Sabato , 19 Ottobre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Class action. Verso il regime autoritario e sfascista con l'appoggio dei media?
03 Dicembre 2007
 

Una volta si diceva “l'ha detto la televisione” e qualcuno abboccava sulla presunta verità di tale fonte. Poi è stata la volta di alcuni media, nel nostro caso il quotidiano Corriere della Sera, e anch'essi sono caduti nel sofà del potere. Il caso della class action è terrificante.

Chi leggerà queste righe non si illuda, magari apostrofandoci come castastrofisti ed estremisti, perché le nostre valutazioni non le leggerà mai sul quotidiano Corriere della Sera, noi non vendiamo né potere, né idee, siamo solo “quattro bischerotti” (come si dice a Firenze) coi propri 400-500 mila contatti giornalieri al proprio sito Internet e non dichiariamo soci fasulli e numeri inventati di sedi per far credere che siamo importanti e conquistarci un posto al sole per prendere i soldi di uno Stato compiacente del gioco fasullo delle parti.

Con chi ce l'abbiamo? Con una firma di punta dell'economia di quello che viene considerato il più venduto quotidiano italiano di informazione, Giuseppe Sarcina del Corriere della Sera. Sull'inserto economia in edicola oggi lunedì 3 dicembre non abbiamo mai letto un così alto concentrato di inesattezze e parole al vento, e per questo ce ne occupiamo. Il nostro, nell'editoriale di punta dell'inserto (in alto a sinistra nella prima pagina), sotto il titolo “I consumatori: più sigle che anima”, si pone il problema della rappresentatività della associazioni di consumatori che avranno il diritto di promuovere una class action se la Camera confermerà in merito il testo del Senato. E dice: «L'elenco compilato dal ministero dello Sviluppo Economico ne prevede sedici». Noi crediamo che prima di scrivere si abbia il dovere di informarsi, altrimenti si stravolge la realtà, che nel nostro caso non è un «elenco compilato dal ministero», ma un elenco di quelle associazioni che, fatta domanda per farvi parte, sono state accettate nel Cncu (Consiglio nazionale consumatori e utenti). Quisquilie? Non ci sembra, perché non si tratta di un elenco compilato dal ministero (che fa sottintendere una valutazione dello stesso), ma un elenco di quelle associazioni che hanno deciso di prendere i soldi dello Stato e di essere dirette dallo specifico ministero. Il mondo è più ampio di come lo descrive Giuseppe Sarcina. Che, dopo alcune sue valutazioni strampalate sulle più o meno conosciute associazioni tra quelle del Cncu, dopo aver genericamente esclamato che le differenze tra un'associazione e l'altra sono a lui ignote (informarsi fa fatica...) si lancia in una esortazione: «una grande associazione sarebbe molto più autorevole e molto più forte». Consigliamo a Giuseppe Sarcina di fare la medesima esortazione per partiti politici, sindacati, associazioni varie di categoria, etc. non garantiamo la sua immunità culturale...

 

Vincenzo Donvito, presidente Aduc

 

 

Qui il nostro settore del sito Internet dedicato alla class action


Articoli correlati

  Class action. Da bandiera di ricatto politico a strumento concreto?
  Class action. No all'emendamento Manzione in finanziaria
  Emmanuela Bertucci. Ma quale class action mondiale...
  Class action. Cosa teme la razza padrona
  Class Action. A che gioco sta giocando il Governo?
  Vincenzo Donvito. Pompieri al Senato per leggi già annacquate
  Class action. I diritti fondamentali che la legge voluta dal Governo non tutelerà mai
  Class Action. Ancora rinvio? Il terrore della giustizia nel mercato
  Vincenzo Donvito. Class action, class action delle mie brame.... Così comincia il 2009
  Class action. Verso il ritiro dell'emendamento?
  Liberalizzazioni. Le urgenze e il metodo. Invito al ministro Bersani
  Class action. Confindustria allo sbaraglio
  Class Action. Bene l'emendamento del Governo
  Class Action. Non ha torto il ministro Claudio Scajola...
  Class action. Presentato disegno di legge per una profonda modifica
  Vincenzo Donvito. Class Action: non ci sarà mai in Italia!
  Bertucci e Donvito: Class action. Nuovo testo va meglio, ma preoccupa l'ostracismo di Confindustria
  Transazione 'class action' Parmalat: un piccolo risultato è meglio di niente
  Englaro RU486 Biobanche Class action... La commistione dei poteri
  Class Action. Dovunque vai, privato o pubblico, cenci in faccia ai cittadini
  Class action: continueremo a vederla nei film americani
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.5%
NO
 24.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy