Martedì , 23 Luglio 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Expo 2015. Non mancheranno i risultati, per il territorio e per tutto il Paese 
Intervista a Fabio Altitonante, Assessore della Provincia di Milano
23 Dicembre 2012
 

Potenzialità e prospettive di EXPO 2015, lo sviluppo delle infrastrutture, la promozione turistica nel territorio del capoluogo regionale. Christian Flammia, per Lombardi nel Mondo, intervista Fabio Altitonante, ingegnere, Assessore della Provincia di Milano per la Pianificazione al Territorio e Programmazione delle Infrastrutture

 

 

Assessore Altitonante, ad oggi si ha la percezione che il “Progetto Expo 2015” sia un quadro a tinte chiaroscure, dato che la crisi finanziaria mondiale ha ridimensionato notevolmente le ambizioni e i sogni iniziali. Secondo lei è ancora realistico pensare che Expo 2015 possa essere un volano per la ripresa economica italiana?

Il progetto iniziale è stato ridimensionato, certo. Le condizioni economiche sono cambiate rispetto a quando Milano si è aggiudicata l'organizzazione dell'Esposizione. Ma stiamo parlando comunque di un grande evento di cui godrà i benefici tutto il Paese. La Provincia si sta impegnando nel ruolo di player per massimizzare i benefici per il territorio. Grazie a EXPO abbiamo dato uno slancio allo sviluppo di infrastrutture che la Lombardia attendeva da anni. Oltre agli interventi prioritari (padiglioni, edifici principali e relativi collegamenti che ammontano a oltre un miliardo e mezzo di euro) saranno realizzate opere, che non saranno funzionali solo per EXPO, ma per il futuro della Grande Milano per un valore di oltre 10 miliardi di euro. Un esempio? TEM, BreBeMi, Pedemontana e le opere connesse di potenziamento delle strade esistenti. Per quanto riguarda il trasporto pubblico, in particolare, la linea M5 della metropolitana e il prolungamento della M1. Poi c'è il progetto dei parcheggi remoti che servirà a supportare la funzione di interscambio per i pendolari. E ancora le vie d'acqua, che comprendono un complesso di interventi di valorizzazione paesaggistica e ambientale.

 

Quale sarà il futuro di tutte le opere realizzate per Expo 2015, una volta terminato l'evento? È previsto un loro riutilizzo a beneficio dei cittadini lombardi?

Le infrastrutture che si stanno realizzando attraverso i fondi Expo s'inseriscono in un più ampio quadro strategico di sviluppo urbanistico e territoriale, ossia all'interno del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale recentemente adottato. Queste opere concorreranno in misura significativa ad un miglioramento della mobilità e dell'ambiente nei prossimi decenni. Più incerto è il futuro del sito dell'esposizione, una volta terminato l'Expo, poiché il suo destino è legato a scelte non ancora del tutto definite, nelle quali la responsabilità maggiore grava sul Comune di Milano e sulla Società Arexpo, appositamente costituita tra Regione Lombardia, Comune di Milano e Fondazione Fiera, con una piccola partecipazione del Comune di Rho e della Provincia di Milano.

 

Le ville storiche in Lombardia rappresentano un patrimonio artistico-culturale internazionale di altissimo livello. La Provincia di Milano si è già adoperata per promuovere interventi di restauro e progetti che le valorizzino. Può illustrarci i risultati che si sono raggiunti e dirci se effettivamente il “Sistema delle dimore storiche lombarde” può essere uno degli strumenti per incrementare il turismo in Lombardia?

Nel sistema paesistico del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, abbiamo vincolato elementi storico-architettonici, fra cui anche le ville storiche. Gli obiettivi sono la conservazione, la tutela e la valorizzazione non solo del bene, ma anche del contesto paesistico-ambientale in cui si inserisce. I siti storici rappresentano un valore diffuso e capillare capace, da un lato, di attribuire identità storica e culturale ai luoghi, dall'altro, di costituire una componente all'interno di un sistema “a rete” di itinerari storico-paesistici. Tutto ciò si traduce in nuove e diverse potenzialità, anche di tipo fruitivo e turistico, per cui si intersecano le varie competenze attribuite alla Provincia.

 

Christian Flammia


Articoli correlati

  Expo 2015: per la Valtellina una grande occasione di crescita
  'L GAZETIN d'aprile. Fragrante viatico per l'Expo di Milano e per le amministrative di Sondrio
  Costruiamo un comitato regionale antimafia sull'Expo con nomi indiscutibili
  Via Lattea. A Milano, domenica 19 maggio
  Gilberto Corbellini. Expo no-ogm, grave errore
  Marco Cappato. Ecco l'elenco delle ditte subappaltatrici del primo appalto Expo
  In vista dell’Expo 2015
  Bernardo Gabriele Ferrari. Milano-Expo 2015
  Expo 2015: c’è anche la Valtellina
  Martina Simonini. L’«allarme-promesse» e il tempo di reazione
  Martina Simonini. EXPO, TTIP e neoliberismi
  Radicali Milano. Chiediamo i Navigli, ci danno un Tubo...!
  EXPO 2015. Mozione del gruppo consiliare PD e la proposta di Boeri
  Sandra Chistolini. Expo 2015 consegna al Pianeta la Carta di Milano
  Fiorello Provera. Expo 2015: «La promozione delle province lombarde attraverso la rete delle ambasciate e dei consolati di tutto il mondo»
  Milano. Le stelle nella risaia
  Milano. Vie d’Acqua e Riaprire i Navigli: Non confondiamo il sacro con il profano
  Un tranquillo sabato di follia metro-politana (aprile 2010)
  Martina Simonini. Piramidi per l'Expo
  Lorenzo Lipparini. Via d’acqua Expo ridimensionata: “sarà un Fosso irriguo”
  Anche in Valtellina la musica per l’Expo 2015
  Expo 2015. Opportunità importanti per il nostro territorio
  Con Stefano Boeri incontri per Milano su EXPO e legalità
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.4%
NO
 24.6%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy