Martedì , 30 Novembre 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Periscopio valtellinese: “Vale la pena salvare questa Provincia?”
La prima versione del manifesto comparsa nel sito web dell
La prima versione del manifesto comparsa nel sito web dell'Amministrazione provinciale di Sondrio 
19 Febbraio 2012
 

Martedì 31 gennaio u.s. in tutti i consigli provinciali si è discusso un ordine del giorno dell’UPI (Unione delle Province Italiane) dal titolo “No all’Italia senza le province”.

Il governo Monti vorrebbe infatti svuotare le province di deleghe e funzioni per poi arrivare a sopprimerle. Nel frattempo le trasforma in enti di secondo livello; ciò significa che non saranno più i cittadini a votare il Presidente e i consiglieri provinciali (che verranno invece nominati dai Sindaci).

Se è vero che alcune province non hanno motivo di esistere e potrebbero utilmente essere accorpate ad altre, è altresì vero che alcune hanno delle specificità, delle peculiarità per le quali conservano una loro utilità: è il caso della provincia di Sondrio che avendo delle caratteristiche geomorfologie, sociali e politiche del tutto particolari, ha anche esigenze e problemi particolari.

Il documento dell’UPI, pur con vari “distinguo” e con la non partecipazione al voto del rappresentante dell’Italia dei Valori, è stato votato all’unanimità con l’integrazione che prevede, tra l’altro, una raccolta di firme fra i residenti della provincia di Sondrio dal titolo “Firma per salvare la tua provincia”. Si può firmare in tutti i comuni.

Ho votato a favore del documento, ma, come qualche altro consigliere, ho ribadito al Presidente Sertori ed alla sua maggioranza due cose:

1) Ancora una volta ho dovuto far rilevare le modalità, il comportamento della maggioranza: è già successo diverse volte in precedenza che la Provincia faccia passaggi ed azioni non supportati da preventivi atti autorizzatori del Consiglio provinciale… Nel caso di specie, prima ancora che il consiglio provinciale avesse deliberato la petizione, c’erano già pronti i manifesti, gli spot pubblicitari ed era già persino pubblicato l’appello alla mobilitazione (con tanto di gazebo) sul sito istituzionale della Provincia. Immediatamente sono stati distribuiti i moduli. Non ci si è peritati neppure di votare l’immediata eseguibilità della deliberazione.

2) Va bene raccogliere firme in favore del mantenimento dell’ente provincia così com’è, ma occorre anche avviare un discorso serio sugli enti di secondo livello (come le comunità montane) ed altre questioni rilevanti dentro una cornice di generale riassetto istituzionale. Questa esigenza emerge forte e chiara da più voci sia di amministratori (nei consigli comunali) sia da gente comune di buon senso. Anche altri consiglieri provinciali, sia di maggioranza che di minoranza, hanno ribadito questa necessità, ma ciò nonostante il presidente Sertori ha replicato che né la Provincia né i comuni capimandamento possono farlo perché questo sarebbe una prevaricazione dei territori…

Sich! Peccato che invece altre province si stiano invece facendo carico di ragionare sui riassetti istituzionali coinvolgendo, necessariamente, i singoli comuni. Si vede che Sertori non se la sente o non ce la fa!

E allora forse ha ragione il consigliere Righi (PDL) che in consiglio provinciale pone la domanda: ma vale la pena di salvare questa provincia?

Non dovremmo rassegnarci all’arrendevolezza di Sertori…

Per quel poco che può valere, lancio un appello disperato: andate a firmare nei comuni la petizione in favore del mantenimento della provincia di Sondrio e mandate gente a firmare, ma se trovate un attimo di tempo, scrivete al presidente della Provincia invitandolo ad avviare un discorso serio sul riassetto istituzionale, sulle comunità montane, sui piccoli comuni ecc. (la mail della Provincia di Sondrio: informazioni@provincia.so.it).

 

Martina Simonini

(da 'l Gazetin, febbraio 2012)


Articoli correlati

  Tre iniziative di Angelo Costanzo e del gruppo consiliare PD in Regione Lombardia
  Province. Bossi: se toccano Bergamo scoppia la guerra civile
  Primo Mastrantoni. Penati, ovvero dell'inutilità delle Province
  Carlo Forin: Un’idea all’Italia per risalire
  Luca Vitali. Salviamo la Provincia... E dopo?
  PierVincenzo Uleri. Abolire le Province? Come e perché?
  Milano. Approvata la riforma del sistema delle autonomie in Lombardia
  Luca Vitali. Il tempo sta per scadere
  “Libero”, campagna per l'abolizione delle Province. Aderiamo all'appello
  “Province, preparatevi a far fagotto!” Intervista del Gazetin a Mauro Del Barba
  Alberto Frizziero. La questione Province: Muoiono o no?
  Carlo Forin: Lettera a Prodi sui punti di Lamberto Dini
  Gaspare Serra. Aboliamo le province!
  Francesco Pullia. Province: abolirle, mantenerle o rivedere l’intero assetto amministrativo statale? Discutiamone
  Luca Vitali. Abolizione province: l'appuntamento del 31 gennaio
  L'abolizione delle Province (Joshua Held, www.aduc.it)
  Guido Viale. Quanto sono utili le Province
  Pd Sondrio. Domani in Consiglio Regionale la Riforma delle Autonomie
  Giorgio Gemmi. Sondrio provincia autonoma, governata con logiche diverse
  Luca Vitali. Quale autonomia?
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy