Lunedì , 26 Ottobre 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Lo scaffale di Tellus
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Angela e Christian Sanmann. berliNO, una nota di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 19
20 Febbraio 2009
 

berliNO allo stesso tempo

berlin. (UN)gleichzeitiges

 

 

Berlino è una città che non assume e non impone alcuna forma di omogeneità o sincronizzazione. Differenti epoche, storie, stili e contrapposte linee e architetture si pongono in continua ridefinizione e discussione, in uno stato di perenne rifacimento tanto connaturato all’immagine della città che anche i cantieri disseminati ovunque sembrano parte integrante del tessuto urbano. Da questa considerazione prendono spunto i percorsi di Angela (per testi) e Christian (per immagini) Sanmann, uniti non soltanto da un legame di fratellanza, ma anche dal fatto di essere approdati a Berlino per motivi di studio e di lavoro e quindi non assuefatti ai rapporti di co-esistenza di dimensioni astrattamente incompatibili.

L’estranietà dello sguardo dei due autori permette di scoprire e far scoprire (in una sorta di serendipity) lo spazio attraverso le esperienze che lo attraversano, siano esse storiche, siano esse legate alla quotidianità della città. Nel primo caso assolutamente emblematica è la foto di copertina del libro (le foto sono tutte rigorosamente in bianco e nero) che ritrae la Haus der Einheit (Casa dell’Unità), edificio nato negli anni Venti come spazio commerciale gestito da ebrei, in seguito occupato dai nazisti. Nel Dopoguerra, il controllo dell’edificio va a Berlino Est, che lo battezza Casa dell’Unità. Diventa cosí la sede degli uffici personali del primo (e unico) presidente della DDR. Nel 2007 la Casa dell’Unità è stata acquistata da un’impresa anglo-tedesca, che la sta restaurando per farne un club esclusivo. Nella foto riportata l’edificio è fotografato prima dell’inizio dei lavori di restauro dietro a una foto dell’edificio stesso durante il periodo della DDR. In parallelo il testo haus ohne einheit (casa senza unità) ripercorre, in coloro che hanno “amministrato” l’edificio (Jonass, Von Schirach, Pieck) e nell’indeterminato spettatore, l’inconcepibile successione di così distanti visioni. Questo avvicinamento di termini opposti è configurato anche in una rappresentazione “umana” della città, nella registrazione di dinamiche minime che del pari pongono in dialogo voci apparentemente non comunicanti (così nel testo berlin miniatur, micro-narrazione di un rapporto impossibile tra la macchina e l’uomo). La scrittura procede, anch’essa, per immagini; fotogrammi (non) casuali che (non) de-scrivono tagli urbani. Immagini che si generano per richiamo, per evocazione, per scarto, comunque sul confine del bianco e nero delle fotografie; gradazioni di un grigio che è rimesso al lettore tarare nello spettro della propria osservazione.

 

 

 

                                                                   Giulio Marzaioli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

haus ohne einheit

 

jonass schirach pieck · wer hat die reihenfolge ausgesucht · gedacht · nicht auszumachen · das licht in den fenstern · weiß getünchtes glas · ein widerschein wiederholt sich an dir · stillgelegt · außer betrieb gesetzt · (städtebauliches juwel)

 

 

casa senza unità

 

jonass schirach pieck · chi ha scelto questa successione · pensata · inventata · non è chiara non si può spegnere · la luce nelle finestre · vetro sbiancato · un riflesso si ripete  su di te · privato di funzione · (gioiello di urbanismo)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

berlin miniatur

 

passagiere nehmen sich zusammen in der untergrundbahn  · die automatiktüren stocken vor lauter mensch

 

 

miniatura di berlino

 

i passeggeri si trattengono nella  metropolitana · le porte automatiche si arrestano per cosí tanto uomo

 

 

 

 

 

 

 

 

berlin. (UN)gleichzeitiges/berliNO allo stesso tempo

testi di angela sanmann 

fotografie di christian sanmann 

[traduzioni dal tedesco e introduzione di alessandro de francesco]

 

edito da  

La Camera Verde

Via Giovanni Miani 20 - 00154

Roma tel. 340-5263877

e-mail: lacameraverde@tiscali.it

 

 

 

 

 

 

Note

 

Angela Sanmann

Nata a Iserlohn (Renania Settentrionale – Westfalia) nel 1980. Dal 2001 al 2007 studia Germanistica, Letterature comparate e Filosofia all’Università Humboldt di Berlino e all’École Normale Supérieure di Parigi. Dopo varie pubblicazioni in riviste, opere collettive ed antologie, nel 2006 esce, presso la Casa editrice Parasitenpresse di Colonia, il volumetto di poesia stille. verkaspert. Sempre del 2006 è la borsa Goldschmidt per la traduzione in tedesco del romanzo La langue d’Anna, dello scrittore francese Bernard Noël, uscita presso Matthes & Seitz Berlin l’anno seguente. Svolge attualmente un progetto di Dottorato di ricerca sulle traduzioni tedesche di poesia francese dal 1945 al 1970.

 

Christian Sanmann

Nato a Iserlohn (Renania Settentrionale – Westfalia) nel 1977. Dal 1999 al 2003 studia Graphic Design alla Kunstschule Alsterdamm di Amburgo e dal 2004 al 2006 lavora a Hannover e Berlino nel corporate design e nell’editorial design. Nel 2006 studia fotografia al Fotosalon di Berlino e illustrazione alla Sommerakademie di Dresda. Lavora attualmente come graphic designer e fotografo freelance.

 

 

 

 

 

 


Articoli correlati

  I Quaderni di Orfeo. Nota di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 13
  Juan Mayorga: “Teatro”. Recensione di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 7
  Marcello Sambati: “Sul cammino dei passi brevi”. Recensione di Giulio Marzaioli. Vie d'uscita 6
  Michele Fianco: “Versi in via di liberazione (e un numero civico)”. Giulio Marzaioli: Vie d'uscita 5
  Edizioni Due Lire. Nota di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 12
  Letizia Leone: “Carte Sanitarie”; Matteo Lefèvre: “Ultimo venne il porco”. Recensione di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 10
  Lidia Riviello: “Neon 80”. Recensione di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 8
  La Camera Verde. Nota di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 14
  Carlo Bordini: “Sasso”. Recensione di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 9
  Brunella Antomarini: “Pensare con l’errore”. Recensione di Giulio Marzaioli. Vie d'uscita 3
  Alessandro De Francesco, un testo. Nota di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 16
  A. Raos: “Le api migratori”; M. Giovenale: “Criterio dei vetri”. Recensione di Giulio Marzaioli. Vie d'uscita 4
  Franco Buffoni: “Noi e loro”. Recensione di Giulio Marzaioli. Vie d'uscita 1
  Eleonora Pinzuti. Due testi in uno, una nota di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 18
  Alessandro De Francesco: sul mio 'lo cercano' recensito da Giulio Marzaioli
  Musica in forma, una nota di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 20
  Giuliano Mesa: “Tiresia”. Recensione di Giulio Marzaioli. Vie d'uscita 2
  Spot/ Roma. QUADERNI DI SCENA
  e che ci fossero ancora i dinosauri, nota di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 21
  Elisa Davoglio, un testo. Nota di Giulio Marzaioli. Vie d’uscita 17
  Giulio Marzaioli: Presentazione postuma. Vie d’uscita 11
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy