Martedì , 22 Ottobre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > AgriCultura > Il mortaio
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Il regista Olmi ribadisce la volontà di raccontare le vigne e i viticoltori della Valtellina
27 Giugno 2008
 

Nelle scorse settimane gli organi di stampa nazionale hanno a più riprese comunicato l’assegnazione al regista Ermanno Olmi del “Leone d’Oro alla carriera per l’anno 2008”. L’ambito riconoscimento sarà consegnato al regista in occasione della 65ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica organizzata dalla Biennale di Venezia che si svolgerà al Lido di Venezia dal 27 agosto al 6 settembre 2008.

Tale riconoscimento è considerato uno dei più importanti dal punto di vista della critica cinematografica, al pari di quelli assegnati nelle altre due principali rassegne cinematografiche europee, la Palma d'Oro del Festival di Cannes e l'Orso d'Oro del Festival di Berlino.

Il maestro Olmi, abbandonato il proverbiale riserbo, ha rilasciato ai quotidiani alcune dichiarazioni fra le quali ci piace citare quelle rilevate ne Il Giornale e Il Sole 24 Ore, dove in entrambe il grande regista fa espresso riferimento ai vigneti terrazzati della Valtellina.

Nella intervista con la giornalista Cinzia Romani del Giornale Ermanno Olmi così risponde: «Accetto il premio di Venezia, anche perché sento che adesso sto lavorando con grande libertà e felicità. Giro documentari bellissimi (....)

Girando al Forum dei contadini torinesi Terra Madre, ho incontrato contadini fedeli alla propria radice culturale, ma in modo attuale. Mantengono un rapporto leale con la terra, la rispettano. (...) Nonostante l’arroganza dell’uomo, la terra resta legata al grande mistero cosmico. Lo si vedrà in Rupi del vino, girato in Valtellina: là gli uomini han graffiato la roccia, traendone vigne, orti e terrazzamenti, che impediscono alle montagne di venir giù».

Questo invece il commento del regista Olmi, riportato dal Sole 24 Ore, alla notizia che sarà lui il “Leone d’Oro alla carriera per l’anno 2008”: «Corona il lavoro di una vita». E continua a chi chiede dei progetti in cantiere: «in questo momento mi interessa più di sempre il documentario perché penso che la nostra società ha bisogno di registrare il senso delle grandi trasformazioni che la attraversano. Dopo l’esperienza di Terra Madre (2006), torno ad occuparmi della zolla di terra come radice della comunità umana, voglio filmare le viti di Valtellina, strappate alla roccia palmo a palmo dall’uomo e che presto diventeranno patrimonio dell’umanità...».

 

Ci pare che queste dichiarazioni del maestro Olmi siano la conferma del suo pieno convincimento del grande ed irripetibile valore culturale, storico e ambientale dei vigneti terrazzati di Valtellina e rappresentino l’intenzione di questo grande artista di volere comunicare, con il documentario Rupi del vino, quanto di eroico è stato fatto nei secoli in Valtellina dall’uomo che, con diligenza e scienza, si è rapportato positivamente all’ambiente realizzando un territorio coltivato che, ancora oggi e nel futuro, è viva e provata testimonianza di sapienza agricola, di capacità produttiva, di rispetto della natura e di valorizzazione del territorio.

La Fondazione ProVinea continua con caparbietà a lavorare per ottenere l’ambito riconoscimento, e le parole del maestro Olmi non possono che incoraggiarci, nel proseguo del lavoro intrapreso e nello stesso tempo confermano la validità dell’iniziativa su cui vorremmo ci fosse maggiore unità di intenti.

 

Fondazione ProVinea


Articoli correlati

  Terrazzamenti: salvaguardia a 360°
  Presentata la 2ª edizione del premio "Pelizzatti Perego - Sertoli Salis”
  Premio e Assemblea: giorni intensi per ProVinea
  Pinacoteca di Brera. Secondo dialogo “Attorno a Mantegna”
  Al via la Decima Edizione del Premio Giornalistico “Gaspare Barbiellini Amidei”
  In vista dell’Expo 2015
  Ermanno Olmi. Intreccio di cinema, storia e geografia
  Alberto Cesare Ambesi: Manifesto per le arti. Contro i cattolici come Ermanno Olmi
  Nicola Falcinella: "Salecinema", Olmi 'Val di Lei', 'Gente così' Guareschi. Fotogrammi
  ProVinea. 26 e 27 marzo: la Valtellina si presenta in Francia
  Mauro Raimondi e Marco Palazzini. Milano Films 1896-2009
  “Milano e il cinema” a palazzo Morando
  “Purtroppo oggi ci compiaciamo di essere artisti più che uomini”
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.7%
NO
 24.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy