l’indoeuropeismo
  Carlo Forin: Chi impersòno io?
  Carlo Forin
  Carlo Forin, Saturnia Tellus.
  Carlo Forin: Autobiografia come giocattolaio piccino
  Carlo Forin: RAGA'R, tagliare. Catullo e Piccoli (2)
  Carlo Forin. Provvidenziale 8 settembre
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario della malattia (3)
  Carlo Forin: Vogliamo confrontarci con gli altri del Terzo Mondo signora Emma Marcegaglia?
  Carlo Forin: La mia lettura di Bernart de Ventadorn in "Canzone di Primavera"
  Carlo Forin: Il fiume della lingua scorra. Auguri per il 2009
  Carlo Forin: Dimensione della parola ‘dimensione’. Archeologia del linguaggio
  Carlo Forin: Un 2010 sgannato
  Carl Forin: "Onesimo" con allegata storia di collaborazione e amicizia
  Carlo Forin. Alitalia o non Alitalia? Con Richard Gere di Pretty Woman come esempio
  Carlo Forin: Ricordando Wojtyla e la mia conversione
  Carlo Forin, Dizionario delle parole basilari: Amore. Con postilla necessaria.
  Carlo Forin: Tutto quello che ci dice "Gallare". Vulva. Dal sumero. Omaggio alla sumerica Paola Senatore.
  Carlo Forin. Circoncisione
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario: 19 ottobre (1)
  Carlo Forin, Veneris... nefandae.
  Carlo Forin. Il periodo del lustro
  Carlo Forin: Rosa (mistica)
  Carlo Forin: Lettera a SS. Benedetto XVI
  Carlo Forin, Dio Sovrano. Con lettera antiaccademica.
  Carlo Forin: Amore e Psiche. Archeologia linguistica 1.
  Carlo Forin. Che nessun Duce di ritorno tocchi la Costituzione!
  Piero Cappelli: D’Alema e Veltroni battuti a Firenze. È l’inizio di una nuova politica?
  Carlo Forin. Analisi dei 38 ‘lustr’ dell’Eneide. L’ultimo: perlustra.
  Carlo Forin: Risposta a Bruna Spagnuolo e sugli alati
  Carlo Forin: Quoad, fino a quando, la libertà sarà in pericolo? (Lodo Alfano bocciato).
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario della malattia (5) Ultima parte col sorriso.
  Carlo Forin: Maroni contro l’Europa e contro i pellegrini.
  Carlo Forin: Calamaro.
  Carlo Forin: La lingua è un fiume sporco
  Carlo Forin: Tempi da lupi mannari per la Costituzione italiana
  Carlo Forin: Gnosis.
  Carlo Forin. San Francesco
  Carlo Forin: Nel Mondo glocale narrando con l’amiloidosi mia compagna
  Carlo Forin. La favola dell’indoeuropeo
  Carlo Forin: Antares.
  La lingua fu dingua in Tellusfolio
  Carlo Forin: Recuperar la pausa per tornar cittadini. Primarie e PD
  Carlo Forin: A Zeneda c’è stata una festa. La Rosa.
  Carlo Forin, Dizionario delle parole basilari: Ideologia
  Carlo Forin: Coito
  Carlo Forin: Anche Gesù era abbronzato come Obama
  Carlo Forin: Il trasmutatore della merda in violetta Carlo Costantini. Risposta dell'Onorevole
  Carlo Forin: Lettera a Prodi sui punti di Lamberto Dini
  Carlo Forin: Noi, Italiane ed Italiani, maschi della màntide religiosa
  Carlo Forin, Dizionario delle parole basilari: Archetipo
  Carlo Forin: Alla Rosa nel fango.
  Carlo Forin: Viaggiare nel pensiero nel tempo. Con sito turco
  Carlo Forin: Italia: al 55° posto in Diritto! Bigliettino per il ministro Alfano
  Carlo Forin: Gli albori di Milano
  Carlo Forin: Belem, notte di Natale
  Carlo Forin: Giobbe 2008. Diario della malattia (4)
  Carlo Forin: Che cosa nasce a Natale 2008 ?
  Racconto di un vecchietto del ’68.
  Carlo Forin: la luce che viene
  Carlo Forin: Halloween - Antares
  Carlo Forin, Cerei regni.
  Carlo Forin, dizionario delle parole basilari: Rosa
  Carlo Forin: Il pinguino Mattia Ze
  Bruna Spagnuolo: Carlo Forin e la stirpe degli uomini alati
  Carlo Forin: Amen.
  Carlo Forin: Il Gran Giocattolaio
  Carlo Forin: Rosa
  Carlo Forin: La struttura del doppio circolo del Cielo e della Terra nella Bibbia (1)
  Carlo Forin: Vittorio Veneto e coriandoli
  Carlo Forin: Meo. Vita-Morte. Archeologia linguistica
  Carlo Forin: Ricordare Srebrenitza. Sito e fotoalbum 9
  Carlo Forin, Proteo e Cerere corrotta.
  Carlo Forin: Caro Mutui. Tellusfolio raccolga testimonianze e proteste!
  Carlo Forin: Il mediarca Berlusconi non è un capitalista come tanti al mondo
  Carlo Forin: Carme sul cambio di Archetipo (1)
  Carlo Forin. La chiave sumera dei nomi degli Dei
  Rappresentazione falsa del mondo: Ideologia.
  Carlo Forin: Riflessioni su me, Me, ME.
  Carlo Forin: Aprire al ME
 
 
Immagini correlate

 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 73.3%
NO
 26.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy