Mercoledì , 11 Dicembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Iraq. “DiverCities - città miste e aree contese” 
Non c’è Pace senza Giustizia riunisce a Venezia i politici iracheni per discutere del futuro di Kirkuk e delle altre aree contese
Sergio Stanzani, segretario di
Sergio Stanzani, segretario di 'Non c'è Pace senza Giustizia' e presidente del 'Partito rdicale ntt' 
20 Dicembre 2007
 

DiverCities - città miste

e aree contese:

approcci locali

alla Democrazia Federale

Seminario internazionale

Venezia, 19-22 dicembre 2007

 

L’associazione radicale Non C’è Pace Senza Giustizia e l’organizzazione irachena International Alliance for Justice hanno organizzato un Seminario dal titolo “DiverCities – Città Miste e Aree Contese: approcci locali alla Democrazia Federale”, in corso a Venezia, dal 19 al 22 dicembre 2007.

Il Seminario offrirà l’occasione ai politici iracheni per esaminare le possibili soluzioni di gestione delle città e delle zone miste, come la città di Kirkuk, e fornire una risposta concreta alle necessità delle diverse comunità coinvolte di gestione efficace dei settori amministrativi e di governo locale, preservando ed incoraggiando la convivenza delle diversità.

Le attuali autorità irachene hanno ereditato un complesso sistema gestionale, particolarmente nelle zone e città miste come Kirkuk, la cui attribuzione di gestione amministrativa non è ancora stata definita.

La Costituzione irachena, attraverso l’articolo 140, prevede un processo attraverso il quale il problema dello status di queste zone doveva trovare una soluzione entro il 31 dicembre del 2007. Nonostante sia oramai evidente che tale scadenza non potrà essere rispettata, questo “processo di normalizzazione”, prevede che le persone fuoriuscite da queste aree ritornino nelle loro zone originarie, si proceda quindi ad un censimento e successivamente ad un referendum attraverso il quale i cittadini residenti e censiti siano chiamati ad esprimersi su a quale provincia o area la loro regione o provincia debba appartenere.

Sia il processo di normalizzazione che quello di risoluzione dello status delle zone contese sono solo una parte del quadro di intervento globale. Per quanto riguarda l’obiettivo generale infatti, le autorità politico-amministrative dell’Iraq nonché i leader delle comunità locali, devono ancora trovare soluzioni alle reali esigenze di vita nelle città miste e fornire una risposta adeguata alle necessità di tutti i cittadini residenti, anche relativamente alla fornitura di servizi pubblici e strumenti per il normale svolgimento della vita quotidiana.

Non c’è Pace Senza Giustizia e l’associazione irachena International Alliance for Justice hanno organizzato il seminario che si articola in un programma di tre giorni volto a far sì che i partecipanti possano usufruire delle esperienze di governo di altre città miste, analizzando cosa ha funzionato e cosa invece non ha funzionato. Il dibattito prevede infatti la partecipazione – oltre che dei politici iracheni – anche di esperti internazionali di questi aspetti che possono portare le loro esperienze e pruomovere pratiche consolidate che hanno avuto successo altrove.

Parteciperanno al seminario oltre quaranta politici iracheni di alto livello rappresentanti di tutti i partiti a livello nazionale, regionale e locale coinvolti nella risoluzione della questione di Kirkuk e altre aree contese, in particolare Ministri e parlamentari a livello regionale e federale, governatori di provincie contese, consiglieri provinciali, leader politici e i capi delle principali comunità religiose e culturali. Parteciperanno anche esperti dalla Bosnia Erzegovina, Canada, India, Libano, Irlanda del Nord, Sudafrica e Svizzera. Sono inoltre previsti gli interventi del Vice Ministro degli Affari Esteri Ugo Intini, di Gianludovico De Martino, capo della Task-Force per l’Iraq del MAE, del Generale Salvatore Carrara e di Maurizio Melani, Ambasciatore italiano in Iraq.

Il Seminario si inserisce nel quadro generale del programma di NPSG a sostegno del processo federale in Iraq ed è organizzato in partnership con il Ministero per gli Affari Esteri italiano. Tale programma ha già raggiunto significativi risultati con i Seminari su “Federalismo Applicato in Iraq”, tenutosi a Venezia dal 18 al 25 luglio 2006 e ad Erbil, la capitale del Kurdistan Iraq, nei giorni dal 10 al 15 luglio 2007 e la Conferenza su “Il Ruolo di una Seconda Camera nelle Democrazie Federali e Decentrate” tenutosi presso il Senato Italiano a Roma nei giorni 26-27 settembre, tutti organizzati da Non c’è Pace Senza Giustizia e l’International Alliance for Justice.

 

 

Fonte: Notizie radicali, 19/12/2007


Foto allegate

La locandina della precedente Conferenza di settembre
Articoli correlati

  EveryOne. Decine di giovani “emo” assassinati dalle brigate sciite in Iraq
  Asmae Dachan. Baghdad, l’ennesima strage degli innocenti dimenticati
  Francesco Cecchini. Cosa sta succedendo a Falluja, a Mosul e in Italia
  “Stato attuale delle forme e dei gruppi armati in Iraq”
  Francesco Cecchini. Italia e Iraq
  Cosa sta accadendo a Mosul?
  Incontro tra parlamentari donne Iraq - Kurdistan - Italia, il ruolo della donna
  Arwa Damon. Per dar da mangiare ai nostri bambini
  Francesco Cecchini. Diga di Mossul, Iraq. Soldi per andare alla guerra
  Valter Vecellio. Una buona notizia dall’Irak. Che essendo buona, non è una notizia
  Marco Pannella. Il Partito Radicale chiederà di essere ascoltato dal Congresso statunitense
  Aseel Kami. Il lavoro più duro è essere madre
  Marco Perduca. Visita al Campo di Ashraf in Iraq. Resoconto della missione
  Valter Vecellio. Non è tempo finalmente di gridare “Siamo tutti iracheni”?
  Conclusa (per noi) l'avventura irachena
  Afif Sarhan. Gli iracheni ridotti a vendere i figli
  Bobby Ghosh. «La stupida donna ce l'ha fatta»
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy