Lunedì , 23 Maggio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Spettacolo > Notizie e commenti
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Renato Pierri. Ragionamenti intelligenti di Eugenia Roccella. A Domenica in
05 Dicembre 2010
 

Eugenia Roccella, durante la trasmissione “Domenica in” (28 novembre) ha dichiarato:

«Siamo liberi di non mettere il casco, di non mettere la cintura di sicurezza, siamo liberi di drogarci, di farci del male, siamo liberi persino di ucciderci ma non è che queste cose siano diritti anzi in genere sono contro la legge, cioè la libertà non è che possa diventare sempre un diritto, la libertà di morire è una libertà contro l'umano tanto è che se noi vediamo che una persona si sta suicidando interveniamo».

Non ha vicino qualcuno, un collega, non so, un familiare che le eviti di far brutte figure e le spieghi il significato del termine “libertà” e del termine “diritto”? Che la mamma può stabilire che cosa è male per il suo piccolo e che cosa è bene, ma lo Stato, che mamma non è, non ha il diritto di stabilire che cosa sia bene e che cosa sia male per una persona? Che le spieghi perché lo Stato ci obbliga a mettere il casco, o la cintura, mentre non ci impedisce di portare il cilicio, come fa la senatrice Binetti, oppure di digiunare, o procurarci altri tormenti? Che, ammesso non si abbia il diritto (morale, al più) di nuocere alla propria salute, nessuno ha diritto di impedircelo? Che le spieghi la differenza tra il suicidio di colui che ha avuto una delusione d'amore, ha perso persone care, il lavoro, ecc., e il suicidio del malato senza speranza?

Secondo il sottosegretario al Ministero della Salute (siamo in buone mani!), il fatto che interveniamo qualora vediamo qualcuno che sta per gettarsi da un ponte (qualcuno che potrebbe avere la possibilità di riprendere una vita sana e normale), dimostra che la libertà di morire è «una libertà contro l'umano». Se lo dice lei, la Roccella, vuol dire che così è.

 

Renato Pierri


Articoli correlati

  Il sottosegretario Roccella continua ad accusare la Gran Bretagna di eugenetica, razzismo e pulizia etnica. Chieda scusa o sarà incidente diplomatico
  La pillola abortiva deve essere disponibile in tutti gli ospedali piemontesi
  Ru486. Il diktat illegittimo del ministro Sacconi. Il Paese del codice Roccella
  Renato Pierri. Sondino nasogastrico e cintura di sicurezza
  RU486. Le minacce del Governo alle Regioni: abuso di potere?
  Ru486: l'incredibile audizione di Sacconi
  Con Obama la fine del veto sulle embrionali, con Berlusconi il pasticcio scaricabarile!
  Valter Vecellio. La situazione: il TAR sul testamento biologico
  Legge 40, linee guida vietano diagnosi preimpianto: è polemica
  Cordone ombelicale. Il ministero dispone una proroga contro la legge
  Milleproroghe: soppressa la conservazione autologa del cordone ombelicale
  Procreazione assistita e sottosegretaria Roccella. Suburra di regime
  Cordone ombelicale: il ritorno dei divieti
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.9%
NO
 25.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy