Domenica , 22 Settembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Sport e Montagna > Notizie e commenti
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Bruna Spagnuolo: Pistorius non correrà alle Olimpiadi
Pistorius
Pistorius 
28 Febbraio 2008
 

L'atleta non correrà... ma sono le Olimpiadi che ne escono mutilate. Le anime di coloro che hanno così decretato hanno bisogno di protesi e il mondo continua a fare scempio delle intelligenze e delle sensibilità e ad abbattere valori. Non so trovare altro termine: è vergognoso, nient'altro che vergognoso emettere un simile verdetto. L'uomo è sceso davvero al di sotto del livello di scempiaggine consentito. Ma, in nome del cielo, quanti magnifici giovani uomini come Pistorius ci sono sulla faccia della terra? Quanti atleti del suo calibro? La grandezza di un essere umano è contenuta nel suo animo e non nelle sue gambe, né in nessun'altra parte del corpo. Quel ragazzo è rimasto senza gambe, inerme e impotente. Ha perso tutto quanto potesse concedergli una vita normale e avrebbe dovuto vivere una vita fatta di piattume e di immobilità abbrutente o quanto meno scoraggiante e, invece, che fa? S'inventa una forza, una determinazione, un coraggio e un miracolo che è meraviglia e grandezza assolutamente eccelse, ineguagliabili e magnifiche.

 

Il mondo dovrebbe inchinarsi a tanta grandezza; le nazioni dovrebbero fare la fila, per chiedergli l'onore della partecipazione alle Olimpiadi, perché Pistorius è un simbolo, è le Olimpiadi (se le Olimpiadi sono ancora ciò che dovrebbero: lo spirito sano del mondo, la spina dorsale della gioventù pulita e dei valori incorrotti che reggono ancora la traballante umanità). La fiaccola significa molte cose, ma mi chiedo cosa voglia dire per coloro che hanno escluso un grande atleta come Pistorius dalle Olimpiadi. Mi piacerebbe che, per mezz'ora almeno, si trovassero senza entrambe le gambe e che provassero il “privilegio” di quelle due protesi. Mi piacerebbe vederli cadere ripetutamente e strisciare, annaspando, in cerca di equilibrio, per vederli rialzare, con un barlume di intuizione finalmente. Capirebbero, allora, sicuramente, quale caparbia forza di volontà, quali e quante estenuanti esercitazioni e quale grandezza d'animo si celi dietro i risultati di quel grande atleta. Non si è mai sentito che perdere le gambe sia un “vantaggio” (né che le protesi facciano di un uomo senza gambe un atleta)! La grandezza è tale, quando viene dallo spirito indomito di chi è nato grande (tanto più grande quanto sfavorito dalla sorte, che ha deciso per lui e contro di lui una vita da mezzo uomo- che lui rigetta e capovolge a tal punto da risultare una minaccia per coloro che dalla sorte hanno avuto tutto). Avere per gambe due monconi, da avvolgere in fasce e trasformare in appoggi perfetti, ignorando i bruciori, i pruriti, i fastidi e il dolore è eroismo (non “vantaggio”)! Riuscire a correre come se sulle protesi ci fossero due piedi sani, forti e normali (quando invece ci sono due monconi di carne morbida che fanno male) è un miracolo che solo un grande può compiere! E la gente cosa fa? Lo paragona ai saltimbanchi scimmiottatori che corrono, appoggiando le scarpe sulle finte protesi: è davvero troppo!!! Il mondo è pieno di gente che ha due gambe, due piedi, salute, avvenenza e ogni agio e si riduce in larva umana, preda delle depressioni e/o di ogni genere di abitudini riprovevoli e debosciate. Le creature come Pistorius sono cime cui l'umanità deve la sua sopravvivenza, fenomeni magnifici che andrebbero coltivati come talee dal valore inenarrabile, bandiere viventi da esporre il più in alto possibile (perché tutti i giovani del pianeta lo prendano ad esempio).

 

Le Olimpiadi dovrebbero essere onorate di includerlo tra gli atleti! Non ha le gambe e vuole competere con coloro che di gambe ne hanno due (complete di piedi)? Sia benvenuto! E, se è così grande da trasformare la sua mutilazione in vantaggio, ben venga! E che vinca pure le Olimpiadi, se sopporterà il dolore dei suoi monconi e non perderà l'equilibrio lungo tutto il tragitto, perché nessuno ne è più degno di lui! Svegliati, mondo, e smetti di abbattere valori, come un bracconiere demente e autolesivo...

 

Bruna Spagnuolo


Articoli correlati

  Bruna Spagnuolo: Sul rapporto parola-immagine in Tellusfolio
  Bruna Spagnuolo: Sudan/ schiavismo/ crocifissioni/ orrori senza fine e… Corte europea dei ‘diritti dell’uomo’ iconoclasta e lesiva dei ‘diritti’ (2)
  Bruna Spagnuolo: Il primo passo verso il crimine storico è la negazione della storia
  Bruna Spagnuolo: Fiaccola olimpica in manette. Il Tibet piange 2
  Bruna Spagnuolo: Birmania. Figli di nessuno del 3° millennio.
  Bruna Spagnuolo: Cina, Olimpiadi e sangue... il Tibet piange e il mondo che fa?
  Bruna Spagnuolo: I rabdomanti della sventura e l’acqua. Seconda parte
  Bruna Spagnuolo: Uno sguardo ai Balcani/ Kosovo... (2)
  Bruna Spagnuolo: La lungimiranza-quasi chiaroveggenza di Tellusfolio su Barack Obama
  Bruna Spagnuolo: I rabdomanti della sventura e l’acqua. Terza parte
  Bruna Spagnuolo: “Il Protocollo di Kyoto” nel dettaglio
  Bruna Spagnuolo: I ‘Festival’ nigeriani: specchi di africanità dalle molte identità - 3
  Bruna Spagnuolo: Barack Obama ovvero politico come esempio, politico come personaggio
  Bruna Spagnuolo: Vita di serie B? No Grazie. Suicidio - omicidio - eutanasia (1)
  Carlo Forin. La valenza archeologica del nome TEL LUS
  Bruna Spagnuolo: Sudan/ schiavismo/ crocifissioni/ orrori senza fine e… Corte europea dei ‘diritti dell’uomo’ iconoclasta e lesiva dei ‘diritti’ (1)
  Bruna Spagnuolo: Dietro lo schermo della televisione
  Bruna Spagnuolo: I ‘Festival’ nigeriani: specchi di africanità dalle molte identità - 2
  Bruna Spagnuolo: Il mondo? un treno su binari senza prosecuzione
  Bruna Spagnuolo. La guerra dell’ambiente
  Bruna Spagnuolo: I ‘Festival’ nigeriani: specchi di africanità dalle molte identità - 1
  Bruna Spagnuolo: Vita di serie B? No Grazie. Suicidio - omicidio - eutanasia (2)
  Bruna Spagnuolo: La grande Cina (la 'mia' / 1991) – 1. Ganzu
  Bruna Spagnuolo: Il frastuono della guerra giustizia gli echi del Vangelo.
  Bruna Spagnuolo: ‘Si vis pacem, para bellum’. Auguri agl’Italiani 2
  Bruna Spagnuolo: Terremoto in Cina. Gocce piccole per speranze grandi.
  Bruna Spagnuolo: La valenza incredibile del nome ‘TELLUS’
  Bruna Spagnuolo. Il segreto dei grandi
  Bruna Spagnuolo: “Mamma e papà” come fantasmi da cancellare
  Bruna Spagnuolo: Banchettano gli sciacalli sulle spoglie dei vinti (1)
  Bruna Spagnuolo: La fine del mondo ad Haiti e nelle isole caraibiche
  Bruna Spagnuolo: Selezione della specie. Sull'aborto.
  Bruna Spagnuolo: Sguardo ai Balcani e al fiume Ibar in Kosovo (1)
  Bruna Spagnuolo: Vita di serie B? No Grazie. Suicidio - omicidio - eutanasia (3)
  Bruna Spagnuolo: Si vis pacem para bellum -Post Scriptum
  Bruna Spagnuolo: L’Afghanistan, i nostri caduti (e le inevitabili ‘cogitazioni‘)
  Bruna Spagnuolo: I rabdomanti della sventura e l’acqua. Prima parte
  Bruna Spagnuolo: La grande Cina (la 'mia' / 1991) – 2. Tongyuang, Xining e i templi
  Bruna Spagnuolo: 25 XI giornata contro la violenza sulle donne
  Bruna Spagnuolo: Samoa/ Indonesia/ Filippine/ Messina
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.7%
NO
 24.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy