Sabato , 21 Settembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Il blog di Alejandro
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Alejandro Torreguitart Ruiz. Un uomo di nome Payá
29 Luglio 2012
 

Non so se mi fanno più rabbia gli uomini di governo che non dicono una parola sulla morte di Oswaldo Payá o certi dissidenti che saltano sul carro della strumentalizzazione di un evento luttuoso. Non lo so davvero. Sono un cane sciolto, questa è la mia natura. Dico quel che penso. Oswaldo Payá era un grande, questa è la sola cosa che mi sento di dire, adesso. Un uomo che ci mancherà parecchio per il suo equilibrio, ché ad arruffare i popoli son buoni tutti, ma la diplomazia è un’arte che non s’impara mica, bisogna esserci portati. Lui era nato dissidente, quando ancora non andava di moda, cattolico sin dai tempi che si finiva nelle UMAP per il fatto di andare a messa, mica come oggi che Chiesa e Stato vanno a braccetto e trattano sulla liberazione dei prigionieri politici. Per questo dico che non lo voglio sapere come si sono svolti i fatti, com’è avvenuto l’incidente, tanto resterà sempre il germe del dubbio a condizionare le nostre vite. So soltanto che è morto, tanto mi basta, che una maledetta strada di Bayamao se l’è portato via, che un’auto impazzita è uscita di strada perché il conducente ha perso il controllo. Non m’interessa se lo seguiva la polizia, se c’era un camion che lo tamponava, se l’hanno voluto ammazzare per mettere a tacere una voce importante. No, conta solo che Oswaldo Payá non è più tra noi, ma le sue idee restano, non ce le possono togliere, ed è per quelle che dobbiamo lottare, un giorno dopo l’altro, in suo onore.

Il Progetto Varela è stata la sua creazione più importante, grande Payá che li costringesti a cambiare la Costituzione, a scrivere che la forma di Stato socialista era irrevocabile. Ottenesti solo repressione, Primavera Nera, dissidenti in galera, ma il referendum per una Cuba democratica e inclusiva lo presentasti, il mondo s’interessò a questo disgraziato scoglio caraibico, riserva zoologica di comunisti, un sacco di giornalisti persero l’accredito governativo soltanto per aver osato intervistarti. Niente di quel che volevi si è avverato. Cuba non è democratica, i diritti umani sono calpestati e ridicolizzati, abbiamo un Presidente della Repubblica che afferma senza vergogna: “Tutte queste storie di cui ci parlano, questi racconti sulla democrazia, sui diritti umani, tutte queste invenzioni sul nostro conto che da anni ci ripetono…”. Approfitta della nostra pazienza infinita, Speedy Gonzales, ma un giorno o l’altro la pentola sotto pressione potrebbe esplodere. Abbiamo perso troppe occasioni nel nostro Paese. Adesso ci resta l’eredità di Oswaldo Payá, quel Progetto Heredia che si proponeva di unire i cubani sparsi per il mondo, di eliminare anche a Cuba gli ostacoli alla libera circolazione delle persone. Tu pensa che mondo sarebbe se uno potesse acquistare un biglietto aereo e partire, soldi e passaporto in tasca, senza chiedere il permesso a nessuno. Ci sembrerebbe quasi di vivere in un Paese normale…

 

Alejandro Torreguitart Ruiz

L’Avana, 28 luglio 2012

Traduzione di Gordiano Lupi


Articoli correlati

  Breve da Cuba sull'incidente a Oswaldo Payá
  Yoani Sánchez. I funerali di Payá tra arresti e sospetti
  La veritŕ su Cuba
  Pier Ferdinando Casini invita a Roma la vedova di Oswaldo Payá
  Il Partito Popolare Spagnolo sostiene la candidatura di Oswaldo Payá al Premio Nobel per la Pace
  Oswaldo Payá rilancia il Progetto Heredia
  Oswaldo Payá. Adesso tocca al popolo
  Gordiano Lupi. Musicisti uniti per la libertŕ di Cuba
  Cuba. A due anni dalla morte di Oswaldo Payá
  Rosa María Payá: «Cuba si dissangua con Obama che prende il volo dall’Avana»
  Yoani Sánchez incontra Rosa Díez, leader spagnola di Unione Progresso e Democrazia
  Yoani Sánchez. L'opposizione cubana eternamente divisa
  In memoria di Oswaldo Payá
  Yoani Sánchez e la morte di Payá
  Gordiano Lupi. La Cuba quotidiana di Domenico Vecchioni
  Andy Garcia: “Oswaldo Payá porta la fiaccola della libertŕ assoluta in un paese dove non esiste”
  Antonio Stango. La blogosfera libererŕ Cuba?
  Gordiano Lupi. Un cubano ricorda Payŕ alle Olimpiadi?
  Oswaldo Payá, il Gandhi cubano
  Vetrina/ Rosa María Payá Acevedo. Al padre
  Oswaldo Payá replica al cardinal Bertone
  Cuba. Repressioni contro “El Camino del Pueblo”
  Gordiano Lupi. Muore il dissidente cubano Oswaldo Payá
  Payá (dissidente cattolico), “Via l’embargo” esiste “alternativa pacifica”
  Oswaldo Payá Sardińas denuncia una campagna repressiva contro i dissidenti
  Carlos Alberto Montaner. Appunti sul caso della morte di Oswaldo Payá
  Oswaldo Payá: “Nessuna apertura dal Congresso del PCC”
  Oswaldo Payá. Adesso abbia fine la cortina di spine
  Yoani Sánchez: Il giro del mondo in 80 giorni
  “Somos Liberación”. Nasce la rivista del Movimento Cristiano di Liberazione
  Il cambiamento si chiama LIBERTŔ: a Cuba non č cambiato niente
  Gordiano Lupi. Il Parlamento Europeo assegna il “Premio Sakharov” al dissidente cubano Guillermo Farińas
  Oswaldo Payá. Cronaca di un ricatto
  Dissidente cubano Antúnez ripudia riforme di Castro in una lettera di sfida
  Rafael Rojas. Il falso dilemma della transizione cubana
  Cuba. Il regime vuol presidiare le messe del Papa
  Oswaldo Payá: “Siamo molto vicini alla veritŕ e alla liberazione”
  Yoani Sánchez firma petizione per la democrazia a Cuba
  Cuba. Sull'incidente che ha causato la morte di Payá e Cepero
  Oswaldo José Payá Sardińas ripropone il Progetto Varela
  Yoani Sánchez negli USA
  Massimo Campo. L'universo della dissidenza
  Carlos Amel Oliva: “Voglio dare la mia vita per una Cuba diversa”
  Notizie da una Cuba in movimento
  Carlos Alberto Montaner. Un anno senza Fidel
  Il Papa a Cuba tra ipocrisia e repressione
  Oswaldo Payá e Yoani Sánchez candidati al Nobel per la Pace
  Cuba. In libertŕ alcuni prigionieri politici
  L'Avana. Le Damas de Blanco sfilano lungo la 5Ş Avenida
  Dissidenti cubani firmano progetto unitario di lotta
  Oswaldo Payá Sardińas. Per la democrazia a Cuba
  La Polizia cubana confisca la sede della rivista indipendente “Convivencia”
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 5 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.7%
NO
 24.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy