Domenica , 29 Novembre 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Bottega letteraria > Prodotti e confezioni
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Milano. La poesia ricorda Auschwitz 
E dice no agli abusi sulle minoranze e sull'ambiente
22 Maggio 2014
   

Milano, 20 maggio 2014: la poesia dice “Mai più”. Lo dice con sdegno e commozione, con coraggio e speranza nel tragico anniversario dell'istituzione del campo di concentramento Auschwitz I, che avvenne il 20 maggio 1940. Attorno ad Auschwitz I crescerà nel suo imponente orrore la “Fabbrica della morte"” La mattina dello stesso giorno, settantaquattro anni dopo, Dario Picciau, Guaman Allende, Fabio Patronelli, Steed Gamero, Daniel Cantos, Susana Rosa, Myrna Baquerizo e io abbiamo incontrato per la prima volta davanti al Memoriale della Shoah di Milano i poeti statunitensi Michael Rothenberg, Terri Carrion e Steve Rice. Ci siamo abbracciati come vecchi amici, perché da qualche anno lavoriamo insieme, con gli strumenti della poesia e dell'impegno civile, per i diritti umani e l'ambiente. Michael e Terri sono i fondatori del movimento di poesia globale 100 Thousand Poets for Change: un movimento cui diamo spesso il nostro contributo, perché la rete di poeti capaci di mettersi al servizio dei perseguitati, contro gli abusi sull'uomo e sull'ambiente cresca sempre di più. Il Memoriale di Milano è costruito nella sede del Binario 21 della Stazione Centrale, luogo da cui gli ebrei di Milano venivano deportati dai nazisti verso i campi di sterminio. L'architetto Guido Morpurgo, autore del progetto che ha dato a quel luogo di dolore l'aspetto attuale, ci ha gentilmente guidati attraverso il Memoriale, ricordando le deportazioni, i morti e i sopravvissuti. Michael Rothenberg, ebreo, si è commosso profondamente. «La Shoah ha causato alla mia famiglia e al mio popolo ferite e orrori che non sono ancora guariti», mi ha confidato, «ed è per me straziante ripercorrere le orme dei miei fratelli che venivano condotti verso la morte. Pensavo che non avrei mai avuto la forza di entrare in un luogo come questo e invece finalmente l'ho fatto e non lo dimenticherò mai». Anche gli altri poeti si sono emozionati. Qualcuno ha pianto. Quando abbiamo pranzato insieme, ci sentivamo ancora più uniti. Ognuno di noi aveva una storia personale e artistica diversa da quella degli altri, una sua esperienza, una sua cultura, un suo linguaggio. Ma nei nostri cuori due piccole parole risuonavano, con la stessa voce, che è la voce dei martiri e dei testimoni: “Mai più”.

Nel pomeriggio ha avuto luogo, dopo il saluto del Console Generale dell'Ecuador a Milano Narcisa Soria Valencia e alla presenza del Console Generale del Messico a Milano Marisela Morales, di fronte a un pubblico cosmopolita, il recital di poesie per ricordare Auschwitz e la Shoah. È stato un evento toccante, indimenticabile, che si è svolto nel Salotto del Consolato Generale dell'Ecuador. «In tutta la mia vita non ho mai assistito a una lettura di poesie così potente, intensa, emozionante», ha detto un'anziana insegnante al termine del reading. «È stato un evento irripetibile, nel quale artisti straordinari hanno espresso dal profondo dei loro cuori la bellezza dei loro versi, costruendo un Memoriale di parole ed emozioni che non dimenticherò mai». Parole che condivido. Per fortuna, altri potranno assistere alle fasi salienti della visita dei poeti al Memoriale e del recital per la Memoria grazie a un video che è in fase di montaggio. Durante il pomeriggio, si sono alternati poeti e artisti che uniscono a un talento cristallino l'impegno quotidiano per i diritti umani e civili. Michael Rothenberg, di cui ho avuto il piacere di leggere una poesia che avevo tradotto in italiano, e Terri Carrion, i grandi poeti venuti dagli Stati Uniti, hanno dato prova della loro straordinaria abilità di performer. Insieme a loro al Consolato dell'Ecuador, inizieremo presto una campagna per affiancare – con i 100 Thousand Poets for Change ed EveryOne Group – l'azione dell'Ecuador contro la Chevron-Texaco, la compagnia petrolifera che ha causato nello stato dell'America Latina uno dei peggiori disastri ambientali della storia. Nel corso del pomeriggio è stata inaugurata le mostra dell'artista peruecuadorianio Juan Carlos Cobeñas.

In chiusura, dopo l'esibizione musicale di Marco Mantovani (arpeggiatore Saarang) e Fabio Patronelli (handpan) e la performance del soprano Ani Balian e del tenore Enrico Bellani, ho presentato il Premio Internazionale Milano per la poesia, la musica e l'arte e – uno per uno – fgli artisti che hanno ricevuto il riconoscimento per il 2014, consegnato loro dal Console Generale dell'Ecuador a Milano Narcisa Soria Valencia. Qui di seguito, i loro nomi. 

 

Marisela Morales, Console Generale del Messico a Milano

Poesia: Isoke Aikpitanyi, Guaman Allende, Elisa Amadori Brigida, Ninnj Di Stefano Busà, Daniel Cantos, Terri Carrion, Fabio Clerici, Rebecca Covaciu, Maurizio Cucchi, Alberto Figliolia, Steed Gamero, Hafez Haidar, Franco Loi, Argene Madeddu, Roberto Malini, Steve Rice, Michael Rothenberg, Mariantonietta Zingarelli

Belle arti: Juan Carlos Cobeñas (artista), Dario Picciau (artista e regista), Fabio Patronelli (artista), Wally Bonafè (artista), Karla Cobeñas (artista), Giorgio Grasso (critico d'arte)

Musica: Marco Mantovani (musicista), Ani Balian (soprano), Enrico Bellani (tenore)

 

Roberto Malini

 

 

 

 

Nelle foto (di Steed Gamero)

[copertina] Al Binario 21, Memoriale della Shoah di Milano: Guaman Allende, Steve Rice, Terri Carrion, l'architetto Guido Morpurgo, Michael Rothenberg, Roberto Malini, la fotografa Myrna Baquerizo

[in allegato] Gli intervenuti, dopo aver ricordato Auschwitz e la Shoah, manifestano solidarietà al il governo dell'Ecuador, in relazione al terribile disastro ecologico e umano causato all'interno della foresta da parte del colosso petrolifero Chevron-Texaco


Foto allegate

Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.0%
NO
 25.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy