Lunedì , 17 Giugno 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Papa Benedetto XVI: “Il marxismo non è più attuale” 
Yoani Sánchez: “Abbiamo bisogno di libertà e pluralismo”
24 Marzo 2012
 

Papa Benedetto XVI, a bordo dell’aereo alla volta di Messico e Cuba, ha affermato che l’ideologia marxista «così come è stata concepita non risponde più alla realtà» e che «conviene esperimentare nuovi modelli, con pazienza e in forma costruttiva». Il Papa ritiene che in questa fase saranno di grande aiuto i cattolici «per un dialogo costruttivo, volto a scongiurare cambiamenti traumatici, ma finalizzato a costruire una società pluralista, fraterna e giusta, dove la libertà di religione e di espressione del pensiero siano in primo piano».

Il viaggio di papa Benedetto XVI si pone in piena continuità con quello del suo predecessore Giovanni Paolo II, avvenuto nel 1998, quando pronunciò la famosa frase: «Che Cuba si apra il mondo e il mondo a Cuba».

Da Pinar del Río, Dagoberto Valdés, editore della rivista Convivencia ha detto: «Il Papa sta annunciando a Cuba il Vangelo della liberazione e della pace. Le sue parole sono un eccellente preambolo per poterlo attendere con giubilo. Sono frasi che indicano un cammino già da tempo intrapreso e che porta verso i cambiamenti politici e sociali, ma anche a una pacifica riconciliazione nazionale».

Yoani Sánchez, si trova nella sua casa nel quartiere di Piazza della Rivoluzione, dove è stato costruito un altare per la messa del Papa. Sta presentando il numero 14 della rivista Voces - diretta da Orlando Pardo Lazo - in una sala ricolma di persone. Si lamenta della paramilitarizzazione dell’Avana, perché a ogni angolo ci sono due poliziotti e non comprende quale sia il loro ruolo.

«Il Papa deve sapere che Cuba è un nazione con molte idee, non esiste un pensiero unico, ma dobbiamo essere messi in condizione di poter esprimere le nostre opinioni. Se la polizia vuole dirmi qualcosa in merito alla visita del Papa, deve mettermelo per scritto con timbro e carta bollata. Se non posso andare alla messa in Piazza della rivoluzione devono vietarmelo ufficialmente, non con metodi subdoli», afferma. La blogger è decisa a raccontare su Twitter - minuto per minuto - la visita del Papa, per contrastare le informazioni dei media ufficiali.

 

Gordiano Lupi


Articoli correlati

  Cosa bolle nella pentola caraibica
  Cuba. Il regime vuol presidiare le messe del Papa
  Omar Santana. Attentato al Papa o incontro con il diavolo?
  Ora pro nobis
  Omar Santana. Vendetta
  I rischi del regime per la visita del Papa
  Simanca. Dittatura del proletariato oppio dei popoli
  Il Papa sarà accolto con affetto e rispetto dal governo cubano
  Luis Cino. Sulla visita di Papa Francesco
  Garrincha. In pellegrinaggio a Cuba
  Oppositori cubani occupano chiese cattoliche
  La Vergine della Carità del Cobre raggiunge L’Avana
  Immagini dell'Avana che attende il Papa
  Il Papa a Cuba tra ipocrisia e repressione
  Omar Santana. Finalmente riconosciuta la Chiesa a Cuba...
  Omar Santana. Scintilla d'amore tra Chiesa e regime cubano
  La Chiesa cattolica vede una Cuba democratica
  Carlos Alberto Montaner. Quel che il Papa ha visto a Cuba
  Preparativi per la visita del papa all'Avana
  Alejandro Torreguitart Ruiz. Il Venerdì Santo non si lavora
  Oswaldo Payá replica al cardinal Bertone
  Cuba. Il Papa incontrerà Fidel a primavera
  L’arrivo di Benedetto XVI sul Twitter di Yoani Sánchez
  Il Papa, Cuba, Radio popolare e i castristi italiani
  Oswaldo Payá: “Siamo molto vicini alla verità e alla liberazione”
  Yoani Sánchez. Cachita 2012
  Pedro Pablo Oliva e la repressione a Cuba
  Alejandro Torreguitart Ruiz. Arriva il Papa all’Avana
  Gordiano Lupi. Le innovazioni del sistema cubano
  Omar Santana. LA VISITA DEL PAPA
  Esiliati chiedono al Papa di rivedere il programma del viaggio a Cuba
  Tre vignette per un assunto
  Omar Santana. Cristo cubano
  La Rivoluzione Bianca
  Yoani Sánchez piace a tutti ma non al regime
  Raúl Castro: “Non rimettete troppe speranze nella Conferenza del Partito”
  Yoani partecipa via Skype a “We Have a Dream”
  Generación Y. Ragioni civiche
  Antonio Stango. La blogosfera libererà Cuba?
  Yoani Sánchez. L'opposizione cubana eternamente divisa
  Librado Linares sarà scarcerato
  La Polizia cubana confisca la sede della rivista indipendente “Convivencia”
  Orlando Luis Pardo Lazo. “Sono una persona che non conosce la parola odio” - Intervista a Yoani Sánchez
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.8%
NO
 25.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy