Giovedì , 26 Maggio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Internet. Facebook censura campagna referendaria per legalizzazione cannabis 
Decisione ridicola e pericolosa per la democrazia
25 Agosto 2010
 

Facebook censura le pubblicità a favore del referendum sulla legalizzazione della cannabis in California. Incredibilmente, il gigante del social networking ha deciso che le foglie di cannabis non possono apparire sugli Ads (gli 'spot' online), di fatto censurando i fautori della legalizzazione.

Facebook è ovviamente libera di censurare ciò che vuole. Ma questa vicenda mostra non solo una decisione stupida -un po' come se durante il proibizionismo sull'alcool fosse stato vietato di pubblicare immagini che rappresentano grappoli d'uva- ma anche la potenziale pericolosità che deriva dalle posizioni dominanti.

È indubbio che Facebook sia un soggetto privato e abbia la libertà di non pubblicare immagini e opinioni. Ma visto il suo quasi monopolio in un servizio sempre più diffuso, ormai indispensabile mezzo di comunicazione, la decisione di intervenire così pesantemente su un dibattito politico ha conseguenze significative sulla sfera pubblica e sui meccanismi della democrazia.

Di recente Facebook aveva già assunto posizioni discutibili sulla privacy dei propri utenti arrivando addirittura a coniare il motto “la privacy è morta”. Le aziende pubblicitarie erano state così in grado di ottenere informazioni personali riguardanti gli utenti. La valanga di proteste aveva costretto Facebook a fare marcia indietro.

Anche in questo caso, Facebook farà bene a fare marcia indietro, e subito.

Gli utenti di Facebook si facciano sentire scrivendo allo staff di Facebook.

Inoltre, vista l'arroganza del principale social network mondiale, non sarebbe male per gli utenti di Facebook valutare l'opportunità di diventare ex, utilizzando altre piattaforme.

 

Pietro Yates Moretti, vicepresidente Aduc


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 6 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.9%
NO
 25.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy