Martedì , 25 Gennaio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Un roveto burocratico inutile e deleterio 
Ancora su “Abolire le Comunità montane, aggregare i Comuni”
28 Dicembre 2007
 

Da qualche tempo mi sto rendendo conto che nel 2007 l'organismo più adatto (da un punto di vista territorio) a fornire una qualche utilità al cittadino potrebbe essere proprio la bistrattata Provincia.

Quando sono nati questi organi amministrativi il cittadino aveva (talvolta) la necessità di confrontarsi con un organo amministrativo a lui vicino, ci si muoveva a piedi in quei tempi, il telefono... le mail... tutte cose inesistenti. Oggi si vive e si opera in zone differenti, di certo il "comune" inteso come organo deliberante è una forzatura fuori del tempo, a livello Provincia si comincia ad intravvedere una qualche logica...

Aboliamo i comuni per favore (cominciando da quello di Milano e ovviamente tutti quelli più piccini)! Non è pensabile che un assessore qualsiasi si bei del fatto che è riuscito ad avere delle 'regole diverse'... in deroga alle leggi regionali... Ne abbiamo già troppe di regole e regolette, bisogna evitare il proliferare di volontà particolari, ....probabilmente dettate da “torbidi interessi”.

Se si vuole avere una nazione togliamo potere ai “comuni”. In qualche raro caso possono anche avere una qualche utilità (anche se ne dubito fortemente: non ho mai visto UNA funzione che non possa venire svolta meglio ad un livello superiore).

 

Sto leggendo le belle cose che fa il BIM e, prima di finire la lettura, voglio scrivere due righe di commento. Quando ci si trova a voler potare un roveto bisogna tagliare e bruciare, senza star lì a pensare troppo se da quel ramo potranno nascere delle more o qualcosa di simile. Lo Stato italiano ha generato un roveto burocratico inutile e deleterio; vi sono due possibilità: o passare con una ruspa e distruggere ogni cosa (è forse il sistema più efficiente, ma si avvicina un po' troppo alla rivoluzione) o “tagliare” e buttare via; non si può salvare ogni cosa che “sembra bella”.

Oggi tutto ciò che fa riferimento ad una burocrazia assurda va tagliato ...e i BIM ne fanno parte a pieno titolo.

 

lui la plume

 

 

Se anche tu vuoi esprimere
la tua opinione sull'argomento

utilizza il nostro sondaggio

e/o inviaci un contributo


Articoli correlati

  Costi della politica. Quando si vede il fuscello e non la trave
  Paolo Grifagni. Abolire le Comunità montane?
  Pier Paolo Segneri. Combattiamo gli sprechi e aboliamo le Comunità montane
  Carlo Forin: Un’idea all’Italia per risalire
  Abolizione Comunità montane. Lettera di Enrico Iemboli a Sergio D'Elia
  Politica, quanto ci costi
  Gino Songini. E non mi si venga a dire che non ci sono soldi
  Giovanni Bettini. Apriamo una discussione su tutta la marmellata istituzionale
  Abolire gli enti inutili; il loro emblema sono le Province!
  Costi della politica. I conti non tornano
  CCCVa. La montagna italiana manifesta a Roma il 24 ottobre
  Sondrio Liberale: «Buona la proposta di soppressione dei BIM»
  Abolire le Comunità montane, aggregare e fondere i Comuni. Nuovo sondaggio di Tellusfolio
  Filippo Mancanelli. Perché abolire i BIM?
  Costi della politica. Fassino si dimetta da deputato
  Comunità montane e nuove province
  Carlo Forin. Lèggere una società che precipita
  Finanziaria. Passa ordine del giorno D'Elia e Pettinari sui costi della politica
  Enti locali. Alla giusta denuncia di Pietro Ichino va aggiunto il malcostume degli straordinari
  Marco Cappato. Governo: proposte Dini-D’Amico buona base
  Abolire le Comunità montane? Sì, ma figurarsi se Lorsignori ce lo lasceranno fare!
  Comunità montane: ecco i costi della "politica". Diminuire le spese, come dice Draghi
  Tasse, Province e un “sensuale” Berlusconi
  'L GAZETIN con TELLUSfolio lancia la proposta di aggregazione dei Comuni sotto i 5.000 abitanti
  Consulenze. Non è questo il problema, ma la lottizzazione partitocratica
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy