Domenica , 26 Giugno 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Bottega letteraria > Prodotti e confezioni
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Silvia Comoglio. Pietro Tanzola/ Tre inediti
04 Aprile 2022
 

Un universo/caos. Un flusso di pensieri profondi e acuminati. Nuclei che Pietro Tanzola, vent’anni appena, sospinge in un luogo-non luogo che, stranamente, considerati i presupposti, si fa limpidamente percepibile. Una metamorfosi possibile ma solo ad una condizione. E la condizione è questa: il contatto diretto con il caos. Perché è questo che occorre innanzitutto, il saper riconoscere il caos, e una volta riconosciuto farlo diventare un centro poetico coerente.

Il contatto diretto con il caos, si è detto, come conditio sine qua non. Ma perché si realizzi cosa occorre? Occorre, certamente, una piena appercezione di sé stessi ma anche il saper guardare alle proprie radici, a ciò che le informa e costituisce, ossia quel passato che non è solo insieme di esperienze ma anche epica e mito. È soltanto così che il caos si fa “totalità di un’esperienza/ vitale”. Ed è soltanto in questo modo che Pietro Tanzola può diventare “protagonista dell’ennesima Odissea” e capire “che in quel caos/ c’è l’ordine per cui sto lavorando”.

Totalità di un’esperienza/ vitale”. Ovvero: mettersi totalmente in gioco (“scrivo nuove formule/ scrivo nuovi teoremi”) perché nel nord della bussola l’epica e il mito coincidano con ciò che noi siamo qui ed ora e si possa arrivare a dire in una piena assunzione di responsabilità: “sono l’unico eroe di quest’attimo”.

Un attimo e una totalità che Pietro Tanzola compone e ricompone con un linguaggio chiaro ed equilibrato e che saprà farsi nei suoi prossimi lavori ancora più consapevole e definito. (Silvia Comoglio)

 

 

Κόσμος

 

Cerco di riordinare il mio Universo,

un’entropia irrisolvibile.

Provo a controllare le leggi che lo governano

togliendo più pesi possibile,

che galleggiano nell’assenza di gravità.

Ho paura di non poter più vedere

quei colori,

siderei,

che le galassie diffondono

e che risaltano nell’oscurità del vuoto.

Scrivo nuove formule,

scrivo nuovi teoremi,

scrivo qualche poesia.

Più scrivo

e più mi rendo conto che

la penna

ferisce più della spada,

e che questo vale anche per chi la utilizza.

Forse,

quando sarò sovrano del mio Universo,

sarò una parte

ordinata

del tutto.

Ma

togliendo, togliendo, togliendo,

scopro angoli remoti del vuoto,

pieni di quei colori

siderei.

Lì, protagonista dell’ennesima Odissea,

capisco che in quel caos

c’è l’ordine per cui sto lavorando.

Contraddizione,

pace,

in cui non aver paura.

 

Galleggio nel vuoto,

pieno in questa immensa piccolezza.

 

 

Ulisse

 

Nei viaggi

ci sono sempre storie, umane, che collidono.

Fili intrecciati che si toccano

come si può toccare l'idea di bene,

un attimo.

Collidono come fanno gocce di colore diverso:

si contaminano, si arricchiscono,

ed è il punto di incontro quello di cui si ha più

nostalgia.

 

Mi chiedo

se alla fine del viaggio,

uno dei tanti,

quando i colori forse saranno sbiaditi

e anche l’inchiostro,

proverai

nostalgia.

 

 

Nei suoi occhi

 

Nei suoi occhi

vaga l’impronta del

caos

La totalità di un’esperienza

vitale

che in me si dirama

Spazio bianco tra

una parola e un’altra

 

Sono l’unico eroe di quest’attimo

 

Dolci lampi di rugiada

 

Pietro Tanzola


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.0%
NO
 25.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy