Sabato , 14 Dicembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Scuola > Notizie e commenti
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
“Riforma” Gelmini. Alcune iniziative sul territorio provinciale di Sondrio
08 Dicembre 2008
 

Incipit…

Gli sconvolgimenti che l’offensiva del governo sta portando alla scuola pubblica sono sotto gli occhi di tutti. Non stupisce quindi il sorgere di un movimento spontaneo che, nelle diverse città e nelle molteplici forme, si è attivato e continua ad organizzare forme di civile protesta.

Se per la filosofia generale e per alcuni aspetti particolari, l’intenzione del governo è chiarissima, le scelte organizzative sono ancora provvisorie o confuse, in continua evoluzione (anche per effetto delle grandi mobilitazioni di questi mesi).

 

La nostra associazione vorrebbe continuare a confrontarsi sui modi per garantire il permanere e per ampliare il Tempo Pieno esistente, il tutto nel contesto attuale in cui tale battaglia è direttamente collegata alla lotta per difendere anche le classi a Modulo e il modello a 30 ore. Vorremmo confrontarci con docenti, dirigenti e genitori, sulla didattica che rischia di venire stravolta dalle misure pedagogiche e organizzative del governo; in questo ambito vorremmo verificare se sia possibile elaborare strategie di resistenza per opporci allo stravolgimento della scuola pubblica.

Ci sembra importante riferire su alcuni momenti di protesta che hanno avuto luogo in questi mesi nella nostra Provincia:

- nei giorni 18 e 25 ottobre, l’Associazione Scuola e Diritti ha organizzato due presidi nelle piazze di Morbegno e Sondrio per sensibilizzare l’opinione pubblica contro il decreto Gelmini e per raccogliere firme. In poco più di 6 ore, sono state raccolte 1.034 firme! Le firme sono state inviate, ma ne continuano ad arrivare, al CESP (Centro studi per la scuola pubblica) e al Ministro Gelmini.

Non era necessario richiamare i passanti, le persone si avvicinavano spontaneamente al nostro tavolo, chiedevano materiale e sollecitavano ulteriori iniziative. La raccolta di firme contro il maestro unico (organizzata dal CESP), che è stata lanciata alla vigilia dell’approvazione del decreto ha già raggiunto 34.000 firme on-line e circa 40.000 su modello cartaceo (al 15/11/2008);

- nei giorni precedenti al presidio del 25 ottobre, alcuni soci di Scuola e Diritti hanno diffuso i volantini dell’associazione davanti alle scuole e in diversi quartieri della città;

- sciopero generale della Scuola del 30 ottobre, sciopero che ha avuto una buonissima adesione anche nella nostra provincia: gli insegnanti dell’Istituto comprensivo di Novate Mezzola hanno consegnato un breve volantino alle famiglie per motivare ulteriormente l’adesione allo sciopero.

In sintesi si ricordava che:

Scuola dell’infanzia… previste 25 ore settimanali con turno solo antimeridiano, 1 insegnante per sezione (annullata la compresenza), frequenza per bambini tra i 2 e i 3 anni, sezioni di minimo 18 alunni massimo 29.

Scuola primaria… chiusura plessi con meno 50 alunni (provvedimento forse rientrato), orario di 24 ore settimanali, insegnante unico (annullata la compresenza), aumento del numero di alunni per classe.

Scuola secondaria di primo grado… chiusura sezioni con meno di 50 alunni, orario settimanale ridotto a 29 ore, aumento numero alunni per classe;

- alcuni genitori dell’Istituto comprensivo di Novate Mezzola, si sono attivati scrivendo un lettera al ministro per sottolineare il loro disaccordo e in una raccolta firme contro il decreto, firme che verranno inviate al Ministro Gelmini;

- alcuni genitori dei Circoli didattici di Morbegno e di Sondrio, in occasione delle assemblee di classe, si sono attivati e hanno volantinato lo scritto dell’Associazione Scuola e Diritti. Sono anche intervenuti per esprimere le loro preoccupazioni per il futuro della scuola pubblica;

- nel mese di novembre si è svolta a Campovico una riunione fortemente voluta dai genitori, alla quale partecipavano sia la dirigente scolastica sia i docenti. In tale occasione la dirigente ha illustrato le parti salienti della “riforma” Gelmini.

I genitori sono usciti con un documento che in sintesi esprime le motivazioni per la difesa di una “scuola che ci piace” e i perché del no al decreto Gelmini. (È possibile trovarne ampio stralcio su La Provincia del 13 novembre, consultabile on line)

Intanto, sulla base di tale documento, sta partendo una raccolta firme per genitori e cittadini di Campovico e Paniga, e forse già anche per Prati Grassi (le maestre di Campovico favoriranno una raccolta capillare in particolare nella settimana di fine novembre in cui sono previsti i colloqui individuali). Il passo successivo sarà quello di coinvolgere tutte le Scuole dell'infanzia e primarie del Comune di Morbegno, anche tramite un'assemblea, che si vorrebbe indire prima delle vacanze natalizie;

- i sindacati CISL e CGIL hanno organizzato due presidi con raccolta firme a Sondrio il giorno dello sciopero generale e il sabato successivo.


a cura della Segreteria di Scuola e Diritti

(per 'l Gazetin, dicembre 2008)

 

scuoladiritti@libero.it


Articoli correlati

  Referendum contro il Decreto 137 della Gelmini? SI! Avanti tutta...
  Maria Lanciotti: la vergognosa controriforma di Mariastella Gelmini
  Davide Dodesini. Collasso dell'Italia. Colpa della scuola!
  Aldo Martorano. Quattro domande al ministro Gelmini
  Barbara Pojaghi, Preside di Scienze della Comunicazione scrive ai suoi ragazzi
  Silvia Minardi. Perché non risparmiamo sui caccia bombardieri, anziché sulla scuola?
  Simona Borgatti. La scuola fané di Mariastella Gelmini
  Ecumenici. Una mozione anche a difesa della laicità della scuola
  “Si tagliano le gambe alle generazioni future”. Alessandra Borsetti Venier intervista Vittoria Franco
  Donatella Poretti. Scuola: voto all'ora di religione?
  Rosangela Pesenti. La scuola pubblica è uno dei fondamenti della democrazia
  Angela Nava. La scuola che perde la memoria, perde se stessa
  Patrizia Garofalo. Sulle facoltà “amene” di Mariastella Gelmini
  Per la Scuola della Repubblica/CGD. La Gelimini ci riprova?
  Redazione Tellusfolio-Scuola e Nadia: "Basta leggi vergognose contro la scuola pubblica"
  La scuola che non c'è
  La coperta è diventata una sciarpa e il gatto è morto mordendosi la coda
  L'Ipotesi di Piero Calamandrei. (Come annientare la scuola pubblica...)
  Aglaia Viviani: lettera ad Alessandra Borsetti Venier sull'intervista a Vittoria Franco
  Scuola e diritti di Valtellina per la scuola pubblica
  Gaetano Barbella: Grembiuli a scuola grembiuli nella massoneria
  Angelo Saracini, Davide Dodesini, Sindacati. La Scuola Italiana di Atene chiude?
  Giovanni Sabbatucci: Sulla breccia di Porta Pia. E rovelli di un docente sui programmi di italiano storia da insegnare
  Scuola e Diritti. Riforma Gelmini (D.l. 137): dallo spezzatino della Moratti ora siamo alla... “frutta”
  Valter Vecellio. Governo: confusionari, pasticcioni, pericolosi
  Marina Pensa. Diritti di carta e Diritti reali
  Simona Borgatti. La futura scuola pubblica federale
  PD / Giulia Innocenzi. “No al referendum. Sì a Ddl che elimini sprechi dell'università”
  Anna Lanzetta: Il ruvido peso delle parole nel linguaggio di Mariastella Gelmini
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy