Martedì , 10 Dicembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Testamento biologico-Vaticano. Quale elemento di novità?
26 Settembre 2008
 

Ma in che cosa consiste la da molti definita “apertura” del Vaticano al “testamento biologico”? Davvero monsignor Angelo Bagnasco (foto), nel suo intervento di apertura dei lavori della CEI si è fatto portavoce di qualcosa di nuovo? L’ex ministro della Salute Livia Turco sembra entusiasta: «Quello di Bagnasco è un segnale importante all’attenzione della vita delle persone. Sono stata favorevolmente colpita da questa apertura».

Apertura? «Roba da non credere», assicura Francesco Ognibene, che firma su Avvenire un editoriale in cui si assicura che «i vescovi non mollano alcuna posizione», e che quello che la chiesa cattolica «ha sempre tenacemente affermato, continua tenacemente ad affermare». Non bastasse, ci sono le affermazioni di monsignor Elio Sgreccia, presidente emerito della Pontificia Accademia per la Vita. Intervistato dalla Radio Vaticana, Sgreccia ha scandito: «Il cardinale Bagnasco ha detto che l’alimentazione e l’idratazione non devono essere sottratti mai al paziente. Ciò che si deve offrire al malato in fase finale rimane quello che ci ha insegnato finora: ha diritto ad avere l’alimentazione e l’idratazione e ad avere le terapie necessarie». E ancora: «Si accetta un discorso di una legge perché si impone a causa non di una scelta della chiesa, ma di sentenze di tribunali che impongono di fare delle chiarificazioni».

Dunque, è chiaro: monsignor Bagnasco ha detto le cose di sempre. Quelle cose che, per esempio, erano state dette in occasione del recente meeting di Rimini da monsignor Rino Fisichella; quei NO che, sempre a Rimini, erano stati annunciati dal vice-presidente della Camera Maurizio Lupi, PdL niellino, in un’intervista al Corriere della Sera qualche ora dopo l’incontro con monsignor Bagnasco e altri parlamentari ciellini (Raffaele Vignali, Mario Mauro). La strategia messa a punto in quell’incontro era simile a quella seguita per l’approvazione della legge sulla fecondazione assistita: giocare di sponda con i Teo-Dem nel Partito Democratico e arrivare a una legge i cui punti sono ben riassunti dall’ex presidente del Comitato Nazionale per la Biotetica Francesco D’Agostino: «Il testamento biologico deve essere volontario, deve avere validità di tempo limitata, va sottoscritto davanti al medico, può prevedere la nomina di un fiduciario del paziente e deve contenere richieste legalmente lecite. Quindi no alla sospensione dell’idratazione e dell’alimentazione e ad ogni altra forma di eutanasia».

Un fronte che vede uniti nella lotta il vice-presidente dei senatori del PdL Gaetano Quagliariello («Puntiamo su un’intesa bipartisan, ma sia chiaro che non transigeremo su alimentazione e idratazione: non possono essere considerate cure»); e il Teo-Dem come Paola Binetti, che ha presentato un suo disegno di legge sulle cure di fine vita, ed è una di quei parlamentari dell’opposizione con cui Lupi ha annunciato l’intenzione di fare fronte comune. Per questo si vorrebbe capire in che cosa consiste l’elemento di novità che molti vedono nelle parole di monsignor Bagnasco. Così Umberto Veronesi considera «le parole di Bagnasco un segnale di apertura». Margherita Boniver ostenta ottimismo, dopo le parole del cardinal Bagnasco; la senatrice Dorina Bianchi dice che «nutrire e idratare una persona non costituisce in nessun caso un accanimento terapeutico, ma l’assolvimento alle funzioni vitali»; Domenico Scilipoti dell’Italia dei Valori sostiene che «l’alimentazione e l’idratazione non possono essere negate a nessuno». E ancora Livia Turco: «Su alimentazione e idratazione c’è un dibattito aperto che vede posizioni etiche diverse…tuttavia non penso che questo sia l’aspetto importante di questa legge…». E che cosa sarò importante, allora?

Dunque, ci si faccia capire in che cosa consiste la “novità” annunciata da monsignor Bagnasco. «La chiesa», ha detto Maria Antonietta Farina Coscioni a La Stampa, «fa un gesto incoraggiante per assecondare la spinta dell’opinione pubblica, poi fa di tutto affinché dal Parlamento esca una legge che impedisca quella libertà per la quale era stato avviato il confronto…».

I monsignori fanno il loro mestiere. Quando si decideranno a farlo i laici, coloro che si professano laici?

 

Valter Vecellio

(da Notizie radicali, 25 settembre 2008)


Articoli correlati

  Tutti a Roma in Piazza Farnese, oggi ore 15
  Testamento biologico. La fretta della maggioranza di portare a casa una legge promessa al Vaticano
  Testamento biologico: una legge mostruosa che occuperà le aule dei tribunali
  Valter Vecellio. Se il Vaticano vuole aiutare il paese autoriduca prebende e finanziamenti
  Marco Cappato. Caso Binetti
  Milano. Socialisti in piazza contro Formigoni per il caso Englaro
  Diritto alla vita e vita dello Stato di diritto
  Testamento biologico. Non parte la discussione, segnale positivo!
  “Il testamento biologico: problemi aperti e prospettive”
  Valter Vecellio. Biotestamento: “Famiglia Cristiana” settimanale radicale?
  Valter Vecellio. La situazione: il presidente della CEI detta le condizioni del Vaticano
  Giornata nazionale sugli stati vegetativi: Governo di cattivo gusto e strumentale!
  Testamento biologico. Discussione e votazioni al Senato
  Ora si firma su cannabis terapeutica e testamento biologico in Lombardia
  Diritti: “Il parlamento si riscatti con la legalizzazione dell'eutanasia”
  Testamento biologico. L'Aduc aderisce all'iniziativa “Senatore per due ore” con 200 emendamenti
  Valter Vecellio. La situazione: il TAR sul testamento biologico
  Noi Siamo Chiesa. Lettera aperta alle associazioni dell’area cattolico-democratica
  «Lascio il mio testamento agli atti. Perché questa legge è mostruosa»
  Radicali Sondrio in piazza a favore dei Rom e per il testamento biologico
  Elisa Merlo. La libertà della Barbie
  Testamento biologico. Anche senza legge è possibile farlo
  Comunità dell'Isolotto. Testamento biologico e amore per la vita
  Radicali Sondrio riprende la raccolta firme
  Benedetto Della Vedova. Caso Englaro e testamento biologico
  Testamento biologico. Uno spaccato storico, politico, culturale e scientifico
  Testamento biologico/Eutanasia. Presentato disegno di legge
  Testamento biologico: Anche a Sondrio si può
  Testamento biologico: dell’eutanasia si può parlare solo per vietarla!
  Luca Kocci. Sul fine-vita non si fiata
  Sondrio. La maggioranza dei Consiglieri a favore del testamento biologico
  Associazione Coscioni. “Il Testamento biologico nel tuo Comune”
  Testamento biologico. Discussione Senato. Appello alla ragionevolezza: evitiamo una legge ideologica
  Testamento biologico. Cronaca di una settimana parlamentare
  Testamento biologico: accordo sui principi o spartizione dei principi?
  Ass. Coscioni. Biotestamento: grande folla ieri in Piazza ma in Senato lo terranno presente?
  Vittorio Bellavite / Enzo Marzo. Sul paragrafo 2278 del Catechismo
  Englaro. Finalmente si pone fine a trattamento indegno. Subito legge sul testamento biologico
  Miriam Della Croce. Bagnasco si contraddice
  Valter Vecellio.Testamento biologico: il baratto scellerato tra governo e Vaticano è chiaro, evidente a tutti
  Comunità Isolotto. “Liberi di decidere”
  Maria Antonietta Farina Coscioni. Biotestamento: otto convinti e decisi NO
  Registro del testamento biologico a Morbegno
  Rocco Berardo, Associazione Coscioni. Per Eluana, 17 anni dopo
  Osmetti e Cappato. Abbiamo fatto un passo avanti verso il testamento biologico a Sondrio!
  La morte di mia madre. E quella di Seneca
  M.A. Farina Coscioni. Sia coerente il sottosegretario Roccella, e proponga la modifica della Costituzione
  Valter Vecellio. Englaro e Pannella. Scandalo fasullo e scandalo vero
  Maria Antonietta Farina Coscioni. Biotestamento, il Pd cosa fa?
  Mario Staderini, Marco Cappato. Biotestamento: ora grande manifestazione per bloccare dl Calabrò
  Comunità cristiane di base. Sulla proposta di legge sul testamento biologico all'esame del Parlamento
  Testamento biologico. La volontà del paziente deve valere anche per l'idratazione e l'alimentazione
  “Una legge clericale”. Noi Siamo Chiesa sul testamento biologico
  M. A. Farina Coscioni. Berlusconi sbaglia: per Eluana non c'è stata alcuna interferenza dei magistrati
  Alessandra Pioggia. I registri comunali delle dichiarazioni anticipate di trattamento
  Francesco Pullia. Accanimento terapeutico. Nella Chiesa non c’è un pensiero unico
  Anniversario di Eluana Englaro: presidio a Milano, martedì 9 febbraio
  Milano. Approvato il registro del biotestamento
  Associazione Coscioni: oggi Consiglio generale con Bonino e Marino
  “Ecumenici”. Cultura teologica e presenza pastorale femminile
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy