Lunedì , 18 Novembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Orlando Luis Pardo Lazo. Il mondo volava su un cavallo bianco 
Dalla rivista clandestina “VOCES”, n. 2 – settembre 2010
28 Settembre 2010
 

 

Dejaremos que lo oscuro afuera apague la luz de adentro?

Libertad es la única manera.

Apertura, tolerancia, democracia.

La libertad es un estado interior de adentro hacia afuera y de eso nos estamos

percatando ahora.

Paz y Amor.

 

(da Lunes de post revolución

di Orlando Luis Pardo Lazo)

 

 

Canzoni schifose che segnarono a morte il nostro cuore povero e provinciale. Ballate di poco valore, certamente. Poesie sdolcinate che i nostri antenati interpretarono mentre svolgevano i loro lavori domestici del fine settimana o mentre di notte facevano mediocremente l’amore (un altro lavoro domestico).

Cattiva musica. Pessima. Inimitabile e senza paragone. Kitsch tropicale da alcova. Boleri light e melodrammi pop-corn di cornuti e ricchi uomini maturi. Strofe spremute con versi indimenticabili, eufonie che ci accompagneranno ben oltre il Giudizio Finale di fronte a un pubblico ministero dello Stato o di Dio.

Con una simile colonna sonora abbiamo succhiato il latte dalla madre e abbiamo appreso le prime parole di spagnolo. Una specie di spagnolo. Melodie genetiche, generazionali, geniali nonostante la loro ingenuità. Tutto un background di quartieri distrutti sotto le grida dei neonati che siamo stati e gli onanismi onirici degli adolescenti invecchiati senza mai esserlo completamente.

Oggi Cuba viene messa a tacere a forza di grida di ripudio e demagogia politica, pasto teatrale per il volgo: ultimi movimenti niente affatto estetici di una Rivoluzione il cui repertorio musicale non farà sentire niente di nuovo.

Oggi siamo come zombi in chiave di sol sostenuto maggiore, il più noioso degli accordi. Monotonia di un pentagramma che è rimasto con i microfoni in bianco. Nessuno ricorda le minacce apocalittiche del Premier del nostro unico Partito, così come nessuno rammenta le parole dell’ultimo successo della stagione delle ballate.

Cancelliamo scene. Abbandoniamo abitazioni quasi al ritmo della risacca. Cuba come paronimo perfetto di Coda.

E, allora, quando alla fine la speranza prende le sembianze di una malattia endemica, quando sappiamo di essere soli in una generazione così vasta e che non faremo niente che dopo valga la pena di pensare, allora, stanchi di dare testate contro i fantasmi suicidi, senza saperlo ci trasformeremo in funzionari pragmatici, quando lo scintillare del giorno dopo giorno sarà una nebbia sorpassata dalle nostre cateratte concettuali di gente che si è lasciata rubare il tempo che gli è toccato vivere, allora, il dono di quella musica della nostra stupida infanzia ci aspetterà ancora lì, come un visto per salvarci, come un talismano contro le dittature di tipo totalitario o democratico, come un cuscino dove appoggiare la nuca e chiedere perdono all’amore per aver chiacchierato troppo in suo nome e per averlo praticato così poco.

La cultura intera sarà condensata solo in due o tre frasi di paccottiglia che esprimeranno meglio di qualunque trattato quel che siamo stati senza saperlo. Endecasillabi indemoniati dai quali non aveva senso tentare la fuga, perché tra le loro metafore mefitiche, in alcune delle loro innumerevoli sdolcinate sonorità (meglio della falsa intelligenza dei veri poeti), risuonerà l’anima segreta di una truffa in fase terminale chiamata cubanità.

 

Orlando Luis Pardo Lazo

(da VOCES – n. 2 del settembre 2010)

Traduzione di Gordiano Lupi

 

 

Illustrazione (traduzione)

Permetteremo che l'oscurità esterna spenga la luce che portiamo dentro? Libertà è l'unica soluzione. Apertura, tolleranza, democrazia. La libertà è uno stato interiore dall'interno verso l'esterno e ce ne stiamo accorgendo adesso. Pace e Amore.


Articoli correlati

  Yoani Sánchez piace a tutti ma non al regime
  Orlando Luis Pardo Lazo. Rep(ubl)lica
  Orlando Luis Pardo Lazo. Il Mondiale dell’Avana
  Un fumetto di Claudia Cadelo sulle violenze a Yoani
  Yoani Sánchez negli USA
  Orlando Luis Pardo Lazo. Pessima poesia
  Orlando Luis Pardo Lazo. Me it´s not true / Dimmi che non ti amo
  Yoani Sánchez. Il matrimonio della speranza
  Rosa Maria Payá e Orlando Luis Pardo Lazo in visita a Radio Tv Martì
  Il “Festival Clic” all’Avana
  A Cuba si celebra la prima sfilata gay
  Yoani partecipa via Skype a “We Have a Dream”
  Orlando Luis Pardo Lazo. Il suicidio del socialismo
  Orlando Luis Pardo Lazo. “Sono una persona che non conosce la parola odio” - Intervista a Yoani Sánchez
  NuovaCuba. La repressione cubana, la lotta per la democrazia ai tempi di Twitter
  Orlando Luis Pardo Lazo. Ygnacio & Ioani
  Orlando Luis Pardo Lazo. Volanti
  Cuba. Liberata la blogger Yoani Sánchez dopo diverse ore di detenzione
  Orlando Luis Pardo Lazo. Jesús in memoriam
  Performance durante il corteo del primo maggio: giovane arrestato a Cuba
  Orlando Luis Pardo Lazo. Carta aperta al mondo, ma non ad Abel Prieto (Ministro della Cultura di Cuba)
  Luz Escobar. Lo scrittore cubano Orlando Luis Pardo riceve asilo a Reikiavik
  Orlando Luis Pardo Lazo. HIGHABANA
  Reclusi nella chiesa pentecostale
  Orlando Luis Pardo Lazo. MAJESTIC
  Luci e ombre di un film cubano
  Orlando Luis Pardo Lazo. Il futuro
  Yoani al telefono. E una poesia di Orlando Luis Pardo
  L'Avana. Le Damas de Blanco sfilano lungo la 5ª Avenida
  Orlando Luis Pardo Lazo. Me ne sono andato da Cuba perché… Me ne sono andato da Cuba per…
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.9%
NO
 24.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy