Giovedì , 19 Maggio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Spettacolo > In tutta libertà
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Gianfranco Cercone. “The young pope” di Paolo Sorrentino
16 Ottobre 2016
 

Il “giovane papa” – immaginario, americano, dal nome di Pio XIII, protagonista della serie che Paolo Sorrentino ha realizzato per Sky, intitolata appunto: The young pope – da poco eletto al soglio pontificio, una notte fa un sogno che riguarda il problema che più lo assilla: quale discorso dovrà tenere per la prima volta ai fedeli riuniti a piazza San Pietro.

E nel sogno, le sue parole – che forse alla sua stessa coscienza diurna risulterebbero blasfeme, scandalose – esaltano la masturbazione, il matrimonio gay, il ruolo sacerdotale delle donne, l'eutanasia, e in genere le libertà e i piaceri mondani.

Significa questo che il personaggio che Sorrentino ha inventato è, almeno in cuor suo, un libertario?

Va detto che della serie sono state presentate al festival di Venezia e alla stampa, soltanto le prime due puntate, due su dieci, e dunque questa mia nota, più che una recensione, è un breve e cauto pronostico: da un frammento, sia pure ampio, tenterò di indovinare qualcosa dell'intero.

Questo giovane papa è ambiguo, carismatico ma anche respingente. Il volto, che gli presta quel bravissimo attore inglese che è Jude Law, sembra quello di uno dei principi rinascimentali che lodava Machiavelli: volitivo e crudele, astuto, freddo, ma anche, al momento opportuno, capace di conquistarsi la simpatia, la benevolenza del suo interlocutore, dei suoi sottoposti.

Il discorso che effettivamente terrà a piazza San Pietro, sarà proprio l'opposto di quello che il sogno, quasi come una tentazione diabolica, gli aveva prospettato. Presentandosi sul balcone della basilica, controluce, con l'aspetto dunque di un'ombra, rimprovererà duramente i fedeli della loro indegnità, della loro mancanza di fede, senza nessuna indulgenza, lasciandoli impietriti dalla sgomento.

Ma ecco di nuovo la sua ambiguità: il suo richiamo a un dio offeso e vendicativo, che terrorizza gli uomini, che sembra tornare dall'epoca nera della Controriforma, è un parto della sua autentica fede, o è piuttosto il frutto di un calcolo, un'operazione di marketing: concepire un dio che si contrappone radicalmente alla modernità, di cui forse le anime più smarrite hanno oggi desiderio e rimpianto? Insomma: è un Papa che crede in Dio? Che aspira a Dio? O che Dio, lo ha definitivamente perduto?

È un'ambiguità che forse le puntate successive della serie scioglieranno.

Comunque, le prime due offrono una descrizione potente, umoristica e sottile, dell'ambiente vaticano, nel quale la smania di potere (spicca nel racconto la caratterizzazione di Silvio Orlando, nel ruolo del Segretario di Stato Vaticano), l'avidità di ricchezza, indotta anche dal commercio delle cose sacre, il cinismo e l'ipocrisia, questo cumulo di vizi ha soppiantato i valori cristiani.

Non è detto però, che nello sviluppo della serie, non scaturisca da tanta negatività un risvolto positivo.

Certo, The young Pope, per il quale la Città del Vaticano pare abbia negato qualunque autorizzazione alle riprese, dimostra che le tv a pagamento offrono uno spazio inedito di libertà narrativa, perché mi riesce difficile immaginare questa serie prodotta per esempio dalla RAI.

Dunque, dopo l'anteprima di queste prime due bellissime puntate – bellissime in primo luogo per vigore narrativo: qui non si ritrova una certa tendenza letteraria o formalistica di altri lavori di Sorrentino – io attendo con vera curiosità le puntate successive, che saranno prossimamente trasmesse da Sky Atlantic.

 

Gianfranco Cercone

(Trascrizione della puntata di “Cinema e cinema”
trasmessa da Radio Radicale il 15 ottobre 2016
»» QUI la scheda audio)


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.9%
NO
 25.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy